Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Taxotere in combinazione con la chemioterapia standard migliora la sopravvivenza nei tumori della testa e del collo

L'aggiunta di docetaxel (Taxotere) ad un regime chemioterapico iniziale per la testa e al collo inoperabile ridotto la mortalità di quasi il 30 per cento in tre anni dopo il trattamento rispetto allo standard combinazione di due farmaci, i ricercatori di Dana-Farber Cancer Institute di Boston riporterà a l' American Society of Clinical Oncology riunione annuale di Atlanta.

Il vantaggio di sopravvivenza emerso da uno studio clinico internazionale di oltre 500 pazienti con carcinoma a cellule squamose della testa e del collo trattati con un regime sequenziale che comprendeva chemioterapia di induzione e chemioradioterapia, spiega Marshall R. Posner, MD, direttore di oncologia testa e collo Dana-Farber.

"Questo cambia lo standard di cura per la chemioterapia e la radioterapia per cancro della testa e del collo in questo paese", dice Posner.

Negli ultimi anni, Posner e colleghi del Dana-Farber hanno sviluppato una modalità multi-terapia per non operabile, localmente avanzato, testa e collo, tumori che possono ridurre la necessità di rimuovere gli organi critici dando le probabilità di sopravvivenza buon paziente. La prima fase è la chemioterapia di induzione con una combinazione di farmaci seguita da radioterapia simultanea frazionato e trattamento settimanale con la chemioterapia carboplatino. I pazienti poi avere un intervento chirurgico, se necessario.

Una combinazione di cisplatino e fluorouracile (5-FU) è stato usato per la chemioterapia di induzione. Squadra di Posner ha aggiunto docetaxel (Taxotere) come terzo farmaco, e lo studio clinico ha confrontato l'tre farmaci contro le due-droga regime. Dal 1999 al 2003, un totale di 538 pazienti sono stati randomizzati a due trattamenti, 501 pazienti erano valutabili. I pazienti sono stati seguiti per almeno due anni, e il 79 per cento sono stati seguiti per tre anni.

Le stime di sopravvivenza per tre anni ha mostrato che l'aggiunta di docetaxel ha ridotto il rischio di mortalità del 30 per cento: la sopravvivenza a tre anni è stato il 62 per cento con la combinazione di tre farmaci rispetto al 48 per cento sul regime standard. I profili di sicurezza sono risultati simili in entrambi i bracci dello studio, afferma Posner, che è anche professore associato di medicina alla Harvard Medical School.

Quasi 40.000 casi di tumori della testa e del collo saranno diagnosticati nel 2006, secondo l'American Cancer Society, e circa 7.400 decessi.

http://www.dfci.harvard.edu