Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Soltanto 43 per cento della gente più anziana con il diabete ricevono le medicine che potrebbero proteggere il loro cuore e reni

Soltanto 43 per cento della gente più anziana con il diabete ricevono le medicine che potrebbero proteggere il loro cuore e reni, malgrado il fatto che virtualmente tutti potrebbero trarre giovamento da quelle droghe, un nuovo studio dell'università del Michigan trovano. E perfino fra quelli con il la maggior parte da guadagnare dalle medicine, la tariffa di uso raggiunge a mala pena 53 per cento.

Le classi di farmaci di prescrizione, chiamate ACE-inibitore e ARBs in breve, sono state raccomandate dalle linee guida nazionali del diabete-trattamento per anni, a causa della prova ben fondata che potessero impedire gli attacchi di cuore, i colpi, l'insufficienza renale ed altri problemi che minacciano sproporzionatamente la gente più anziana che ha diabete. Le droghe economiche sono raccomandate particolarmente per i diabetici che già danno segni di danno del rene o del cuore, o che hanno ipertensione.

Ma il primo studio nazionale sul loro uso reale in diabetici sopra l'età 55 rivela un grande spazio fra che cosa dovrebbe essere e che cosa è.

Gli studi, pubblicati nell'edizione di aprile del giornale di medicina interna generale, sono stati intrapresi dal ricercatore Allison Rosen, M.D., Sc.D. della facoltà di medicina di U-M, facendo uso dei dati dall'indagine nazionale federale dell'esame di nutrizione e di salubrità (NHANES).

“Queste sono droghe che conosciamo le vite di risparmi e risparmiamo la moneta ed ancora stiamo utilizzandole soltanto in di meno che metà della gente che potrebbe avvantaggiarsi,„ dice Rosen, un assistente universitario di medicina interna al U-M che anche posizioni di tenute al banco di U-M della salute pubblica e del sistema sanitario di VA Ann Arbor. “Direzione particolarmente che la loro tariffa di uso non è molto più alta nella gente molto probabilmente guadagnare - cioè, quelli con le indicazioni ed i fattori di rischio clinici multipli.„

Rosen nota che lo studio non ha rivelato le ragioni per cui l'uso delle droghe sia stato così basso. Ma dice che la mancanza di consapevolezza fra i medici, il costo ai pazienti e la mancanza di efficaci misure per tenere la carreggiata ed incoraggiare l'uso delle droghe possono tutta contribuire.

L'anno scorso, Rosen ed i suoi colleghi hanno pubblicato una rappresentazione di studio che il sistema di Assistenza sanitaria statale potrebbe realmente risparmiare la moneta mentre salvava migliaia di vite dando gli ACE-inibitore liberi e ARBs ai sui partecipanti diabetici ad uno sforzo per incoraggiare più uso delle droghe.

Un tal programma infine salverebbe le vite e diminuirebbe spendere impedendo le complicazioni cardiovascolari e in relazione con il rene di salubrità -- e le ospedalizzazioni costose, sessioni di dialisi, operazioni ed altri trattamenti che richiederebbero.

Anche se i libero farmaci programmano soltanto l'ACE-inibitore aumentato e l'uso di ARB a 50 per cento dei pazienti, il sistema di Assistenza sanitaria statale ancora risparmierebbe a lungo termine la moneta, lo studio 2005 trovato.

Lo studio recentemente pubblicato è basato sui dati da un campione nazionalmente rappresentativo degli adulti sopra l'età 55 con il diabete, tutti di chi ha subito un esame di salubrità, un esame del farmaco e un'intervista accurati nel quadro del programma di NHANES.

Rosen ha valutato la percentuale che stava utilizzando tutta la droga nella classe di ARB o di ACE ed ha corrisposto sul numero totale di ogni persona delle indicazioni e dei fattori di rischio che avrebbero aumentato il vantaggio che avrebbero ricevuto dalle droghe.

Tre indicazioni cliniche sono state esaminate: Malattia cardiovascolare di qualsiasi ordinamento compreso infarto, cronologia di attacco di cuore o del colpo, o le arterie coronarie ostruite; ipertensione, se gestito dal farmaco oppure no; e la presenza di proteina nell'urina del paziente, una circostanza ha chiamato l'albuminuria che indica la funzione alterata del rene.

Le linee guida nazionali dicono che affatto il diabetico che hanno anche una di quelle indicazioni cliniche dovrebbe catturare un ACE-inibitore o un ARB, eccezione fatta per un numero molto piccolo non possono potere catturarli. Gli studi egualmente suggeriscono che le droghe siano utili ai diabetici che fumano o hanno ricco in colesterolo, ma chi ancora non hanno avvertito i problemi, l'ipertensione o i problemi cardiovascolari del rene.

In tutto, 92 per cento dei partecipanti al nuovo studio hanno incontrato almeno una delle tre indicazioni cliniche della linea guida e 100 per cento hanno avuti uno delle indicazioni cliniche o di un fattore di rischio supplementare per la malattia cardiovascolare. Appena al disopra 34 per cento ha avuto malattia cardiovascolare, quasi 47 per cento hanno avuti albuminuria e quasi 83 per cento hanno avuti ipertensione. Quasi 73 per cento hanno avuti ricco in colesterolo e 24 per cento hanno fumato.

“Cioè ogni della gente in questa indagine nazionalmente rappresentativa probabilmente dovrebbe catturare un ACE-inibitore o un ARB e la maggior parte non erano,„ dice Rosen. “Più fattori di rischio ed indicazioni qualcuno hanno avuti, più probabili fossero di essere su una di queste droghe, ma ancora, anche nella gente con quattro o più indicazioni di essere trattato con queste droghe della salvavita, solo 53 per cento erano su loro.„

Rosen dice spera che i risultati di studio incoraggino i medici, gli assicuratori, gli ospedali ed altri a trovare i nuovi modi incoraggiare l'ACE-inibitore e l'uso di ARB fra la gente con il diabete. Nota che la corrente “qualità valuta„ che è usato per valutare i fornitori di cure mediche e pianificazioni di salubrità non comprende tipicamente le misure di uso di ARB e di ACE. , Tuttavia, comprendono spesso una misura di ogni quanto tempo i diabetici ricevono gli esami delle urine -- ma non misurano che cosa accade dopo che i risultati di quelle prove ritornano, particolarmente se l'albuminuria è trovata.

“Il modo che stiamo misurando la qualità in questa area non sta funzionando,„ Rosen dice. “Dobbiamo creare gli incentivi ed i benchmark che incoraggieranno la prescrizione responsabile degli ACE-inibitore e di ARBs, mentre però creando le circostanze che abbasseranno le barriere dei pazienti a usando questi farmaci.„

Nel frattempo, aggiunge, la gente con il diabete dovrebbe parlare con loro medici circa se dovrebbero catturare uno o più delle droghe nell'ACE-inibitore o nelle classi di ARB di droghe. Tali droghe sono disponibili come medicine di nome di marca e generiche e possono costare meno di $300 all'anno.