Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Cambia nell'ambiente del tessuto del petto che accade dopo che la gravidanza promuove la metastasi delle celle del tumore del petto

Cambia nell'ambiente del tessuto del petto che accade dopo che la gravidanza promuove la metastasi delle celle del tumore del petto. Il documento scritto di McDaniel et al., “la ricostruzione della lattazione seguente del microenvironment mammario promuove la metastasi delle cellule del tumore del petto,„ compare nell'edizione di febbraio del giornale americano di patologia ed è accompagnato da un commento.

Il petto umano subisce i cambi spettacolari nel corso della gravidanza, della lattazione e dell'involuzione (il trattamento tramite cui il tessuto producente latte è riassorbito ed il petto ritorna “al normale„). Questi trattamenti richiedono alle celle mammarie di proliferare, si differenziano e definitivo muoiono, eventi che sono determinati parzialmente dai cambiamenti nell'ambiente che circonda le celle, o matrice extracellulare. Come questi cambiamenti pregiudicano il risultato di cancro al seno è di grande interesse, particolarmente tenendo conto del collegamento epidemiologico fra cancro al seno dopo la gravidanza e la prognosi del povero.

Sotto il comando di Dr. Pepper Schedin, i ricercatori all'università di centro di scienza di salubrità di colorado hanno confrontato la matrice extracellulare dalle ghiandole mammarie dei ratti che esibiscono l'involuzione di post-lattazione a quella dei ratti vergini. Hanno trovato che la matrice dell'involuzione ha contenuto i livelli elevati delle proteasi della matrice ed ha degradato le proteine e generalmente più proteine della matrice che la matrice vergine, indicante che la matrice dell'involuzione stava subendo i mutamenti strutturali significativi. Quando le celle umane “normali„ immortalate del petto si sono sviluppate su ogni tipo di matrice, solo la matrice vergine ha supportato la formazione di strutture del tipo di condotta mammarie, ulteriori differenze di dimostrazione di segnalazione inerenti alla sorgente della matrice.

Le analisi in vitro di invasione hanno stabilito che le celle umane del tumore del petto migrassero molto meglio attraverso la matrice dell'involuzione che attraverso la matrice vergine. Di Schedin del gruppo esperimenti in vivo eseguiti dopo più ulteriormente per confermare che la matrice dell'involuzione di post-lattazione migliora la migrazione delle cellule del tumore (cioè metastasi). Le celle del tumore del petto erano miste con l'involuzione o la matrice del vergine e le miscele sono state iniettate nei cuscinetti grassi mammari dei mouse. Le celle umane del tumore hanno formato i piccoli tumori mammari, indipendentemente dalla sorgente della matrice; tuttavia, la matrice dell'involuzione ha esercitato una spinta più potente verso la metastasi, con l'espansione cellulare al polmone, al fegato ed al rene ed a promuovere lo sviluppo del vaso sanguigno, un requisito della sopravvivenza della metastasi.

Questi dati dimostrano l'importanza di in corso d'evoluzione del petto nell'evoluzione di cancro al seno. Specificamente, i cambiamenti nella matrice extracellulare che si presentano durante l'involuzione di post-gravidanza possono realmente promuovere la metastasi di cancro al seno dopo la gravidanza. Gli autori avanzano l'offerta che questi dati possono spiegare perché le donne con cancro al seno hanno diagnosticato fino a 5 anni dopo che la gravidanza è al maggior rischio di sviluppare le metastasi.

Questo lavoro egualmente evidenzia una variazione importante nel pensiero a che cancri di influenze da riprodurrsi per metastasi: il movimento dallo studio delle mutazioni genetiche specifiche a studiare l'ambiente del tumore.

Il fuoco sull'ambiente del tumore, o lo stroma, sta guadagnando negli ultimi anni la resistenza, come descritto minutamente nel commento da Sonnenschein e da Soto.