Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuovo metodo di terapia genica altera le cellule immunitarie per il trattamento del melanoma avanzato

Un team di ricercatori del National Cancer Institute (NCI) , parte del National Institutes of Health , ha dimostrato la regressione del melanoma avanzato sostenuto in uno studio di 17 pazienti con cellule geneticamente pazienti ingegneria 'globuli bianchi a riconoscere e attaccare le cellule tumorali.

Lo studio compare nell'edizione online della rivista Science .

"Questi risultati rappresentano la prima terapia genica tempo è stato utilizzato con successo per curare il cancro. Inoltre, ci auguriamo che possa essere applicabile non solo al melanoma, ma anche per una vasta gamma di tumori comuni, come il seno e il cancro ai polmoni", ha detto NIH direttore Elias A. Zerhouni,

Linfociti autologhi - le cellule di una persona globuli bianchi - sono stati precedentemente utilizzati per il trattamento del melanoma metastatico. In un processo chiamato trasferimento adottivo di cellule, i linfociti vengono prima rimossi da pazienti con melanoma avanzato. Successivamente, il più aggressivo tumore che uccide le cellule vengono isolate, moltiplicate in laboratorio, e poi reintrodotta per i pazienti che sono stati esauriti di tutti i linfociti rimanenti. Mentre ragionevolmente di successo, questo metodo può essere utilizzato solo per i pazienti affetti da melanoma e solo per coloro che già hanno una popolazione di linfociti specializzati che riconoscono tumori, le cellule anomale.

Così, i ricercatori NCI, guidati da Steven A. Rosenberg, MD, Ph.D., ha cercato un modo efficace per convertire i linfociti normali in laboratorio in cellule di cancro-combattimento. Per fare questo, hanno disegnato un piccolo campione di sangue che conteneva linfociti normali da singoli pazienti e le cellule infettate con un retrovirus in laboratorio. I retrovirus si comporta come un piccione viaggiatore per fornire i geni che codificano proteine ​​specifiche, chiamate recettori delle cellule T (TCR), nelle cellule. Quando i geni sono attivati, TCR sono fatti e queste proteine ​​recettori decorare la superficie esterna dei linfociti. Il TCR fungono da dispositivi di homing in quanto riconoscono e si legano alle molecole di certi trova sulla superficie delle cellule tumorali. Il TCR quindi attivare i linfociti di distruggere le cellule tumorali.

In questo studio, sono stati progettati nuovi linfociti infuso in 17 pazienti con melanoma metastatico. C'erano tre gruppi di pazienti in questo studio. Il primo gruppo consisteva di tre pazienti che hanno mostrato alcun ritardo nella progressione della loro malattia. Poiché lo studio si è evoluta, i ricercatori hanno migliorato il trattamento dei linfociti in laboratorio in modo che le cellule potrebbero essere somministrato in fase di crescita più attivi. Nei restanti due gruppi, i pazienti hanno ricevuto i trattamenti migliori. Due pazienti hanno avuto una regressione del cancro, aveva sostenuto alti livelli di linfociti geneticamente modificati, ed è rimasto libero da malattia in un anno. Un mese dopo aver ricevuto la terapia genica, tutti i pazienti negli ultimi due gruppi avevano ancora 9 per cento al 56 per cento del loro TCR che esprimono linfociti. Non ci sono stati attribuiti effetti collaterali tossici per le cellule geneticamente modificate in qualsiasi paziente.

Approcci per aumentare la funzione del TCR progettato - compreso lo sviluppo di TCR che possono legarsi alle cellule tumorali più strettamente - e per ottimizzare ulteriormente i metodi di consegna con retrovirus sono sotto inchiesta. Inoltre, i ricercatori ritengono che può essere utile per modificare ulteriormente i linfociti con l'inserimento di molecole che aiutano a dirigere linfociti alle cellule tumorali. Gli studi clinici sono stati condotti per migliorare l'efficacia del trattamento con radioterapia totale corpo a esaurire fornitura di un paziente di non-linfociti alterati prima di sostituirli con le cellule puramente artificiali. I ricercatori hanno anche isolato TCR che riconoscono tumori comuni diversi da melanoma.

"Attualmente stiamo trattando pazienti affetti da melanoma avanzato utilizzando il trasferimento adottivo di linfociti geneticamente modificati, e ora abbiamo espresso i recettori dei linfociti altri che riconoscono al seno, del polmone e altri tumori", ha detto Rosenberg.

"Questi successi molto emozionante nel trattamento del melanoma avanzato portare la speranza che questo tipo di terapia genica, alterando i linfociti, potrebbe essere utilizzato in molti tipi di tumori comuni e potrebbe essere realizzabile nel prossimo futuro", ha detto NSC regista John E. Niederhuber, MD ha Rosenberg ha riconosciuto per la sua persistente e studio visionario del ruolo del sistema immunitario nel trattamento del cancro. "E 'uno dei leader che tutti guardano a noi per lo spostamento in avanti", ha detto Niederhuber.

Il cancro della pelle è il più comune di tutti i tumori. Secondo l'American Cancer Society, il melanoma rappresenta circa il 4 per cento dei casi di cancro della pelle, ma è anche il tipo più grave e più aggressivi. Negli Stati Uniti, circa 62.190 nuovi casi di melanoma saranno diagnosticati e circa 7.910 persone moriranno a causa della malattia nel 2006.

Per un Q & A sulle tecniche di terapia genica simili a quelle usate in questo studio, vai a: http://www.cancer.gov/cancertopics/factsheet/Therapy/gene .

Per ulteriori informazioni sulla ricerca del Dott. Rosenberg, andare a http://ccr.cancer.gov/staff/staff.asp?profileid=5757 .

Per ulteriori informazioni sul cancro, si prega di visitare il sito Web NSC a http://www.cancer.gov , oppure chiamare il Servizio Informazioni NCI Cancro al numero 1-800-4-CANCRO (1-800-422-6237).

http://www.nih.gov">www.nih.gov .