Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le celle di T regolarici imparano che cosa proteggere mentre nel timo ed in quel tutto che le celle imparino non possono essere buone

Le celle di T regolarici, che funzionano come la polizia del sistema immunitario, imparano presto nella vita che cosa da proteggere ed in quella possono includere i virus, batteri ed i tumori, ricercatori hanno indicato.

Facendo uso dei mouse geneticamente manipolati e della tecnologia che permette ad un'istantanea del repertorio dei ricevitori dell'antigene che determinano che celle riconoscono, l'istituto universitario medico dei ricercatori della Georgia ha seguito le celle di T mentre hanno passato il tempo nel timo quindi mobile verso l'organismo.

Hanno trovato le celle di T regolarici per imparare che cosa proteggere mentre nel timo ed in quel tutto che le celle imparassero non possono essere buoni, secondo la ricerca nell'emissione augusta di immunità.

Ampiamente è creduto che le celle di T regolarici riconoscano soltanto il tessuto endogeno dell'organismo in modo da possono fermare le celle di T che sono predisposte ad attaccarlo, dicono il Dott. Leszek Ignatowicz, l'immunologo di MCG e l'autore corrispondente dello studio.

Esaminando i ricevitori su tutti i tipi di celle di T prima e dopo lasciano il timo, i ricercatori hanno trovato che le celle di T regolarici sono molto diverse e capace di riconoscere il tessuto e gli invasori endogeni, il Dott. Ignatowicz dice.

Purtroppo, le celle anche non possono imparare riconoscere tutto il tessuto endogeno che, con fattori ambientali ed altri, può piombo alla malattia autoimmune.

La cellula T che istruisce nel timo alza nelle prime sei settimane di vita nel mouse, che traduce approssimativamente ai primi 15 anni di vita umana. Quelle lezioni iniziali sembrano durare una vita e le poche celle regolarici che sviluppano successivamente saranno come le celle in anticipo, dice il Dott. Rafal Pacholczyk, l'immunologo di MCG e l'autore principale.

La media di risultati, essenzialmente dall'inizio, qualche gente può avere celle di T regolarici meno esperte a considerare il sistema immunitario dall'attacco dei loro organismi e/o troppo esperto agli invasori proteggenti.

Egualmente significa che i medici dall'un giorno potrebbero dirigere la formazione iniziale delle celle di T regolarici nel timo come modo vaccinare i bambini contro le malattie quali lupus, l'artrite ed il tipo 1diabetes. O, potrebbero aggiungere le celle di T regolarici per migliorare la miscela nella gente che già ha un pò di cattiva polizia.

“Abbiamo bisogno di alcune delle celle regolarici di più di altri,„ dice il Dott. Ignatowicz. “Probabilmente abbiamo bisogno di più di quei che riconoscano i autoantigens sul pancreas ed abbiamo bisogno di quei che riconoscano i tumori per essere meno frequenti.„

Il fatto che la maggior parte delle celle di T regolarici nell'organismo vengono direttamente dal timo, non da altre celle di T di circolazione, anche era precedentemente sconosciuto, il Dott. Pacholczyk dice. “Da dove vengono sono la domanda che principale abbiamo voluto rispondere a,„ dice il Dott. Ignatowicz.

È stato pensato che alcune celle di T che circolano nell'organismo potrebbero fare la trasformazione, possibilmente a causa di cui sono esposte nell'organismo. In effetti le celle di T più aggressive ad attaccare il tessuto endogeno probabilmente sarebbero fra quelle che convertono in celle regolarici protettive, il Dott. Ignatowicz dice. “Non abbiamo trovato che non accade, ma non è il meccanismo principale per la generazione delle celle regolarici nell'organismo,„ il Dott. Pacholczyk dice.

Tutte le celle di T sono fatte nel midollo osseo quindi si muovono verso il timo come celle del progenitore in cui si differenziano, upregulating i ricevitori di superficie, che sono molecole che individuano gli antigeni differenti. È un trattamento brutale - 95 per cento delle celle muoia nel timo soprattutto perché riconoscono il tessuto dell'organismo - che si abbassa dopo pubertà.

Tutte le celle di T indossano i loro ricevitori per vita, come i cappelli dell'impronta. “Abbiamo deciso di paragonare i ricevitori sulle celle regolarici nella periferia a quelli nel timo,„ dice il Dott. Pacholczyk. Analizzando i ricevitori sulle diverse celle, potevano seguire le celle dopo che hanno lasciato il timo e vedono se cambiassero.

Un'altra questione chiave era come le celle di T regolarici, che compongono circa 5 per cento della popolazione a cellula T totale, possono gestire milioni di vagare le celle di T. Hanno trovato che era una cosa facile dei numeri: indossando molti cappelli, o i ricevitori dell'antigene, le celle di T regolarici possono tenere i loro occhi su molte celle non regolarici differenti.

“La domanda che seguente faremo, che è un tema di attualità ora, siamo che cosa gli antigeni avviano i ricevitori sulle celle di T regolarici?„ dice il Dott. Pacholczyk. “Che cosa riconoscono? Sappiamo che ora stanno venendo dal timo ma come stanno generande è ancora una domanda. Vogliamo esaminare la natura degli antigeni quei ricevitori riconoscono quale permetteranno che noi prediciamo più come stanno sviluppande nel timo.„