Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'antistaminico popolare usato per aiutare il sonno dei bambini piccoli è inefficace

Sebbene circa la metà dei pediatri raccomandi che il minorenne 2 dei bambini possa essere dato la difenidramina per aiutarle a dormire, il primo studio per esaminare l'efficacia dell'agente in bambini che sono quei giovani non ha trovato vantaggio.

Infatti, gli studi nazionali, intrapresi dai ricercatori dal centro medico di Georgetown University e pubblicati nell'emissione di luglio degli archivi di pediatria & di medicina adolescente, trovati che la droga è sembrato eseguire peggio che un agente del placebo. Soltanto 1 su 22 bambini ha mostrato il miglioramento nel sonno dopo avere utilizzato la difenidramina confrontata a 3 in 22 bambini che hanno usato un placebo. La droga, un antistaminico, è non quotato in borsa disponibile nei moduli generici o come la droga di nome-marca, Benadryl.

A causa della mancanza ovvia della difenidramina di efficacia, il quadro di video della sicurezza dei dati del test clinico ha interrotto presto lo studio, dice l'autore principale, Dan Merenstein, M.D., un assistente universitario nel dipartimento della medicina di famiglia a Georgetown.

“Questo è un piccolo studio, ma si con le grandi implicazioni, perché sta esaminando l'efficacia di una droga ampiamente usata che non è stata esaminata per uso del bambino ed infantile,„ dice Merenstein. La metà dei pediatri raccomanda l'uso di difenidramina, secondo le indagini e molti libri di educazione dei bambini offrono lo stesso consiglio, “ma perché la droga funziona come aiutante di sonno per alcuni adulti, la fingiamo lavoriamo per ognuno,„ dice.

Merenstein avverte che un più grande studio è necessario definitivo provare che la difenidramina non mi funziona mentre il pensiero in bambini piccoli, ma aggiunge, “a questo punto consiglierebbe i genitori di pensare ai metodi differenti per aiutare un bambino a dormire,„ Merenstein dice.

I ricercatori alla Johns Hopkins University, all'università della Virginia Fairfax ed all'università di Hawai hanno lavorato con Merenstein sugli studi, che ha intrapreso a Johns Hopkins prima della venuta a Georgetown.

Il test clinico, conosciuto come STANCO (prova della risposta infantile a difenidramina), iscritto 44 bambini, invecchia 6-15 mesi, con la partecipazione dei loro genitori ed ha seguito le famiglie per sei settimane. Durante questo tempo, i genitori hanno tenuto i diari per registrare le abitudini di sonno dei loro bambini durante la notte. Il trattamento con un agente o una difenidramina del placebo si è presentato durante l'una settimana ed i giorni prima e dopo il trattamento sono stati registrati per gli scopi di confronto. Lo studio è stato accecato in quanto nè i ricercatori nè i genitori hanno conosciuto quali bambini hanno ricevuto che trattamento.

I ricercatori avevano supposto che, in base ai beni calmanti di difenidramina in adulti, i bambini curati fossero più probabili cadere addormentato senza qualunque altra guida dai loro genitori e che agire in tal modo piombo loro associare la catasta di puntellamento con sonno e la comodità, aiutante li per regredire addormentato se svegliassero.

Ma Merenstein dice che i risultati erano sorprendenti. L'uso della difenidramina era non di più efficace di un placebo nella diminuzione della notte che si sveglia, “o migliorando felicità parentale globale con sonno per gli infanti,„ dice.

Merenstein egualmente nota che mentre è riferito generalmente circa 7 per cento degli utenti della difenidramina diventano “iperattivi,„ ed in modo da ha aumentato i problemi di sonno, solo un bambino ha mostrato una certa prova dell'iperattività. Eppure, dice, “è possibile che la difenidramina abbia causato l'iperattività a basso livello in bambini, realizzanti una inversione i vantaggi di sonno veduti in alcuni adulti, ma realmente non sappiamo perché non ha funzionato.„

“La riga inferiore qui è che i genitori ed i pediatri dovrebbero contare asu medicina basata a prova e non sui salti di logica che rasentano il folclore,„ Merenstein dice.