Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Diffusione Sistematica del virus di influenza aviaria in caponi

I Ricercatori al Centro Medico di ERASMUS hanno dimostrato la diffusione sistematica del virus di influenza aviaria in caponi infettati tramite il contatto respiratorio, digestivo e del capone--capone.

Il documento scritto di Rimmelzwaan et al., “virus che di Influenza A (H5N1) l'infezione in caponi causa la malattia sistematica con gli itinerari novelli potenziali del virus spanti in seno e tra i host,„ compare nell'edizione di Gennaio Del Giornale Americano di Patologia.

L'Influenza aviaria (H5N1) è di grande preoccupazione a causa degli scoppi correnti in Asia e del potenziale per la diffusione di pandemia. Questo virus è altamente contagioso in uccelli e sparge facilmente dovuto la natura agricola e migratore delle specie dell'uccello infettato, compreso pollame, uccelli acquatici ed altre specie migratori (Vedi il commento da Brown per più informazioni). Mentre la diffusione di influenza aviaria dall'uccello all'uomo è conosciuta per accadere, come in primo luogo riferito durante lo scoppio 1997 di Hong Kong, la diffusione da uomo a uomo è estremamente rara. Quindi, gli eventi di malattia che hanno luogo durante la diffusione del mammifero--mammifero non sono buono caratterizzati.

per valutare la diffusione del virus dell'influenza H5N1 nei host mammiferi, nei caponi esaminati di Rimmelzwaan et al. infettati via le vie respiratorie, tramite apparato digerente (alimentandosi i pulcini infettati), o tramite il contatto vicino con i caponi respiratorio-infettati. I ricercatori, piombo dal Dott. Thijs Kuiken, poi hanno esaminato le mucose (gola, nasale ed i tamponi rettali) ed i sistemi dell'organo (respiratorio, digestivo, nervoso, cardiovascolare, urinario, linfoide e ghiandola endocrina) per la presenza di virus e di proteina virale.

Come previsto, tutti i caponi sono stati infettati con il virus H5N1 ed hanno esibito i sintomi clinici (febbre, letargia, respirazione lavorata, Ecc.) ed il virus è stato individuato in tamponi nasali e e rettali della gola, indipendentemente dal sito originale dell'infezione. La Maggior Parte di diffusione del virus e interessanti in tutto i sistemi dell'organo con il virus che è trovato in respiratorio e apparati digerente, di fegato, di rene, di cuore, di cervello e dei linfonodi. Ancora, l'esame dei tessuti infettati ha rivelato il danno cellulare ai siti che contengono le proteine virali, fornenti una spiegazione per la severità aumentata della malattia negli esseri umani.

Questi dati sottolineano il potenziale affinchè il virus dell'influenza si spargano non solo dalle vie respiratorie ma anche dagli apparati urinari digestivi e, notevolmente aumentante gli itinerari possibili della trasmissione mammifera. La malattia Sistematica lungamente è stata conosciuta per accadere in uccelli, con la via della trasmissione fecale-orale che è più importante. Tuttavia, questa è la prima dimostrazione della replica sistematica in caponi, fornente un racconto ammonitore per gli esseri umani per quanto riguarda come l'influenza è sparsa e come la malattia si presenta.

Rimmelzwaan ed i colleghi avvertono quello a causa della natura sistematica di influenza aviaria, “l'infezione virale H5N1 deve essere inclusa nella diagnosi differenziale di una più vasta gamma di presentazione clinico che corrente è fatto.„ Inoltre la migliore comprensione dei meccanismi della diffusione, compreso l'itinerario fecale-orale possibile in esseri umani, “può limitare il rischio di virus H5N1 che si sviluppa in un virus dell'influenza pandemico.„

http://ajp.amjpathol.org/