Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Chiami per accelerare l'accesso agli avanzamenti innovatori per tutti i pazienti di cancro al seno

Gli specialisti e gli avvocati del cancro al seno alla quinta conferenza europea del cancro al seno (EBCC-5) hanno richiesto i pazienti per avere accesso uguale e veloce ai nuovi trattamenti e procedure di cancro al seno, non appena sono convalidati dai test clinici comparativi.

Medici ed i gruppi pazienti temono che le donne attraverso Europa non stiano ottenendo l'accesso tempestivo alle nuove droghe ed unità che potrebbero contribuire a prolungare la loro sopravvivenza e benessere. Gli sviluppi recenti della radioterapia e della chirurgia ricostruttiva intra-operative al petto sono stati resi accessibili rapidamente alle donne negli Stati Uniti, ma anche ottenere sopra al test clinico pertinente ha provato quasi impossibile per le loro controparti europee.

Gli studi di inglese e l'anno scorso dell'italiano hanno dimostrato la fattibilità della terapia radiofonica intra-operativa. Hanno trovato che quello consegnare la radiazione direttamente al petto aperto durante la chirurgia è sembrato essere potenzialmente efficace quanto sei settimane della radioterapia esterna. I pazienti hanno avuti il loro cancro al seno eliminato chirurgicamente e loro trattamento tutto della radioterapia in una degenza in ospedale. La nuova esposizione a radiazioni anche limitata di trattamento al resto di altri organi dei pazienti dell'interfaccia e, impedente ulteriore danno di tessuto. Tuttavia, ci sono soltanto alcuni centri attraverso Europa che può effettuare la radioterapia intra-operativa e molti pazienti non possono trarre giovamento da questi avanzamenti. I pazienti ancora stanno affrontando i tempi di attesa lungamente e devono viaggiare distanze lunghe e noiose ai centri della radioterapia.

L'impatto psicologico di avere un eliminato petto dovuto cancro è stato ben documentato. Tuttavia, i nuovi sviluppi dell'ambulatorio ricostruttivo del petto possono migliorare significativamente la fiducia ed il benessere di un paziente; purtroppo queste tecniche chirurgiche non sono a disposizione di tutti i pazienti europei. I chirurghi del petto possono ora eseguire una mastetomia che elimina il tumore maligno ed il tessuto circostante del petto mentre risparmiando il capezzolo. L'ambulatorio di risparmio del capezzolo può migliorare notevolmente lo sguardo ed il tatto del petto e migliorare l'auto fiducia di un paziente.

I chirurghi possono ora ricostruire un petto subito dopo che il cancro è eliminato facendo uso degli innesti artificiali o persino tessuto dell'organismo del proprio (ricostruzione autologa del tessuto) o di una combinazione di ricostruzione e di innesti del tessuto. La ricostruzione del petto è una procedura complessa che deve essere eseguita in un da un chirurgo plastico esperto, purtroppo non tutti i pazienti ha accesso ai chirurghi che possono effettuare queste nuove tecniche.

Un altro esempio attuale di complessità nell'accesso ai trattamenti è il caso del trastuzumab della droga (Herceptin.). Corrente la droga è conceduta una licenza a dall'EMEA (Agenzia europea per i medicinali) per le donne con il cancro al seno avanzato della fase ma non per quelle con le fasi iniziali della malattia. I risultati recenti di quattro grandi test clinici hanno mostrato una riduzione significativa della ricorrenza del cancro al seno per le donne con cancro al seno positivo HER2, una volta dati la post-chirurgia della droga. Medici del cancro al seno sostengono che i risultati delle quattro prove sono sufficiente coercitivi raccomandare il trastuzumab ausiliario come opzione standard dopo chirurgia in pazienti appropriati. Il lagtime fra l'annuncio dei risultati dei test clinici e l'osservazione delle applicazioni dall'industria, la mancanza di definizione precisa “dei pazienti appropriati„, la diversità dei sistemi sanitari nazionali (anche all'interno dell'UE) e le loro polizze eterogenee del risarcimento può impedire i centinaia di pazienti che godono dei vantaggi di questa droga quando lo hanno bisogno.

Il Dott. Alberto Costa, Presidente della conferenza EBCC-5 commenta, “i provvedimenti devono essere presi in modo che le donne in paesi differenti abbiano accesso uguale e rapido ai nuovi e migliori trattamenti e procedure. È spiacevole che tante donne ancora non stanno ricevendo il trattamento che dia loro la migliore possibilità di sopravvivenza e migliore qualità di vita.„