Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il succo di arancia ha potuto potenzialmente svolgere un ruolo importante nella gestione della malattia del calcolo renale

Un vetro quotidiano del succo di arancia può contribuire ad impedire meglio la ricorrenza dei calcoli renali di altri succhi quale limonata, ricercatori degli agrumi al centro medico sudoccidentale di UT hanno scoperto.

I risultati indicano che sebbene molta gente supponga che tutti i succhi degli agrumi contribuiscono ad impedire la formazione di calcoli renali, non tutti hanno lo stesso effetto. Lo studio è accessibile in linea ed è preveduto per essere pubblicato nell'edizione del 26 ottobre del giornale clinico della società americana della nefrologia.

Medicamente gestire i calcoli renali ricorrenti richiede dietetico e cambiamenti di stile di vita come pure trattamento quale l'aggiunta di citrato di potassio, che è stato indicato per abbassare la tariffa di nuova formazione di calcoli in pazienti con i calcoli renali.

Ma alcuni pazienti non possono tollerare il citrato di potassio a causa degli effetti secondari gastrointestinali, non hanno detto il Dott. Clarita Odvina, assistente universitario di medicina interna al Charles e centro di Jane Pak per metabolismo minerale e la ricerca clinica e l'autore principale dello studio. In quei casi, le sorgenti dietetiche di citrato - quale il succo di arancia - possono essere considerate come alternativa alle droghe farmacologiche.

“Il succo di arancia potrebbe potenzialmente svolgere un ruolo importante nella gestione della malattia del calcolo renale e può essere considerato un'opzione per i pazienti che sono intolleranti di citrato di potassio,„ il Dott. Odvina ha detto.

Tutti i succhi di agrumi contengono negativamente il citrato, modulo fatto pagare di a - di acido citrico che dà un gusto acido agli agrumi. I ricercatori hanno confrontato il succo di arancia e la limonata - succhi con i contenuti comparabili del citrato - e trovato che le componenti che accompagnano il citrato possono alterare l'efficacia del succo nel fare diminuire il rischio di sviluppare i nuovi calcoli renali.

I calcoli renali si sviluppano quando l'urina ugualmente è concentrata, inducente i minerali ed altri prodotti chimici nell'urina a legare insieme. Col passare del tempo, questi cristalli si combinano e si sviluppano in un calcolo.

Nello studio sudoccidentale di UT, 13 volontari - alcuni con una cronologia dei calcoli renali ed alcuni senza - hanno subito tre fasi, ogni una settimana durante. Scelto nell'ordine casuale, le fasi incluse: una fase di controllo o dell'acqua distillata; una fase del succo di arancia; e una fase della limonata. C'era un intervallo di tre settimane fra le fasi.

Durante l'ogni fase, i volontari hanno bevuto 13 once del succo di arancia, della limonata o dell'acqua distillata tre volte un il giorno con i pasti. Egualmente hanno mantenuto un basso calcio, dieta dell'basso ossalato. L'urina ed i campioni di sangue sono stati prelevati ad intervalli durante l'ogni fase. Lo studio è stato fatto al centro di ricerca clinico generale sudoccidentale di UT.

Succo di arancia, ricercatori trovati, amplificati i livelli di citrato nell'urina e diminuiti la cristallizzazione dell'ossalato del calcio e dell'acido urico - il più delle volte l'ingrediente trovato in calcoli renali.

Ma la limonata non ha aumentato i livelli di citrato, di neutralizzatore acido importante e di inibitore di formazione del calcolo renale.

“Una ragione potrebbe essere i componenti differenti di varie bevande,„ il Dott. Odvina ha detto.

Per esempio, il citrato in arancia e succo di pompelmo è accompagnato da uno ione del potassio mentre il citrato in succo di mirtillo rosso e della limonata è accompagnato da un idrogenione. Gli ioni di idrogeno, ma non di potassio, neutralizzano gli effetti benefici del contenuto elevato del citrato.

“C'è una necessità assoluta di considerare la carica positiva accompagnante [degli idrogenioni] ogni volta che uno valuta che il contenuto del citrato di una dieta,„ Dott. Odvina ha detto.