Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La mappa del cervello umano fa il nuovo indicatore luminoso su dislessia

La mappatura del cervello umano all'università di Auckland ha rivelato che l'attività di cervello anormale sembra essere la ragione per la quale alcune vittime di dislessia lo trovano difficile imparare leggere.

Il gruppo di ricerca al dipartimento della psicologia nella facoltà di scienza, intestata dal Dott. Karen Waldie, sta usando l'imaging a risonanza magnetica funzionale (fMRI) per mappare i reticoli di attività nei cervelli dei lettori e degli adulti normali con dislessia. Il nuovo studio ha utilizzato il commputer recentemente installato del fMRI dell'università, il primo del suo digita dentro la Nuova Zelanda, non invadente riflette il flusso sanguigno nel cervello durante le mansioni di lettura specifiche.

Le influenze di dislessia circa sette per cento della popolazione della Nuova Zelanda e là non è maturazione conosciuta, sebbene sia pensato che la maggior comprensione della base neurologica di fondo della circostanza assista nella migliori diagnosi e gestione. La dislessia fonologica è il più prevalente, pregiudicando circa 70 per cento dei bambini con le difficoltà della lettura causate da dislessia. I bambini con dislessia fonologica non possono decodificare foneticamente le parole scritte - cioè, suoni del socio con le lettere - con conseguente lettura di grande difficoltà poco familiare e non parole.

L'università di studio di Auckland ha mostrato principalmente l'attività di cervello di emisfero sinistro quando i lettori normali sono stati chiesti di eseguire tre mansioni di lettura differenti, compreso ad un compito di lettura basato a metodo di insegnamento fonetico dove le stringhe della lettera devono essere sondate-fuori silenziosamente per ottenere la risposta corretta. Al contrario, gli adulti del dislessico hanno mostrato l'attività molto limitata del sinistro-cervello durante queste mansioni, con la maggior parte della attività che è nel cervello giusto.

“Oltre 80 anni, scienziati stanno cercando la ragione per la quale i bambini altrimenti intelligenti e motivati incontrano difficoltà che imparano leggere,„ il Dott. commentato Waldie. “Con l'uso di queste nuove tecniche di rappresentazione, abbiamo potuti evidenziare una differenza vistosa nell'attività di cervello fra gli adulti della lettura normale e gli adulti con dislessia fonologica.„

“La sola attività significativa nel dislessico che fonologico il gruppo era nei lobi frontali di giusto emisfero del cervello,„ lei è continuato. “Questo potrebbe essere il risultato del cervello del dislessico che prova a compensare un sistema di linguaggio inefficiente del sinistro-cervello - un sistema che potrebbe essere compromesso durante lo sviluppo del cervello o semplicemente geneticamente duro è collegato per essere un po'differente dalla norma.„

La ricerca supplementare metterà a fuoco sopra se i reticoli del cervello osservati riflettono un'anomalia fondamentale del cervello o sono una risposta a lungo termine alle difficoltà leggenti. Corrente, il gruppo del Dott. Waldie sta cercando i cinque adulti più ancora di 18-38 anni, con una cronologia dei problemi severi della lettura, per partecipare allo studio, che comprende eseguire le varie mansioni di lettura mentre il cervello è scandito facendo uso del commputer del fMRI.