Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Risorse di Physiogenomic per i modelli del ratto di cuore, del polmone e dei disordini di sangue

Ogni anno, malattia di cuore sostiene 7 milione vite stimate, secondo l'organizzazione mondiale della sanità. Gli scienziati hanno lottato per segnare i geni con esattezza precisi dietro questa malattia complessa. Ora, tuttavia, hanno un nuovo alleato della ricerca: il ratto del progettista.

In uno studio quadriennale pubblicato nella pubblicazione online in anticipo del 15 gennaio della genetica della natura, in ricercatori all'istituto per ricerca genomica (TIGR) e nell'istituto universitario medico di Wisconsin (MCW) sistematicamente cresciuto e studiato 43 ratti del progettista con e senza ipertensione, per segnare i geni con esattezza del candidato dietro la malattia di cuore. Nel totale, gli scienziati hanno sviluppato 2.200 profili di espressione genica di microarray da questi ratti del progettista--fornendo una nuova risorsa online apprezzata ora disponibile ai ricercatori universalmente.

Gli scienziati lungamente hanno usato i modelli del ratto per studiare la malattia di cuore in laboratorio. Ma quegli studi hanno ancora rispondere alle questioni chiavi: Quali geni, su cui i cromosomi, si combinano per causare questo stato complesso? Perché e come, fanno alcuni animali diventano ipertesi quando il alto-sale di consumo è a dieta, mentre altri restano sani? Per girare gli strumenti di genomica su queste domande, il cuore nazionale, il polmone e l'istituto di sangue, parte degli istituti della sanità nazionali, hanno costituito un fondo per il nuovo studio.

Nella prima parte dello studio, i ricercatori di MCW hanno cominciato con uno sforzo dei ratti che sopportano l'ipertensione, un marchio di garanzia della malattia di cuore. I ricercatori poi sono cresciuto un ratto quasi identico del progettista, con un cambiamento importante: hanno sostituito un cromosoma dal ratto parentale e iperteso con il cromosoma omologo da un ratto sano. Continuando questo modo, il gruppo ha generato 22 razze uniche del ratto del progettista, ogni sostituzione sana distinta del cromosoma del cuscinetto uno. Alcuni di questi nuovi ratti del progettista erano sani, implicando che i loro cromosomi sostituiti portassero i geni per ipertensione e collegassero le circostanze.

Nella seconda parte dello studio, il normanno Lee del biologo molecolare di TIGR piombo il gruppo nel usando una tecnica di microarray del DNA per confrontare l'espressione di più di 22.000 geni fra i ratti ipertesi, sani e del progettista. Studiando le caratteristiche fisiche e l'espressione genica di più di 800 ratti, il gruppo ha identificato i geni del candidato che possono contribuire alla malattia cardiovascolare, compreso alcuni geni non precedentemente connessi con la circostanza.

“Questi informazioni offrono una quantità senza precedenti di dati per i ricercatori cardiovascolari ad ora estraggono,„ osservazioni Lee, autore senior dello studio. L'autore principale Renae Malek, anche un biologo molecolare a TIGR, nota che il punto di informazioni ai geni di promessa per ad ipertensione sale sensibile, tra altre circostanze. Il database online derivando dallo studio, TREX definito, è disponibile gratis a: http://pga.tigr.org/.

TIGR continua a studiare i comitati delle razze del ratto del progettista e le speranze di Lee in futuro tramortire i geni specifici della malattia di cuore del candidato, direttamente verificanti i loro effetti. “Con tutte questi informazioni a disposizione, la scienza sta muovendosi da un microscopico verso la prospettiva globale della malattia di cuore,„ Lee dice. “Questo genererà i progetti di ricerca per anni giù la riga.„