Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Risposta “alla crisi di HIV/AIDS in Papuasia Nuova Guinea„

Il rapporto ha intitolato la crisi di HIV/AIDS in Papuasia Nuova Guinea dal tesoro Tobias di Miranda che è stato rilasciato l'8 febbraio dal centro per gli studi indipendenti è concettualmente e metodologicamente problematico nella sua analisi dell'impatto dell'epidemia del HIV in Papuasia Nuova Guinea (png).

Questo rapporto video la negligenza a nome dell'autore nel suo tentativo di capire, descrivere ed analizzare le dimensioni complesse del png epidemico del rivestimento del HIV. Non riesce a rappresentare i modi Papuasia nuovi Abitanti della Guinea ed il suo governo ha risposto all'epidemia e continuare ad affrontare le sfide uniche che contribuiscono alla diffusione del virus. L'epidemia del png è la suo propria e mentre ci possono essere alcune similarità con l'epidemia che africana del sud mette a fuoco troppo su questi e non su che cosa che è specifico al png.

Dall'inizio del riassunto esecutivo (18 pagine), Tobias scrive un rapporto che fa le generalizzazioni lorde per quanto riguarda l'epidemia del png. Usa i dati statistici che non sono forniti di rimandi e che da tutti i conti sono sproporzionatamente alti e cita le sorgenti che sono state sostituite. Responsabile dell'interesse dell'Australia in png, non riesce neppure a fornire di rimandi o impegnarsi con il rapporto più recente sugli impatti del HIV in png - il rapporto di AusAID di HEMI (modellistica epidemiologica e studio di impatto del HIV) (febbraio 2006), che è stato fornito nel novembre 2006 lei.

C'è molto che possa essere criticato circa questo rapporto. Per una risposta veloce, limiteremo le nostre osservazioni a quattro aree che crediamo, come ricercatori nel campo del HIV in png, abbiamo bisogno della controprova urgente. Questi sono emissioni concettuali e metodologiche, l'uso dei dati statistici, il ruolo del governo nel rispondere all'epidemia e definitivo il tono condiscendente e condiscendente del rapporto.

C'è pensiero critico o analitico molto limitato sulla parte dell'autore. Il rapporto manca della ricerca rigorosa. Usa i dati superati di STI che sono stati sostituiti tramite i lavori recenti da Lupiwa, Hammar, Gare ed altri che rende il suo argomento problematico. Nessun dove in suo articolo si impegna con l'aumento della ricerca sociale e comportamentistica sul HIV in png condotto da Lepani, vigilie, Wardlow, Jenkins, Hughes, Hammar, Lupiwa, Maibani, degno e Henderson e Koczberski. La sua mancanza di dati correnti è riflessa più ulteriormente dove cita da giugno 2002 il Dott. Clement Malau (da un altro articolo). Quando Malau ha formulato le sue osservazioni, come Direttore del cittadino del png AIUTA il Consiglio, il governo era nella loro pianificazione strategica del primo cittadino. Cinque anni più successivamente hanno luogo facilmente per un secondo.

Il pensiero non critico e la comprensione semplicistica di Tobias del png più ulteriormente sono rivelati nelle sue osservazioni di formazione del HIV e dell'uso dei tabelloni per le affissioni. Scrive che i tabelloni per le affissioni in png sono “all'l'interpretazione errata incline in una società a mala pena colta„ che non riesce a capire che la società che scrive circa è orale, non leggendo, culture. Il saper leggere e scrivere non è una misura di capacità di capire i messaggi del HIV ma piuttosto i messaggi devono essere pertinenti e culturalmente specifici.

Tobias formula le osservazioni semplici e non critiche. Specifica che il forte sviluppo economico può trasformare le norme sociali, specificamente relativamente allo status di donna. Ciò di per sé non sfida, indirizza né non cambia le strutture della violenza che facciano le donne, in particolare giovani donne sposate, vulnerabili al HIV, per non parlare di cambiamento la condizione della donna in una società patriarcale. Mentre scrive che le giovani donne sono più vulnerabili al HIV, è in effetti giovani donne sposate. Negli studi recenti intrapresi dal IMR 60% del png delle femmine infettate con il HIV erano le donne sposate. Egualmente scrive che lo svago è un fattore di contributo per le alte infezioni HIV senza spiegazione adeguata del suo commento. Che cosa fa è in modo errato combina insieme la disoccupazione e la povertà successiva con svago.

