Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'ipnoterapia allevia il dolore toracico non collegato alla malattia di cuore

Secondo un piccolo studio nel Regno Unito, l'ipnoterapia era utile nell'alleviamento del dolore toracico del tipo di angina avvertito qualche gente quale non è causato a memoria la malattia.

La circostanza è molto debilitante ed è difficile da trattare e tutta la prova indica che i pazienti con la circostanza e con le arterie coronarie normali hanno una prognosi eccellente per quanto riguarda speranza di vita ed avere un a basso rischio della coronaropatia di sviluppo in fase più avanzata.

Malgrado questa conoscenza tali pazienti rimangono ansiosi e difficili di rassicurare e continuano a catturare il farmaco antianginoso ed a chiedere più spesso il parere medico delle persone con la coronaropatia provata.

Il Dott. Peter Whorwell e colleghi dell'ospedale di Wythenshawe a Manchester ha studiato 28 pazienti con angiografia coronaria normale e nessuna prova di bruciore di stomaco.

Il gruppo è stato dato dodici 30 sessioni minute dell'ipnoterapia o “la terapia complementare„ più un farmaco del placebo su un periodo di 17 settimane.

I pazienti sono stati dati un'esercitazione circa il loro stato ed i fattori che potrebbero essere implicati, quali le perturbazioni nella motilità e sensazione e sforzo viscerali.

Poi, dopo rilassamento muscolare progressivo, i suggerimenti “torace-messi a fuoco„ sono stati introdotti, “vertuto normalizzazione della funzione„ dell'esofago.

I suggerimenti più diretti circa riduzione di dolore e miglioramento di salubrità si sono aggiunti.

I pazienti egualmente sono stati dati una cassetta audio o un CD di ogni sessione e sono stati incoraggiati per praticare a casa.

L'età media dei 15 pazienti di ipnoterapia, compreso 10 donne, era 60, mentre nei 13 comandi, compreso otto donne, era 54.

Dodici di 15 dei pazienti di ipnoterapia hanno avvertito un miglioramento nel dolore rispetto a soltanto tre di 13 dei comandi.

L'ipnoterapia egualmente ha prodotto un miglioramento significativo nel benessere e quei pazienti potevano diminuire il loro uso dei farmaci, mentre i comandi hanno aumentato il loro uso, creante una differenza significativa a favore dell'ipnoterapia, dicono i ricercatori.

Fra la pletora di droghe catturate da entrambi i gruppi erano i betabloccanti, gli stampi di calcio-Manica, gli attivatori di potassio-Manica, i nitrati, l'aspirina e gli statins.

I livelli della depressione e di ansia erano simili in entrambi i gruppi e sono stati rimanere identicamente, secondo lo studio.

La terapia complementare è fornito stata da un assistente di ricerca uguale nello stato al hypnotherapist ed i pazienti sono incoraggiato stati a discutere i loro sintomi fisici ed emissioni emozionali ed egualmente sono stati dati il farmaco del placebo per amplificare gli effetti.

I ricercatori precedentemente hanno indicato che l'ipnoterapia è un vantaggio ai pazienti con la sindrome di viscere irritabili, permettendo alla riduzione del farmaco usata ed alle visite al medico.

I ricercatori dicono che la terapia egualmente sembra avere buon dolore-alleviando le qualità, suggerite dalle scansioni di cervello che mostrano l'effetto del trattamento su una regione del cervello che elabora il contenuto emozionale degli stimoli dolorosi.

Whorwell ed il suo gruppo riconoscono che l'ipnoterapia può essere costosa, ma che dicono che potrebbe ridurre a lungo termine i costi tramite delle prove, il farmaco e le visite di diminuzione a medici.

La ricerca è pubblicata in intestino, maggio 2006.