I supplementi dell'olio di pesce impediscono i declini nella variabilità di frequenza cardiaca

Un supplemento dell'olio di pesce di due-grammo dato giornalmente alle persone anziane ha impedito un declino nella variabilità di frequenza cardiaca causata dalle particelle disperse nell'aria minuscole e pericolose dell'agente inquinante. La variabilità di frequenza cardiaca, una misura del regolamento autonomo del sistema nervoso del cuore, è un fattore di rischio indipendente per le aritmia cardiache, l'attacco di cuore o la morte improvvisa.

Questi risultati sono comparso nella seconda edizione del giornale americano del dicembre 2005 della medicina respiratoria e critica di cura, pubblicato dalla società toracica americana.

Fernando Holguin, M.D., del centri per il controllo e la prevenzione delle malattie a Atlanta, la Georgia ed otto soci ha fornito i supplementi dell'olio di pesce a 26 residenti di una casa di cura in Città del Messico. Un gruppo di controllo di 24 residenti è stato dato i supplementi dell'olio della soia. L'età media dei partecipanti ha variato da 81 a 83 anni.

“In questa prova controllata ripartita con scelta casuale, il completamento dell'olio di pesce ha impedito la riduzione della variabilità di frequenza cardiaca connessa con lo stesso giorno l'esposizione al particolato dell'interno,„ ha detto il Dott. Holguin. “Al contrario, l'olio della soia, il nostro completamento di confronto degli acidi grassi poli-insaturi impianto-derivati, è stato associato con una protezione marginale e non significativa dagli effetti del particolato sulla variabilità di frequenza cardiaca.„

“L'olio di pesce come sorgente degli acidi grassi poli-insaturi omega-3 potrebbe essere considerato come modulo potenziale della misura preventiva per diminuire il rischio di aritmia e la morte improvvisa negli oggetti anziani ha esposto ad inquinamento atmosferico ambientale,„ ha detto il Dott. Holguin.

Nello studio, i residenti sono stati esposti alle particelle minuscole dell'agente inquinante di aria dell'interno che hanno avute una dimensione di 2,5 microgrammi o di di meno. Tutti i partecipanti hanno passato 92 per cento del loro tempo all'interno.

Gli studi di supplemento sono stati intrapresi oltre sei mesi. Nessuno dei pazienti sofferti dalle aritmia cardiache, hanno avuti uno stimolatore cardiaco o stavano trattandi con gli anticoagulanti orali.

I partecipanti hanno fatti la loro variabilità di frequenza cardiaca controllare fra le 8 di mattina e la 1 del pomeriggio sui giorni della settimana alterni. Per assicurare la misura accurata, gli oggetti trasmettono i cinque minuti con le spalle a terra ad iniziare la prova. Ogni analisi elettronica ha durato 6 minuti mentre ogni partecipante riposava.

Prima dell'inizio dello studio, tutti i partecipanti hanno avuti un'assunzione bassa degli acidi grassi poli-insaturi omega-3.

Gli autori hanno richiesto i più grandi studi per confermare i loro risultati.