Tobias ha le pretese che 120,000 persone sono infettate con il HIV. Tuttavia, a differenza del rapporto di HEMI che ha usato un modello matematico per simulare la trasmissione e la progressione del HIV all'AIDS, questo rapporto non riesce a giustificare le statistiche che offre. Queste figure sono egualmente sostanzialmente maggiori di altri studi recenti che suggeriscono che l'infezione HIV sia così 1,7% (IMR 2007 del png) e 1,8% (HEMI 2006) la figura della gente infettata con il HIV sarebbero fra 53.500 e 64.000 non figura che 120.000 il rapporto suggerisce.

La segnalazione del HIV nel png non è stata inerentemente carica a causa della progressione lenta del HIV all'AIDS quando i sintomi compaiono, come Tobias suggerisce. In effetti la prova del HIV è stata limitata in png a causa di pochi centri di VCT, qualcosa che il governo avesse cominciato ad indirizzare con la diffusione rapida di tali centri. Ancora, perché la gente verrebbe volontariamente per la prova del HIV in un paese in cui precedentemente il trattamento era inesistente, dove cura e supporto completi dopo che una diagnosi non era sul posto e dove la distinzione ed il marchio di infamia erano diffusi? Fin qui non c'è stato trattamento specifico di notifica per le morti riferite AIDS. Di conseguenza, tutte le figure gradi di infezione di speculazione del HIV e delle morti dovuto l'AIDS dovrebbero essere trattate con prudenza, qualcosa che Tobias non riconosca né non consigli i suoi lettori di fare con suo.

Finchè tutto il paese ha gente vivere con il HIV e ci sono nuove infezioni, c'è sempre qualcosa più che un governo può fare. Per reclamare che non c'è impegno dal governo del png da indirizzare l'epidemia del HIV è ingannevole ed inesatta. L'impegno all'epidemia è stato veduto in vari modi, modi in cui Tobias non cita. Per esempio, il Consiglio dell'AIDS del cittadino è stato stabilito da una Legge del Parlamento nel dicembre 1997. In tutte le province ci sono i Consigli provinciali dell'AIDS e più recentemente una decisione è stata presa per applicare un comitato dell'AIDS del distretto e un coordinatore. Negli altopiani orientali, fin qui questo è stato applicato con successo a metà almeno dei distretti. Ogni distretto ora ha una pianificazione strategica. Per esempio, in Daulo, un distretto della provincia degli altopiani orientali, tre reparti è stato identificato sulla base di geografia ed il linguaggio e le proiezioni sono stati fatti dal comitato dell'AIDS del distretto per formazione ed istruzione del HIV. La pianificazione quinquennale del distretto di Daulo è stata presentata al governo provinciale. Quindi, mentre c'è impegno e atto al livello del cittadino e dei governi provinciali, questo egualmente ha pervaso gli enti locali e le comunità. L'anno scorso il dipartimento di educazione ha lanciato un curriculum nazionale di formazione del HIV da applicare nei banchi di esecuzione di governo. Gli insegnanti già hanno cominciato ad assistere ai laboratori per potere insegnare al curriculum.

Il governo ha sviluppato due strategie nazionali sul HIV/AIDS. La pianificazione a medio termine nazionale del png HIV/AIDS per 1998-2002 ha fornito la struttura multisettoriale di strategia per la risposta nazionale all'epidemia di HIV/AIDS. A seguito di questo, un'altra strategia del cittadino (2004-2008) è stata sviluppata con lo scopo per ridurre da ora al 2008 la tariffa di prevalenza di HIV/AIDS nella popolazione in genere inferiore a 1% ed almeno di 1%. Egualmente ha lo scopo per migliorare la cura per quelli infettata e per minimizzare l'impatto sociale ed economico dell'epidemia sulle persone, sulle famiglie e sulle comunità. Inizialmente i sette settori prioritari erano: trattamento, consigliare, cura e supporto; formazione e prevenzione; epidemiologia e sorveglianza; ricerca sociale e comportamentistica del cambiamento; direzione, associazione e coordinamento; famiglia e sostegno comunitario; e riflettere e valutazione. Recentemente sebbene la consultazione un'iniziativa del governo vedi ulteriore inclusione del genere come settore prioritario.

