Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La Terapia per i lati agitati può avviare il gioco compulsivo

Gioco Compulsivo con le perdite estreme -- in due casi, più maggior di $100.000 -- dalla gente senza una cronologia priore dei problemi di gioco è stato collegato a classe A di droghe comunemente usate per trattare la sindrome delle gambe senza riposo di disordine neurologico (RLS).

Un nuovo studio della Clinica di Mayo è il primo per descrivere questo gioco compulsivo nei pazienti di RLS che stanno curandi con i farmaci che stimolano i ricevitori della dopamina nel cervello. Il rapporto della Clinica di Mayo è comparso nell'emissione del 23 gennaio della Neurologia.

Le dimensioni di questo problema sono sconosciute. Apparentemente, si presentano soltanto in un piccolo numero di pazienti di RLS curati con le droghe chiamate agonisti della dopamina. Tenendo Conto di questo effetto secondario potenziale degli agonisti della dopamina, gli autori della Clinica di Mayo suggeriscono che i medici schermino tutti i pazienti di RLS per i comportamenti compulsivi mentre catturino un'anamnesi accurata prima degli agonisti di prescrizione della dopamina. I Pazienti dovrebbero essere riflessi molto attentamente per i segni dei comportamenti compulsivi una volta che il trattamento dell'agonista della dopamina ha cominciato. Il rapporto suggerisce che la costrizione al gioco abbia peggiorato con l'aumento delle dosi degli agonisti della dopamina.

Il gioco Patologico è un disordine di controllo di impulso. Nel 2005, i medici della Clinica di Mayo hanno riferito questo disordine come effetto secondario della terapia dell'agonista della dopamina in 11 paziente del Morbo di parkinson. “Sebbene il gioco patologico già sia stato riconosciuto in pazienti con il Morbo di parkinson che ha catturato spesso le dosi elevate degli agonisti della dopamina, il rapporto corrente suggerisce che il gioco patologico non si limiti ai pazienti con il Morbo di parkinson -- ed anche può accadere ai dosaggi bassi„ spiega il Maja Tippmann-Peikert, M.D., l'autore principale del rapporto della Clinica di Mayo sulla sindrome delle gambe senza riposo. “I Medici dovrebbero non solo riflettono i pazienti del Morbo di parkinson per questo comportamento ma egualmente schermano i loro pazienti di RLS che possono essere sulle dosi molto più basse degli agonisti della dopamina.„ Ciò comprende l'incoraggiamento il paziente, i membri della famiglia e degli amici riferire i comportamenti negativi al medico del paziente.

Fortunatamente, il gioco patologico sembra essere reversibile quando la dose dell'agonista della dopamina è diminuita o il paziente transitioned ad un farmaco alternativo. È cruciale che questi adeguamenti sono iniziati prima che i debiti di gioco significativi si sviluppino e le relazioni e le carriere sono danneggiate.

Questo rapporto preliminare della Clinica di Mayo è il primo per collegare il gioco patologico ad uso degli agonisti della dopamina in una malattia all'infuori di Parkinson. È basato sull'esperienza in tre pazienti che hanno RLS. I Loro problemi di gioco sono stati scoperti durante le loro valutazioni mediche al Centro di Disordini di Sonno della Clinica di Mayo. Sebbene tre pazienti sia un piccolo campione ed i più grandi studi siano necessari convalidare queste osservazioni, gli autori della Clinica di Mayo ritengono che il collegamento possibile fra gli agonisti della dopamina ed il comportamento di gioco patologico dovrebbe essere portato all'attenzione dei medici immediatamente dovuto il sociale e le conseguenze finanziarie derivando dal comportamento.

I neurologi della Clinica di Mayo hanno trovato che i problemi di gioco hanno cominciato, in media, circa nove mesi dopo che i pazienti hanno cominciato a catturare uno di due agonisti, pramipexole o ropinirole della dopamina. La Speculazione è che i problemi di gioco ora stanno emergendo perché la più nuova generazione di agonisti della dopamina -- compreso pramipexole e ropinirole -- stanno mirando ai ricevitori situati nelle strutture del cervello in questione nei comportamenti di motivazione, di emozione e della ricompensa. I Ricercatori teorizzano che, qualche gente, tale forte e stimolo specifico in queste vie di un neurone può richiedere i comportamenti compulsivi e alla ricerca di piacere come gioco patologico.

Un paziente, una donna veduta nei Disordini di Sonno della Clinica di Mayo Si Concentra, fatto accompagnato una cronologia quinquennale delle sensazioni strisciare-striscianti di notte regolare in suoi lati, dal forte stimolo a muovere i suoi lati. 2 e 1/2 anni prima della sua visita della Clinica di Mayo, era stata diagnosticata con RLS ed il trattamento con pramipexole è stato cominciato.

I Suoi sintomi hanno migliorato, tuttavia, un comportamento problematico sviluppato presto dopo che ha cominciato catturare il farmaco. Ha sviluppato uno stimolo incontrollabile a giocare quando visualizza il casinò vicino. Mentre la dose è aumentato, la sua costrizione di gioco si è sviluppata più forte. La transizione della sua terapia ad un altro agonista della dopamina, ropinirole, ulteriormente ha aumentato la sua costrizione al gioco. Prima del suo trattamento per RLS, non ha avuta cronologia dei giocatori di gioco ed osservati come “persone sfavorevoli,„ gli autori riferiscono. Il paziente ha perso più di $140.000 dal gioco.

I medici della Clinica di Mayo hanno interrotto la terapia dell'agonista della dopamina ed il suo stimolo a giocare completamente è scomparso, ma le sensazioni importune del lato hanno ritornato. Il Suo RLS ora è trattato con successo con un agonista della non dopamina, gabapentin e non ha effetti secondari, secondo gli autori.

Il gruppo della Clinica di Mayo anche incluso: Sosta di John, M.D.; Bradley Boeve, M.D.; John Shepard, M.D.; e Michael Silber, M.B.Ch.B.

http://www.mayoclinic.com/ e http://www.neurology.org