Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati scoprono come il HIV infetta le celle in buona salute

Facendo uso dei metodi di rilevazione specializzati, i ricercatori all'istituto di Saint Louis University per la virologia molecolare (IMV) hanno dimostrato il meccanismo molecolare da cui il virus del HIV infetta, o integra, celle in buona salute. La scoperta ha potuto piombo ai nuovi trattamenti della droga per il HIV.

Sebbene gli scienziati teorizzino che due estremità del DNA dei virus devono venire insieme dentro una cella in buona salute per infettarla, finora, i ricercatori non hanno potuti illuminare il trattamento.

“Molti aspetti biologici e strutturali di integrazione del HIV sono indefiniti,„ ha detto Sibes Bera, Ph.D. “di conseguenza, tutta la visione del meccanismo molecolare di questo trattamento è significativo in inibitori di integrase di sviluppo.„

Integrase, che è stato scoperto dai ricercatori di SLU nel 1978, è una di tre proteine del HIV determinanti per la sopravvivenza dell'infezione. La prima proteina, transcriptase inverso, converte l'acido ribonucleico (RNA) in HIV in acido desossiribonucleico (DNA).

Integrase poi inserisce il DNA del HIV nel DNA delle cellule immuni, rendentegli una parte permanente della cella. La terza proteina, proteasi, elabora le proteine virali ed è essenziale per fare il virus contagioso.

Le droghe quali AZT e le combinazioni della droga (cocktail) esistono per inibire il transcriptase e la proteasi inversi. A partire da ancora, non ci sono droghe per ricambiare il integrase.

Usando una metodologia biofisica conosciuta come il trasferimento di energia di risonanza della fluorescenza, Bera ed i suoi colleghi hanno indicato che il integrase tiene insieme le due estremità del DNA virale prima di integrazione. Una volta dentro la cella, le due estremità virali del DNA sono fuse dal integrase al cromosoma delle cellule. Il DNA virale integrato permette la replica del virus. Se le due estremità del DNA virale non vengono insieme, l'infezione non ha luogo. Milioni di celle alterate HIV possono essere lanciati da una singola cella infettata.

“Utilizzeremo questa tecnica nei nostri studi in corso sugli effetti delle droghe nel corso dell'installazione e smontaggio dei complessi virali di integrase del DNA,„ Bera ha detto.