Nel 2006 i primi summit nazionali sulla prevenzione del HIV sono stati tenuti. In un rapporto del UNAIDS su quei summit è stato scritto che “il più ad alto livello dell'impegno politico è stato dimostrato ai summit„. C'è un comitato speciale parlamentare del HIV/AIDS presieduto dal Dott. Banare Bun. Nel 2005 la Legge di HAMP (gestione e prevenzione dell'AIDS del HIV) è stata passata. Questo atto riguarda per esempio le destre della gente infettata di HIV, pre e prova del paletto consiglianti, distinzione e trasmissione utile del HIV. Il governo egualmente costituisce un fondo per il IMR del png per condurre la ricerca sull'area del HIV che la direttiva per informare pratica. Ancora, il collegamento in png fra la ricerca, la polizza e l'entrata in vigore è estremamente ben sviluppato. Questo collegamento è in parte facilitato dal ruolo del Direttore del IMR del png che è un membro del comitato per la salute del png con i simili del segretario nazionale di salubrità.

Recentemente, su sir Peter Barter, il ministro della salute di notizie di EM TV, era franco circa l'esigenza della prova aumentata in rurale ed in più regioni isolate di png e di supporto di sviluppo ulteriore dei centri di VCT. Inoltre, le Dame Carol Kidu hanno parlato fuori del HIV entrambi nella suoi comunità/elettorato e nella sua posizione come ministro per sviluppo della comunità che sta parlando delle emissioni che affrontano la sua gente come conseguenza del HIV sia ad un livello nazionale che internazionale. Altri parlamentari quale il Dott. Bun, il Dott. Puka Temu (un ministro della salute precedente) egualmente hanno parlato fuori del HIV.

Dieci degli autori in questa risposta corrente sono occupati come cadetti di ricerca in scienza sociale del HIV al IMR del png (un istituto di ricerca costituito un fondo per governo). Fa parte di un programma costituito un fondo per AusAID fra l'università di New South Wales ed IMR del png per rinforzare la capacità della Papuasia nuovi Abitanti della Guinea di condurre la ricerca sul loro proprio epidemico, attingente la conoscenza indigena. Ciò è ma uno dei molti programmi costituiti un fondo per AusAID che evidenzia che il governo del png e le sue istituzioni sono impegnati nell'epidemia di HIV/AIDS.

Non c' è un'assenza di impegno politico o di efficace direzione. Fa più necessità di essere fatto? Sì, deve essere più impegno e direzione se la risposta deve essere accelerata e più ulteriormente essere rinforzata. Una simile osservazione è stata fatta dal rapporto di HEMI che ha mostrato attraverso un modello matematico perché il governo del png deve sottoporre a operazioni di disgaggio sulla sua risposta corrente. Di nuovo, questo non significa che il governo del png non sta facendo nulla in risposta all'epidemia ma piuttosto fornisce un modello per supportare perché gli sforzi correnti sono importanti e perché devono essere rinforzati se il png è di seguire i progressi della sua epidemia. È la credenza di questi autori che la gente del png e del suo governo ha bisogno del credito e contributo ai loro sforzi in uno dei paesi culturali e geografici più complessi. Allo stesso tempo è soltanto lavorando insieme in un'atmosfera di reciprocità e spera che i nuovi e modi creativi rispondere ulteriore possano essere identificati ed applicati.

Come molti paesi, il png era lento realizzare l'enormità di che HIV doveva significare per i sui cittadini e lo sviluppo di come paese. Dopo essere cimentatsi con il potenziale dell'epidemia, il governo sta lavorando in società con le organizzazioni non governative, le agenzie di aiuto e le organizzazioni basate fede. Precedentemente la risposta è stata limitata da una mancanza di dati e di ricerca adeguati. Oggi tuttavia, c'è una ricchezza emergente degli impianti eccellenti che stanno guidando il governo e le sue associazioni per adattare una risposta del HIV che è specifica all'epidemia del png e non quelle di qualsiasi altra. Mentre questo lavoro è diventato disponibile, il politico a sua volta si è sviluppato e rinforzato.

In generale, Tobias fornisce un rapporto squilibrato e male scritto. Posiziona la Papuasia nuovi Abitanti della Guinea ed il suo governo come destinatari passivi “della pietà„ dell'Australia. È condiscendente e condiscendente. Nel non riuscire a scrivere in un modo equilibrato Tobias ha esortato il timore (e rabbia) piuttosto di un documento che la gente può impegnare utilmente con nella ricerca capire e rispondere alle nuove Guinea della Papuasia epidemiche nei modi più complessi. Quindi, ha venuto a mancare il suo proprio scopo che non era di assegnare la colpa ma fornire i sensi pratici in avanti.


Risposta scritta da Angela Kelly, Pamela Toliman, Kritoe Keleba, Rebecca Emori, Somu Nosi, laurenzi Pirpir, Frances Akuani, Barbara Kepa, Martha Kupul, Brenda Peter Canagh, Lucy Walizopa, Agnese Mek, Peter Siba e valore dell'erica.