La proteina di LEDGF gestisce la posizione di integrazione del HIV in cellule umane

Una proteina DNA-associata umana chiamata LEDGF è la prima tale molecola trovata per gestire la posizione di integrazione del HIV in cellule umane, secondo i ricercatori alla scuola di medicina dell'università della Pennsylvania.

La ricerca, pubblicata nella medicina della natura, descrive il primo chiaro obiettivo per la modulazione dove inserzione dei virus nel genoma umano, che ha implicazioni per migliore progettazione della consegna di terapia genica. I vettori Retroviral sono usati spesso introdurre le sequenze genetiche terapeutiche nei cromosomi umani, quale nella consegna del fattore VIII per i pazienti di emofilia.

Il HIV integra nelle unità attive della trascrizione sui cromosomi all'interno del nucleo delle cellule umane. Queste unità sono siti che piombo all'espressione efficiente del genoma virale. La maggior parte delle celle affette da HIV in un paziente avranno molto una durata di scarsità, un giorno o di meno. “Congetturiamo che questa strategia aiuta il virus a fare il fieno mentre il sole è brillante, per così dire, producendo i lotti delle copie virali durante il periodo ridotto, di modo che il virus può massimizzare la produzione dei virions della figlia,„ dice il boscimano di Frederic, il PhD, professore di microbiologia a Penn.

Questo studio presente dimostra il primo pezzo di meccanismo che detta dove l'integrazione del HIV ha luogo. Gli studi precedenti ad altre istituzioni hanno indicato che LEDGF lega strettamente al integrase del HIV, l'enzima che è importante per la reazione di integrazione. Ora, i ricercatori di Penn indicati in questo studio che il modo LEDGF lega al integrase del HIV ed ai siti specifici sui cromosomi suggerisce quell'integrazione degli obiettivi del HIV facendo uso di una cavezza molecolare.

I Retroviruses contengono il RNA nelle loro particelle. Entrano in un RNA del convertito e delle cellule in DNA dal transcriptase dell'inverso degli enzimi e poi integrano quella copia del DNA nel DNA del host, facendo uso dell'enzima di integrase. Le nuove particelle virali sono fatte da trascrizione del genoma virale, come con tutti i geni cellulari. Se la cella si divide, il DNA virale è copiato ed ereditato, con i geni umani cellulari.

Il boscimano ed il suo gruppo hanno fatto le celle che sono state vuotate di LEDGF ed hanno trovato che l'integrazione era meno frequente nelle unità della trascrizione ed in geni regolamentati da LEDGF. “Questo implica che LEDGF fa parte del macchinario che aiuta il dettame che il collocamento di integrazione retroviral colloca all'interno dei cromosomi,„ dice il boscimano.

Il boscimano nota quello che trova che LEDGF fa parte dell'apparato cellulare necessario per la replica del HIV è importante al campo di terapia genica. Gestendo dove l'inserzione dei veicoli di terapia genica nel genoma umano potrebbe contribuire ad effettuare la consegna di nuove sequenze terapeutiche più sicura. I nuovi risultati circa LEDGF suggeriscono che quella costruita legare le interazioni potrebbe un certo giorno ammettere a controllo sopra la scelta del sito di integrazione durante la terapia genica. Secondo il boscimano, questo trovante è di importanza particolare alla luce dei casi recenti dove l'integrazione di terapia genica vectors vicino ai geni del cancro contribuiti allo sviluppo della leucemia nei pazienti di terapia genica.

“Questo è primo esempio di un fattore cellulare che è un chiaro giocatore nella scelta del sito dell'obiettivo,„ dice il boscimano. “Questo non sta costruendo ancora, ma è chiave informazione sul modo.„