Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La Tailandia mostra come il libero accesso alle droghe di salvataggio HIV/AIDS può essere accessibile

Un nuovo rapporto sull'esperienza della Tailandia in dare le droghe anti-retroviral libere (ARTE) alla gente che vive con l'AIDS suggerisce che anche i paesi in via di sviluppo con poche risorse possano potere consegnare i farmaci salvavita su vasta scala, secondo la banca mondiale ed il Ministero della Tailandia della salute pubblica.

Di 40 milione di persone stimati universalmente infettati con il HIV, il UNAIDS dice fra 5 - 6 milioni potrebbe immediatamente trarre giovamento da ARTE; ma corrente soltanto 700,000 persone stanno trattande con la nuova terapia. Al contrario, da ora a maggio 2006 la Tailandia stava fornendo il trattamento per circa 78 mila malati di AIDS, più di 90 per cento di quelli necessitante il trattamento.

Il nuovo rapporto “l'economia di efficace trattamento dell'AIDS: Che valuta la polizza le opzioni per la Tailandia„ dice che la capacità del paese di fornire l'ARTE accessibile a più di 80.000 Thais l'AIDS è il risultato di campagne altamente efficaci di prevenzione negli anni prima, di vasta rete degli ospedali del livello del distretto e delle cliniche di salubrità rurali con la capacità di fornire il trattamento diffuso, di forte comunità di ONG che ha lavorato molto attentamente con il governo sullo srotolare il programma ampliato di ARTE e della partecipazione vicina della gente che vive con il HIV/AIDS stesse.

“Il programma dell'ARTE della Tailandia è un gavitello utile per altri paesi in via di sviluppo che stanno esaminando come fornire questo trattamento alla gente il HIV avanzato,„ dice Ana Revenga, co-author di nuovo rapporto e un economista del cavo della banca mondiale nel suo East Asia e nel dipartimento pacifico. “Concludiamo che la Tailandia può permettersi il trattamento universale e siamo giustamente all'avanguardia dei paesi in via di sviluppo che cercano di fornire la terapia del antiretroviral come il livello di cura a tantissima gente la malattia di HIV sintomatica.„

Fornitura dell'ARTE in Tailandia

Da quando il primo caso dell'AIDS in Tailandia è stato riferito nel settembre 1984, più di 1 milione Thais sono stati infettati con il HIV e, di quelli, più di 400.000 sono morto. Nel 2004, i 572.500 stimati Thais stavano vivendo con il HIV/AIDS. Fra quella gente, circa i 49.500 hanno sviluppato le malattie relazionate all'AIDS serie durante l'anno ed il numero circa lo stesso è morto delle complicazioni relazionate all'AIDS. Egualmente è stimato che 19.500 nuove infezioni abbiano accaduto nel 2004.

La Tailandia ha indicato il forte impegno a fornire la cura ed il supporto completi alla gente che vive con il HIV/AIDS, ma è soltanto recentemente che ha potuto da fornire l'ARTE a tantissima gente il HIV sintomatico, grazie ad una combinazione sul piano nazionale prodotta accessibile della triplo-droga, chiamata GPO-Vir (stavudina + lamivudina + nevirapina), che costa circa US$30 al mese. Ciò ha permesso che il Ministero della salute pubblica (MOPH) srotolasse una campagna su grande scala per fornire l'ARTE della triplo-droga come cura standard.

Il rapporto dice quello durante alcuni anni, poichè i malati di AIDS vivono più lungamente con ARTE, il sistema tailandese di salubrità dovrà fornire la cura non solo a 10.000 - 20.000 nuovi casi all'anno, ma egualmente alla maggior parte di quelli di cui le vite sono state prolungate significativamente dall'art. Tailandia ha buone prospettive per la riunione della questa sfida. La sua capacità anche di contemplare fornire la cura a tutti i coloro che la ha bisogno, tuttavia, riposa sul successo dei sui sforzi passati di prevenzione.

Gli autori della banca mondiale stimano che senza tali efficaci campagne di prevenzione negli anni prima, la Tailandia abbia avuta 7,7 milione casi di HIV e 850.000 casi dell'AIDS nel 2005, approssimativamente 14 volte più di ha oggi. Curando questo molto più grande gruppo con l'ARTE sarebbe stata notevolmente più costosa e quel carico avrebbe continuato a svilupparsi durante la decade prossima. A causa dei sui sforzi sostanziali di prevenzione fra 1991 e 2002, la Tailandia ha evitato la necessità di spendere un US$18.6 supplementare miliardo sul trattamento durante la decade fino al 2012.

