La plasticità della cromatina ottiene le 3,7 milione euro spinte

La Commissione Europea ha assegnato 3,7 milione euro nel quadro del programma della struttura 6 dell'Unione Europea nel corso dei quattro anni successivi ad una nuova rete di addestramento della ricerca di Marie Curie, coordinata dal Dott. Andreas Ladurner al Laboratorio europeo di biologia molecolare (EMBL).

Le molecole lunghe di DNA che portano le nostre informazioni genetiche sono avvolte insieme alle proteine in un complesso denso chiamato cromatina. La struttura di cromatina è dinamica e varia secondo le fasi differenti di vita delle cellule, un fenomeno che è chiamato plasticità della cromatina. La struttura della cromatina svolge un ruolo critico nella regolamentazione dei nostri geni e la ricerca in questa area ha il potenziale di aiutare la comprensione dei trattamenti biologici e della malattia, compreso invecchiamento e cancro.

“La rete di plasticità della cromatina„ riunisce 13 accademici ed i gruppi di ricerca industriali da 9 paesi intorno al mondo per rivelare i meccanismi novelli nel regolamento della struttura della cromatina. Combinando gli approcci complementari dalle discipline differenti come la biologia, la genetica del mouse, l'immunologia, la bioinformatica e la droga strutturali progettano, i partner della ricerca stanno mirando a sviluppare i nuovi approcci e gli strumenti per raggiungere una comprensione accurata della plasticità della cromatina come pure per identificare gli obiettivi terapeutici potenziali per cancro e la malattia di cuore.

In questo progetto, grande è messo in evidenza gli studenti di PhD di addestramento ed i ricercatori postdottorali con gli scambi di collaborazione, i corsi pratici e le visite all'interno della rete, contribuente allo sviluppo della generazione seguente di ricercatori europei.