Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le vertigini croniche possono avere parecchie cause psichiatriche e neurologiche

Le vertigini croniche possono avere parecchie cause comuni, compreso i disordini di ansia, l'emicrania, il trauma cranico traumatico ed i disordini nella parte del sistema nervoso che governa le attività involontarie, secondo un rapporto nell'emissione di febbraio degli archivi dell'otorinolaringoiatria - chirurgia del collo & della testa.

Un tipo particolare di vertigini croniche relativo a vertigine (una sensibilità della tornitura o girarsi connesso solitamente con i problemi dell'orecchio interno) lungamente ha irritato i medici, secondo informazioni di base nell'articolo. “I pazienti con questa sindrome hanno vertigini non specifiche croniche, squilibrio soggettivo e l'ipersensibilità per fare segno agli stimoli, che sono esacerbati negli ambienti visivi complessi (per esempio, camminare in una memoria occupata, movente nella pioggia),„ gli autori scrive. Alcuni ricercatori hanno proposto le vertigini soggettive croniche di termine per questa circostanza.

Jeffrey P. Staab, M.D., M.S. e colleghi al sistema di salubrità dell'università della Pennsylvania, Filadelfia, ha studiato 345 uomini e le donne invecchiano 15 - 89 (età media 43,5) chi ha avuto vertigini per tre mesi o più lungamente dovuto le cause sconosciute. Dal 1998 al 2004, i pazienti sono stati tenuti la carreggiata dal loro rinvio ad un centro del bilanciamento attraverso gli esami multipli di specialità fino a darli essi una diagnosi.

“Tutti solo sei pazienti sono stati diagnosticati come avendo termini psichiatrici o neurologici, compreso i disordini di ansia primari o secondari, emicrania, trauma cranico traumatico e neurale hanno mediato i dysautonomias,„ o il funzionamento anormale del sistema nervoso autonomo, che gestisce gli atti involontari. I disordini di ansia sono stati associati con 60 per cento dei casi di vertigini e dei termini di sistema nervoso centrale cronici (emicrania compresa, traumi cranici e disordini autonomi del sistema nervoso) con 38,6 per cento. Sei pazienti (1,7 per cento) hanno avuti battiti cardiaci irregolari.

“I risultati di questa ricerca forniscono una certa comprensione nei meccanismi patofisiologici che possono precipitare e perpetuare le vertigini croniche,„ gli autori scrivono. “Due terzi dei pazienti hanno fatti connesso le condizioni mediche con l'inizio di vertigini, mentre un terzo ha avuto disordini di ansia come la causa iniziale. Di conseguenza, le vertigini soggettive croniche possono essere avviate dalle circostanze neurotologic [in relazione con l'orecchio] o psichiatriche.„

“Le funzionalità diagnostiche chiave sono state identificate in cronologia clinica per ogni malattia,„ essi continuano. Per esempio, quelli con le emicranie hanno avuti spesso la nausea o vomito, i disordini di ansia sono stati associati con timore e la preoccupazione e quelli con i disordini autonomi del sistema nervoso hanno teso a diventare vertiginosi quando si sono esercitate. “L'indagine attenta circa queste caratteristiche fondamentali durante le valutazioni otologic può aumentare la precisione diagnostica e piombo alle raccomandazioni più specifiche del trattamento per questi pazienti imbrazzanti.„