Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Domande illimitate di ossido di azoto nelle applicazioni di sanità, di bio--obbligazione, di agricoltura e di industriale

I bassi livelli di gas dell'ossido di azoto possono impedire e l'uccisione checausa i batteri ingannandoli nel pensiero del loro tempo è su, secondo gli scienziati dal centro di ricerca cooperativo di biotecnologia ambientale (EBCRC) e dall'università di New South Wales.

“Abbiamo trovato che l'ossido di azoto causa la morte batterica delle cellule e dispersione che li rende più vulnerabili agli antibatterici ed ai pesticidi,„ dice il microbiologo Staffan Kjelleberg di UNSW.

I batteri come quelli in placca batterica e melma nei raggruppamenti del cortile si proteggono dall'attacco formando le colonie difensive chiamate biofilms.

“Abbiamo trovato un modo ingannare i batteri dalla riforma nei biofilms usando le concentrazioni molto basse dell'ossido di azoto chimico,„ dice il professor Kjelleberg.

“Quando i batteri disperdono sono molto vulnerabili all'attacco dai battericidi, dai prodotti chimici e da altri organismi che vivono fuori dai batteri, quali i protozoi. Un altro grande vantaggio di ossido di azoto è che significa che potremmo usare le concentrazioni più basse di antibatterici e di pesticidi, che è una vittoria per l'ambiente.„

“I Biofilms - o pellicole dei batteri - si formano su quasi ogni superficie che ha circolare fluido su, sia l'oceano, la vostra circolazione sanguigna o il liquido in vostri polmoni. A volte i biofilms sono utili ma promuovono più spesso le malattie quali il colera, la fibrosi cistica ed altre malattie batteriche. Sono responsabili di 60 per cento delle infezioni umane,„ dice il professor Kjelleberg.

I Biofilms sono una sfida a prevenzione delle malattie perché rendono i batteri altamente resistenti ai trattamenti chimici antibatterici convenzionali come quelli in pesticidi ed antibiotici. Ciò piombo ai costi significativi all'industria ed il governo dentro è come quali l'agricoltura, acquicoltura e le altri industrie marine, rifornimento idrico e trattamento delle acque reflue.

I batteri in un biofilm disperdono una volta che raggiungono una fase matura dello sviluppo o quando sono sottoposti agli attacchi,„ dice il professor Kjelleberg che, con il professor Peter Steinberg del collega, ha scoperto negli anni 90 come impedire i biofilms che si formano “inceppando„ i sistemi di segnalazione batterici con i composti naturali chiamati furanones.

Il professor Kjelleberg vede le applicazioni illimitate per ossido di azoto nelle applicazioni di sanità, di bio--obbligazione, dell'agricoltura e di industriale quali qualità dell'acqua e la gestione dell'acqua di scarico.

Circa ossido di azoto

La scoperta delle funzioni biologiche di ossido di azoto soltanto 25 anni fa sorpresi a scienza.

“La molecola nominata dell'anno„ nel 1992 dalla scienza del giornale, l'intervallo straordinario dell'ossido di azoto dei beni biologici è emerso soltanto negli anni 80. Nel 1998 Ferid Murad, Robert F. Furchgott e Louis Ignarro hanno ricevuto il premio Nobel in fisiologia o la medicina per la scoperta dei beni di segnalazione di ossido di azoto. Ha stimato che 3.000 articoli scientifici sui ruoli biologici di ossido di azoto fossero pubblicati annualmente.

Svolge un ruolo nella circolazione sanguigna, il sistema nervoso e lo sviluppo ed il mantenimento delle costruzioni.