Stimiamo che in assenza di programma straordinario efficace di prevenzione del HIV del Thais, il costo di accesso alle cure universale sarebbe corrente e da ora al 2013 approssimativo dieci volte più grande, supereremmo 330 per cento del loro intero bilancio di salubrità aggettante,„ dice Mead più, un co-author e un economista del cavo di salubrità della banca mondiale. “La Tailandia dopo successo con la prevenzione è la motivazione che più importante il paese può permettersi oggi l'accesso universale ad ARTE. Ancora è uno stato essenziale della sua capacità continuata di permettere il trattamento in futuro.„

Sopra dice che la Tailandia può salvare $43 nel costo del trattamento per ogni dollaro ha speso sulla prevenzione ed è dubbioso che qualunque altro investimento tailandese di governo ha raggiunto mai così alto rapporto costi-ricavi. I Ministeri di finanze dei paesi quali la Cina e l'India, in cui l'epidemia di HIV/AIDS che è in una fase precedente, dovrebbero essere informati di alto rendimento alle campagne di prevenzione di HIV/AIDS quando fanno le allocazioni dei loro bilanci pubblici.

Nessuna stanza per soddisfazione

Sebbene la Tailandia sia riuscita nell'abbassamento delle infezioni nuove, la prevalenza del HIV fra i gruppi ad alto rischio è ancora alta particolarmente fra quei gruppi a che gli sforzi passati di prevenzione non hanno mirato esplicitamente, quali i tossicodipendenti ed i lavoratori di sesso maschile endovenosi. C'è egualmente prova che l'effetto delle campagne passate di prevenzione sta calando. Le indagini recenti indicano che la percentuale dell'esercito maschio conscripts i rapporti sessuali di segnalazione con i lavoratori di sesso commerciali, dopo la diminuzione per parecchi anni, ha cominciato aumentare ancora nel 2002 e 2003. Lo stesso reticolo è visibile con altri partner di sesso femminile e fra i militari di leva sposati che hanno sesso extraconiugale. L'uso del preservativo fra quei militari di leva maschii non è alto: soltanto 59 per cento di uso coerente di rapporto dei preservativi con i lavoratori di sesso e soltanto 25 per cento agiscono in tal modo con i partner di sesso femminile non regolari. I nuovi comportamenti di rischio da altri gruppi, quale la gioventù, egualmente devono essere indirizzati.

Gli ONG contribuiscono a mantenere l'aderenza

Un altro ingrediente chiave nel programma di trattamento ampliato della Tailandia è la partecipazione attiva dei gruppi di ONG quale M�decins senza Fronti�res (MSF), la croce rossa tailandese e gruppi di appoggio di pari di gente che vive con il HIV e AIDS o PHA, nella fornitura della cura “aumentata„ negli ospedali pubblici per i pazienti la malattia. Oltre alle droghe di fornitura, MSF fornisce il supporto in corso che comprende le consultazioni e le visite comuni della casa, riveste le conferenze e l'addestramento per sia i membri che la gente di staff ospedaliero che vivono con il HIV e l'AIDS.

I pazienti che ricevono l'ARTE in questa regolazione pubblica aumentata sono probabili trarre giovamento da più consiglio e supporto dell'attivo dai consulenti del pari, stessi che il HIV, che quelli che ricevono l'ARTE senza il vantaggio della partecipazione di ONG. L'aspettativa è che questo aumento aiuterà rigorosamente i pazienti ad aderire al loro trattamento della droga. Effettivamente, l'esperienza nel corso degli ultimi tre anni a MSF indica che il PHA può dare un grande contributo nell'aderenza supportante al trattamento. Questo contributo viene dalla volontà del PHA di aiutare i loro pari e di condividere le loro esperienze, ma l'addestramento ed il coordinamento necessari richiede il finanziamento a lungo termine ed il supporto tecnico in corso.

Il rapporto dice che il lavoro di PHAs è stato un contributo apprezzato alla rapida del governo porta su scala industriale dell'art. Il cambiamento nella partecipazione di PHA alla sanità, dal ricevitore al co-fornitore, piombo all'accettazione migliore di ed al contributo loro all'interno del sistema sanitario. Il controllo aumentato sopra la loro salubrità egualmente ha portato i vantaggi per il PHA in termini di auto-immagine, fiducia e dignità. MSF funge da ponte fra il PHA, i donatori ed il governo.

Ho lavorato con “la gente con il HIV e l'AIDS in Tailandia„ per nove anni. Mentre il trattamento anti-retroviral è diventato più disponibile, ho veduto l'atteggiamento di molte di loro cambiamento da mancanza di speranza ad ottimismo. Vogliono condividere la loro esperienza positiva nel trattamento con i loro amici ed in modo da aiuti altri per accedere alle medicine che hanno dato loro tale nuova vita. Hanno strumenti viventi diventati per aderenza,„ dice il Dott. David Wilson, il coordinatore medico, Medecins Sans Frontieres, Tailandia.

Andare in avanti

Il nuovo rapporto conclude che la più grande sfida per i responsabili politici di criterio di integrità tailandesi sarà di resistere alla soddisfazione ed invece di sviluppare una relazione sinergica fra il trattamento e la prevenzione. Questo approccio può richiedere la devoluzione della responsabilità sia del trattamento che della prevenzione alle province o i livelli più bassi del governo in modo che le unità di governo che riescono con la prevenzione traggano giovamento dai costi salvati del trattamento.