Separazione di Fase di membrane del lipido analizzate con spettrometria di massa secondaria ad alta definizione dello ione

La Comprensione la composizione chimica e dell'organizzazione delle membrane cellulari - che componenti risiedono accanto a ogni altro, quanto di ciascuno là sono e come essi risponde al loro ambiente - può rivelare le vite segrete delle celle sia nella salubrità che nella malattia.

Ora, grazie ad un'applicazione novella della spettroscopia di massa, ricercatori alla Stanford University hanno sviluppato un modo alle membrane cellulari di immagine con risoluzione senza precedenti - sull'ordine di 100 nanometri.

Riferendo il suo lavoro nella Scienza del giornale, un gruppo multi-istituzionale dei ricercatori piombo dal Pugile di Steven, Ph.D., alla Stanford University, descrive il suo uso di uno spettrometro di massa altamente specializzato che analizza la massa di piccoli ioni molecolari formati quando un raggio ionico messo a fuoco funziona attraverso la superficie di un campione. “Catturate tutto nell'area focale del raggio, che è circa 100 nanometri di diametro e circa 10 nanometri in profondità per il nostro esperimento e lo cancellate,„ Boxer ha detto, spiegando come il commputer funziona. “Poi campionate i frammenti tramite spettrometria di massa. Poi vi spostate per ed andate altri 100 nanometri e cancellate tutto. Ed ora vedete se che cosa è in ogni regione di nanometro 100 è lo stessi o differente dalla regione seguente. E così appena quadro televisivo questo raggio attraverso la superficie e rastering ripetutamente e più ancora, voi sviluppate un'immagine.„

NanoSIMS 50 Chiamato, lo spettrometro di massa permette che i ricercatori sondino la composizione delle membrane cellulari con più di alta risoluzione una microscopia leggera. Fornendo informazioni su composizione chimica di un campione, colma una lacuna lasciata da microscopia atomica della forza, che fornisce informazioni ad alta definizione sulla topografia, ma non la chimica, come suo suggerimento del microscopio “ritiene„ il suo modo attraverso i campioni. Più tratta i campioni più di meno ordinati che quelli indirizzati da cristallografia a raggi x, che richiede che i campioni si trasformino nei cristalli prima dell'analisi.

Il gruppo del Pugile ha usato la microscopia atomica della forza per individuare le funzionalità interessanti in una membrana cellulare e poi ha impiegato il NanoSIMS 50 per determinare che cosa era là chimicamente. “Qualsiasi tecnica da sè sarebbe, penso, insufficiente, ma combinato, sono realmente potenti,„ Boxer ha detto. La combinazione di tecniche ha permesso che i ricercatori distinguessero i detriti dalle funzionalità di interesse.

“Il punto reale è che potete fare l'analisi quantitativa,„ Boxer ha detto, sottolineando che questa ricerca ha permesso la prima mappatura ad alta definizione delle funzionalità chimiche in una regione di interesse. “Possiamo analizzare alcune percentuali di una componente in presenza di altre componenti. È squisito sensibile.„ La Sensibilità è importante perché le membrane cellulari non sono materiali puri. “Stiamo esaminando le miscele delle cose e vogliamo potere dire che abbiamo una molecola in 20 di tipo A misto dentro con tipo B, o qualcosa di simile,„ Boxer ha detto.

Questo lavoro è dettagliato in un documento nominato, “la separazione di Fase di membrane del lipido analizzate con spettrometria di massa secondaria ad alta definizione dello ione.„ Ricercatori dal Laboratorio Nazionale di Lawrence Livermore e dall'Università di California, Davis, anche partecipato a questo studio. Un estratto di questo documento è disponibile con PubMed. Estratto di Visualizzazione.

http://nano.cancer.gov

10 ottobre 2006 Inviato