Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I trattamenti differenti possono essere necessari per asma cronica, secondo se deriva dalle allergie o dalle infezioni del polmone

La nuova ricerca suggerisce che i trattamenti differenti possano essere necessari per asma cronica, secondo se deriva dalle allergie o dalle infezioni del polmone.

Gli studi precedenti hanno indicato che determinate infezioni del polmone quali i pneumoniae del micoplasma possono durare e contribuire ad una persona più successivamente che avverte i sintomi di asma.

I ricercatori ora hanno identificato un gene particolare che influenza come DI MATTINA l'infezione severa di pneumoniae può essere, che a sua volta suggerisce che una strategia differente potrebbe essere necessaria per il trattamento dell'asma derivando dal questo e dalle simili infezioni del polmone piuttosto che le allergie.

“Che cosa questo mostra è quell'asma contagiosa potrebbe avere un meccanismo differente che l'asma allergica. La maggior parte della gente pensa che l'asma sia asma, ma può essere complessa,„ ha detto il Dott. Robert Hardy, uno specialista della malattia infettiva a UT sudoccidentale.

Quella è un'implicazione importante perché le ultime statistiche indicano che l'asma è sull'aumento. Secondo gli Stati Uniti concentra per controllo di malattie, più di 20 milione Americani corrente hanno asma ed altri 10 milioni sono stati diagnosticati con asma ad un certo punto nella loro vita. Approssimativamente 6,5 milione bambini americani, o quasi 9 per cento della popolazione dell'pre-adulto della nazione, hanno asma, le figure a dicembre manifestazione rilasciata.

Il Dott. Hardy, un assistente universitario di medicina interna e della pediatria, sta utilizzando i mouse per studiare come i batteri sicuri di polmonite contribuiscono ad asma cronica e, in questo ultimo studio, ha identificato come un gene particolare può contribuire all'infezione più severa del polmone. La ricerca compare nell'edizione di gennaio dell'infezione e dell'immunità.

La polmonite è un'infezione del polmone caratterizzata tipicamente dalla respirazione le difficoltà e della diffusione tossendo e starnutendo. I sintomi comprendono spesso l'emicrania, la febbre, i freddi, le tosse, i dolori toracici, la gola irritata e la nausea. La ricerca del Dott. Hardy comprende la polmonite causata dai pneumoniae del batterio M., comunemente chiamati polmonite di camminata, un modulo tipico meno severo della malattia che rappresenta 20 per cento - 30 per cento di polmonite comunità-acquistata.

Per studiare il meccanismo da cui i pneumoniae del M. causa l'affezione polmonare e le difficoltà respiratorie, i ricercatori sudoccidentali di UT hanno inoculato due tipi differenti di mouse con questo batterio. Lo studio ha contrapposto la reazione di un gruppo normale di mouse con un altro gruppo che manca di un gene particolare chiamato IL-12, che è compreso nella risposta immunitaria. I mouse costruiti senza il gene hanno mostrato significativamente meno infiammazione del polmone che i mouse che hanno avuti naturalmente il gene, con alcuni indicatori che mostrano a sette volte meno infiammazione.

“I pneumoniae del M. potrebbero essere più di un cofattore nello sviluppare l'asma cronica che una causa diretta, simile quanto ricco in colesterolo o il diabete rende la gente più vulnerabile agli attacchi di cuore,„ al Dott. Hardy hanno detto, indicando una serie di studi precedenti. “Non è probabilmente la sola cosa, ma è uno di loro. Qualche gente potrebbe esortare l'asma o potrebbe esacerbarlo.„

Poiché il batterio di pneumoniae del M. è difficile da uccidere e spesso rimane nei polmoni anche dopo il trattamento antibiotico ed i sintomi si sbiadiscono, il Dott. Hardy ha detto, è importante da trovare i migliori trattamenti per impedirlo indugiare.