Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati sviluppano la droga del prototipo per impedire l'osteoporosi basata sui cannabinoidi prodotti dall'ente

Sostanze prodotte nell'organismo che agiscono come quelle trovate nella densità ossea della prerogativa di guida dell'impianto della cannabis, secondo i ricercatori all'università ebraica di Gerusalemme. Sulla base di questa individuazione, un prototipo affinchè una nuova droga impedisca l'osteoporosi (perdita di densità ossea) senza alcuni effetti secondari psicoattivi già è stato sviluppato.

Un articolo che descrive questa ricerca è publicato questa settimana nel giornale americano prestigioso PNAS (atti dell'Accademia nazionale delle scienze degli S.U.A.). I ricercatori, dal laboratorio dell'osso dell'università ebraica, capo da prof. Itai Bab, lavorante in collaborazione con prof. Esther Shohami del laboratorio per lo studio sul trauma di Bain; Prof. Raphael Mechoulam del banco ebraico dell'università della farmacia; studenti di laurea Orr Ofek, Vardits Krem e Yossi Tam; e studente Meirav Fogel della laurea.

Le sostanze fatte nell'organismo chiamato endocannabinoids sono composte pricipalmente di acidi grassi che sono stati scoperti durante i 15 anni ultimi. (Il anandamid dell'acido grasso è stato scoperto da prof. Mechoulam nel 1992.) Questi materiali, che sono prodotti pricipalmente nel cervello, sono presenti egualmente nell'osso ed in altri tessuti ed hanno simili effetti a quelli dei componente attivi in hashish e marijuana, prodotto dall'impianto della cannabis.

Queste sostanze legano a ed attivano due ricevitori, CB1 e CB2. Il primo è trovato nel sistema nervoso ed è responsabile degli effetti psicoattivi dei componente attivi nell'impianto e nei endocannanoids della cannabis. Il secondo ricevitore è trovato nel sistema immunitario. Non è conosciuto per essere compreso con le risposte psicoattive e ci sono stati poche informazioni sulla sua funzione fisiologica.

I ricercatori ebraici dell'università hanno scoperto un ad alto livello dei ricevitori CB2 in osso e che questo è richiesto per conservare la densità ossea normale. Insieme ai loro colleghi all'università di Bonn, di Germania, di prof. Andreas Zimmer e di Dott. Malia Karasek, hanno studiato gli scheletri dei mouse geneticamente costruiti che mancano del ricevitore CB2. Mentre sono invecchiato, questi mouse di CB2-deprived hanno sviluppato l'osteoporosi severa, simile a quella che compare in esseri umani. L'osteoporosi è la malattia degenerante più diffusa in paesi sviluppati e può piombo alle fratture, inabilità e complicazioni e perfino morte multiple.

I risultati degli scienziati hanno definito così, per la prima volta, una funzione fisiologica a CB2 nella conservazione della densità ossea ed hanno indicato che stimola l'edilizia dell'osso e diminuisce la perdita dell'osso. Ciò indica che sostanze che l'attivo il ricevitore CB2 può essere usato come base per lo sviluppo delle droghe per i pazienti di osteoporosi. Effettivamente, i ricercatori ebraici dell'università hanno sviluppato un nuovo composto sintetico, HU-308, che attiva CB2 e rallenta lo sviluppo di osteoporosi in mouse. Questo composto costituisce la base per un tipo basato a cannabinoido e anti-osteoporotic droga che egualmente è stato trovato per essere esente da tutti gli effetti secondari psicoattivi.