I ginseng possono migliorare la sopravvivenza e la qualità di vita dopo una diagnosi di cancro al seno

I ginseng, una delle erbe più ampiamente usate in cinese la medicina del cinese tradizionale, possono migliorare la sopravvivenza e la qualità di vita dopo una diagnosi di cancro al seno, secondo uno studio recente dai ricercatori del centro del Cancro di Vanderbilt-Ingram.

Ginseng

Il grande studio epidemiologico, piombo dal Xiao-Ou Shu, M.D., Ph.D., è stato pubblicato recentemente online nel giornale americano dell'epidemiologia.

Il ginseng è un'erba perenne a crescita lenta di cui le root sono state utilizzate nella medicina di cinese tradizionale per più di 2.000 anni. Le due classi principali di ginseng - rossi e bianco- abbia effetti biologici differenti, secondo la teoria della medicina di cinese tradizionale. Il bianco, o non trattato, ginseng è usato per i lungi periodi per promuovere la salubrità generale, la vitalità e la longevità. Il rosso, o elaborato, ginseng fornisce un effetto molto più forte ed è usato in breve periodi da aiutare nel ripristino di malattia.

Entrambe le varietà di ginseng contengono più di 30 prodotti chimici, chiamati ginsenosides, che hanno effetti antitumorali nella coltura cellulare e negli studi sugli animali, suggerenti che le erbe possano fornire i vantaggi specifici ai malati di cancro. Infatti, l'uso dei ginseng sta aumentando negli ultimi anni fra i malati di cancro, specialmente in donne diagnosticate con cancro al seno.

Tuttavia, malgrado i risultati incoraggianti del laboratorio, l'analisi scientifica delle popolazioni del ricoverato delle indennità-malattia del ginseng sta mancando di. “C'è molto scetticismo circa medicina di erbe,„ ha detto Shu. “Ecco perché stiamo adottando l'approccio d'osservazione attualmente vedere se c'è dell'efficacia. In caso affermativo, possiamo andare alla fase prossima e finalmente andiamo nei test clinici.„

Shu ed i colleghi hanno valutato gli effetti di uso dei ginseng nei superstiti del cancro al seno come componente di grande studio epidemiologico, lo studio del cancro al seno di Shanghai, che ha seguito 1.455 pazienti di cancro al seno a Shanghai dal 1996. Per lo studio corrente, Shu ed i pazienti di cancro al seno valutati colleghi per i ginseng usano entrambi prima e dopo la loro diagnosi di cancro al seno. Tutti i pazienti che hanno usato i ginseng avevano ricevuto almeno un tipo di terapia convenzionale del cancro (per esempio, ambulatorio, chemioterapia e/o radioterapia).

Le informazioni su uso dei ginseng prima della diagnosi del cancro, che era disponibile per ogni oggetto, sono state usate per determinare se i ginseng priori usano la sopravvivenza preveduta. A seguito - circa tre - quattro anni dopo la diagnosi - i ricercatori hanno chiesto notizie su uso dei ginseng dalla diagnosi. Quelle informazioni, che erano disponibili soltanto per i superstiti, sono state usate per esaminare le misure di qualità di vita - benessere psicologico, sociale e materiale cioè, di fisico medica.

Prima della diagnosi, circa un quarto dei pazienti (27,4 per cento) ha riferito usando i ginseng regolarmente. Dopo che la diagnosi, quella percentuale ha saltato a 62,8 per cento, i ricercatori hanno trovato. Egualmente hanno trovato i miglioramenti significativi sia nelle misure di qualità di vita che di sopravvivenza in pazienti che hanno usato i ginseng. “Quando i pazienti hanno usato i ginseng prima della diagnosi, hanno teso ad avere più alta sopravvivenza,„ Shu hanno spiegato. “Uso dei ginseng dopo che la diagnosi del cancro è stata collegata con qualità di vita migliore.„

I risultati suggeriscono che i ginseng possano fornire i vantaggi tangibili ai superstiti del cancro al seno, ma ci sono limitazioni allo studio. Le varietà ed i metodi di uso dei ginseng e dell'uso di altre terapie complementari ed alternative non hanno potuto completamente essere rappresentati nell'analisi. Inoltre, le misure di qualità di vita esclusivamente hanno contato sulla auto-segnalazione paziente.

Sebbene gli effetti secondari di uso dei ginseng non siano registrati in questo studio, Shu ha avvertito che la root apparentemente innocua può creare i problemi una volta usata impropriamente e dovrebbe essere catturata con prudenza. “Non è “una droga„ in termini di gestione da FDA, ma è stato utilizzato come droga nella medicina di cinese tradizionale,„ ha detto. “Qualsiasi droga può avere alcuni effetti secondari e può interagire con altre droghe. Così, discuta con il vostro medico di pronto intervento prima che decidiate di catturare le root o i prodotti dei ginseng.„

Shu spera di confermare ed ampliare i risultati correnti attraverso la raccolta dei dati continuata in questa popolazione paziente, da un altro studio in corso di 4.000 pazienti di cancro al seno e finalmente, nei test clinici ripartiti con scelta casuale. Lo studio scientifico sulle medicine complementari ed alternative è complesso comunque, ha detto Shu. “La medicina tradizionale cinese molto è individualizzata. Vi dà le droghe differenti basate sui vostri sintomi e sulla vostra salubrità globale. C'è molto da imparare.„