Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuova spinta per affrontare le priorità in sessuale e nella salute riproduttiva

Le guide dell'organizzazione mondiale della sanità (WHO) e del FNUP, il fondo della popolazione delle nazioni unite, stanno coordinando l'atto invertire la tendenza globale dei livelli di deterioramento di sessuale e di salute riproduttiva e diminuire l'impatto negativo sulle madri, sui bambini e sui giovani.

Globalmente, i servizi medico-sanitari insufficienti di salute riproduttiva e sessuali hanno provocato le morti ostetriche ed i numeri aumentanti sessualmente - delle infezioni trasmesse (STIs), specialmente in paesi in via di sviluppo. Il WHO stima che 340 milione nuovi casi sessualmente - le infezioni batteriche trasmesse, quali clamidia e la gonorrea si presentano annualmente nella gente invecchiata di 15 - 49. Molti sono non trattati a causa di mancanza di accesso ai servizi. Inoltre, milioni di casi dell'infezione virale, compreso il HIV, accadono ogni anno. Sessualmente - l'infezione virale umana trasmessa del papilloma (HPV) è associata molto attentamente con cancro cervicale, che è diagnosticato in più di 490 000 donne e causa a 240 000 morti ogni anno.

Intorno otto milione donne che diventano incinte ogni anno soffrono le complicazioni pericolose come conseguenza di sessualmente - infezioni trasmesse e salubrità sessuale difficile. Annualmente, le 529 000 donne stimate, quasi tutte in paesi in via di sviluppo, muoiono durante la gravidanza ed il parto dalle cause in gran parte evitabili.

“C'è un aumento realmente preoccupantesi nel numero e nella severità di sessualmente - infezioni trasmesse,„ dice il Dott. Anders Nordström, il Direttore Generale sostituto, WHO. “Ma le conseguenze di povero sessuale e di salute riproduttiva vanno ben oltre STIs. Piombo direttamente alla malattia ed alla morte completamente evitabili. È oggi inaccettabile affinchè una donna muoia nel parto, o affinchè una persona diventi HIV positiva in mancanza di informazioni e di risorse.„

I giovani sono particolarmente vulnerabili. Più di 100 milioni curabili sessualmente - le infezioni trasmesse accadono ogni anno e una proporzione significativa delle 4,1 milione nuove infezioni HIV si presenta fra 15 anni to-24. In sessualmente - i problemi sanitari sessuali e di salute riproduttiva attivi degli adolescenti (di 10-19 anni), comprendono la gravidanza iniziale, aborto pericoloso, STIs compreso il HIV e coercizione e violenza sessuali.

“È chiaro che gli scopi 5 e 4 dello sviluppo di millennio per diminuire le morti di bambino e della madre da ora al 2015 non possono essere raggiunti senza investire in sessuale e nella salute riproduttiva,„ dice sig.ra Thoraya Ahmed Obaid, il direttore esecutivo, FNUP. “Per esempio, la gravidanza non intenzionale evitante e diminuire l'esigenza insoddisfatta di pianificazione familiare sono interventi chiave nel miglioramento della salubrità materna e nella diminuzione della morte perinatale. Tuttavia, in paesi in via di sviluppo ed in quelli nella transizione, le 200 milione donne stimate mancano dell'accesso a pianificazione familiare.„

Inoltre, in alcune culture, tre milione ragazze e giovani donne sono sottoposte ogni anno alla mutilazione/taglio genitali che, negli studi recenti dal WHO, è stato indicato significativamente ad aumento il rischio di morte e lesione grave per i neonati e le loro madri intorno al parto.

A seguito di una riunione ad alto livello il venerdì, le guide hanno acconsentito le agenzie coordineranno l'atto in paesi assicurarsi che i programmi fossero più efficaci e responsabili per i risultati.

Lo scopo è di portare su scala industriale il lavoro per mettere una serie di proposte ed iniziative globali in atto in paesi: La strategia globale di salute riproduttiva, firmata tramite l'Assemblea di salubrità di mondo, una risoluzione 2005 sul raggiungimento degli scopi correlati con la salute internazionalmente acconsentiti di sviluppo, compreso quelli contenuti nella dichiarazione di millennio, un altro sul lavoro verso la copertura universale degli interventi materni, neonati e di salute dei bambini e della risoluzione di quest'anno dell'Assemblea di salubrità di mondo acconsentire alla strategia globale per affrontare sessualmente - le infezioni trasmesse.

Un comunicato pubblicato alla fine della riunione ha identificato una serie di settori prioritari compreso:

  • Un piano d'azione coordinato per applicare la prevenzione globale e strategia di controllo di STI;
  • Supporto ai paesi per aumentare negli gli addetti esperti di salubrità nei paesi dell'obiettivo;
  • Programmi di lavoro coordinati su salubrità riproduttiva, materna, neonata ed adolescente migliorare;
  • “Lle pianificazioni di una struttura„ per i 16 paesi africani coperti dalla struttura strategica completata appena dalle agenzie dell'ONU;
  • Avvocatura per l'inclusione di sessuale e di salute riproduttiva nella pianificazione economica nazionale quali le strategie di riduzione di povertà (PRSPs);
  • Rafforzamento dei legami fra il HIV e sessuale e la salute riproduttiva con atto coordinato nella prevenzione, nella cura e nel trattamento del HIV;
  • Addestramento unito dei gruppi del paese sul procedimento per la pianificazione ed il lavoro insieme alle rassegne di competenza del livello e della giunzione di paese;
  • Lavoro coordinato nell'indirizzo dei paesi:
    • Mutilazione/taglio genitali femminili
    • Fistola ostetrica
    • Violenza contro le donne, includenti nelle emergenze
    • Un programma pilota in due paesi per presentare il vaccino del virus di papilloma (HPV) umano
    • Risorse umane per salubrità.

“Il tasto è di fare le pianificazioni pratiche per applicare queste strategie,„ dice sig.ra Obaid. “Siamo affrontati ad un bisogno urgente di aumentare l'investimento in sessuale e nella salute riproduttiva per assicurare l'accesso ai servizi medico-sanitari di salute riproduttiva di qualità, compreso ai i servizi adatti a gioventù e per collegare la prevenzione di STI e di HIV/AIDS con i servizi medico-sanitari di salute riproduttiva e vice versa.„

“Il supporto e l'avvocatura del paese stanno andando essere elementi vitali affinchè tutto il riuscito tentativo diminuiscano l'impatto di povero sessuale e salute riproduttiva,„ dice il Dott. Nordström. “La prova indica che gli investimenti in e l'accesso a sessuale ed a salute riproduttiva, compreso pianificazione familiare, sono essenziali a rompere il ciclo di povertà. Ciò poi libera le risorse della famiglia e del cittadino per gli investimenti nella salubrità, nella nutrizione e nella formazione, promuovente lo sviluppo economico con i rendimenti tangibili.„