Tasto di impegno dei maritini alla felicità delle mogli

Uno studio dall'università di sociologi il W. Bradford Wilcox e Steven L. Nock della Virginia trova che il singolo la maggior parte del fattore importante nella felicità coniugale delle donne è il livello di impegno emozionale dei loro mariti -- non moneta, la divisione dei lavori domestici o altri fattori.

Lo studio egualmente trova che donne di cui i mariti utile la parte del leone reddito, che non lavorano fuori della casa, o che dividono un forte impegno al matrimonio per tutta la vita con il loro rapporto dei mariti i livelli elevati di felicità coniugale -- nel forte contrasto a saggezza popolare accademica, secondo gli autori. Inoltre, le percezioni dell'imparzialità importano per le donne sposate. Le donne che riferiscono che la divisione di lavori domestici è equa sono più felici nei loro matrimoni che le donne che pensano che i loro mariti non facciano la loro parte equa.

Lo studio, “che cosa è amore messo a fare con? L'uguaglianza, l'azione ordinaria, l'impegno e la qualità coniugale delle donne,„ compare nell'emissione delle forze sociali, una di marzo delle pubblicazioni più tenute in gran considerazione del paese della sociologia. Attinge l'indagine nazionale delle famiglie e dei gruppi famigliari, che hanno campionato più di 5.000 coppie intorno agli Stati Uniti.

Uno studio non pubblicato relativo da Wilcox ha trovato che anche donne che supportano le idee egalitarie -- coloro che pensa che uomini e donne se entrambi utile ugualmente i lavori domestici dell'azione e di reddito -- egualmente sia più felice nei loro matrimoni quando i loro mariti utile la parte del leone reddito e quando non lavorano fuori della casa.

“Indipendentemente che donne sposate dicono dalle credono circa il genere, essi tendono ad avere matrimoni più felici quando il loro marito è un buon fornitore -- a condizione che egualmente è impegnato emozionalmente,„ Wilcox ha detto. “Molto sono stato sorpreso trovare che anche le donne di mente egalitaria sono più felici quando i loro matrimoni sono organizzati seguendo più righe gendered.„

Il determinante più importante della felicità coniugale delle donne è l'impegno emozionale dei loro mariti. La maggior parte della ricerca sui matrimoni americani ha messo a fuoco sulla divisione di lavori domestici e di lavoro pagato -- chi fa che cosa dentro e fuori della casa. Il nuovo studio, al contrario, mostra a mogli la cura la maggior parte circa quanto affettuoso e capendo i loro mariti sono e quanto tempo di qualità passano con i loro mariti.

Wilcox e Nock hanno trovato che le donne sono più felici nei loro matrimoni quando i loro mariti utile 68 per cento o più del reddito della coppia. Inoltre, le donne che non lavorano fuori dai matrimoni più felici di rapporto domestico e passano più tempo di qualità con i loro mariti. Per concludere, donne che hanno atteggiamenti più tradizionali -- chi credono, per esempio, che le donne dovrebbero catturare il comando nella cattura della cura della casa e della famiglia e che gli uomini dovrebbero catturare il comando nell'utile -- sia più felice nei loro matrimoni, riferisca più affetto e la comprensione dai loro mariti e passi più tempo di qualità con i loro mariti.

Di impegno argomenti anche. Donne che dividono con i loro mariti un forte impegno al matrimonio per tutta la vita -- chi, per esempio, pensano che il matrimonio sia “una relazione di vita e dovrebbe non essere cessato mai eccetto nelle circostanze estreme„ -- sia molto più probabile riferire che sono felici nei loro matrimoni e che sono soddisfatti dell'affetto e della comprensione essi ricevono dai loro mariti, confrontati alle donne che non hanno un tal impegno al matrimonio. L'impegno comune sembra generare la fiducia reciproca ed i livelli elevati dell'investimento emozionale da parte dei mariti -- entrambi i fattori che promuovono la felicità coniugale fra le donne.

L'imparzialità importa nella modellatura la qualità e del carattere dei matrimoni delle donne. Le donne sposate sono più felici nei loro matrimoni quando pensano che i lavori domestici siano divisi equo e percepiscono il loro matrimonio per essere eque. Egualmente passano più tempo di qualità con i loro mariti quando pensano che i lavori domestici siano divisi equo. Ma le loro percezioni dell'imparzialità in questa area non sono collegate coerente con una divisione 50-50 di lavori domestici. Quasi due terzi delle donne sposate riferiscono che sono soddisfatte della divisione di lavori domestici; ma la maggior parte di queste donne egualmente fanno la maggior parte dei lavoretti intorno alla casa. L'uno o l'altro perché hanno un mindset tradizionale o perché pensano il loro marito stanno dando i contributi importanti come fornitore o come padre, osservano una divisione disuguale dei lavoretti intorno alla casa come equa.

“La saggezza convenzionale e accademica ora suggerisce che i matrimoni “del meglio„ siano sindacati degli uguali,„ Nock ha detto. “Il nostro lavoro suggerisce che la realtà sia più complicata. Le mogli sono certamente sensibili agli squilibri nelle mansioni e negli sforzi sistematici, poichè quasi tutta la ricerca mostra. Tuttavia, troviamo che di più si preoccupano degli investimenti del loro marito nel contenuto emozionale del matrimonio. Interpretiamo i nostri risultati per suggerire che i partner debbano prestare più attenzione a come i loro partner ritengono generalmente circa la loro relazione e circa il matrimonio perché l'uguaglianza necessariamente non produce l'azione ordinaria.„

Wilcox è un assistente universitario della sociologia a U.Va e corrente sta servendo da collega residente all'istituto per i valori americani in New York. Nock è un professore della sociologia a U.Va.