I pomodori del Mandarino amplificano gli antiossidanti di malattia-combattimento nel sangue

i pomodori rosso-cupo ottengono il loro colore ricco da lycopene, un antiossidante di malattia-combattimento. Un nuovo studio, tuttavia, suggerisce che una varietà speciale di pomodori arancioni fornisca un modulo differente di lycopene, uno che i nostri organismi possono usare più prontamente.

I Ricercatori hanno trovato quello che mangiano gli spaghetti coperti in salsa fatta da questi pomodori arancio, chiamati pomodori di Tangerine, causati una spinta notevole in questo modulo di lycopene nel sangue dei partecipanti.

“Mentre i pomodori rossi contengono molto più lycopene che i pomodori arancio, la maggior parte è in un modulo che l'organismo non assorbe bene,„ ha detto Steven Schwartz, l'autore principale dello studio ed il professor di scienza e tecnologia dell'alimento all'Ohio State University.

“La gente nello studio realmente ha consumato meno lycopene quando hanno mangiato la salsa fatta dai pomodori arancio, ma hanno assorbito molto più lycopene che lo avrebbero avuto se fosse venuto dai pomodori rossi,„ hanno detto. “Che è che cosa è così drammatico a questo proposito.„

I pomodori usati per questo lavoro sono stati sviluppati specificamente per lo studio - queste varietà particolari non sono disponibili facilmente in drogherie. I ricercatori suggeriscono che i consumatori interessati cerchino dei i pomodori arancio e colorati d'oro di cimelio come alternativa ai pomodori del Mandarino, ma avvertono che non hanno provato quanto o che genere di lycopene queste varietà contengono.

Il Lycopene appartiene ad una famiglia degli antiossidanti chiamati i carotenoidi, che danno le frutta e le verdure sicure i loro colori distintivi. I Carotenoidi sono pensati per avere una serie di indennità-malattia, come diminuzione del rischio di sviluppare il cancro, la malattia cardiovascolare e la degenerazione maculare senile.

“Il pomodoro è una fabbrica biosintetica meravigliosa per i carotenoidi e gli scienziati stanno lavorando ai modi migliorare il contenuto dell'antiossidante della frutta e la composizione,„ Schwartz è continuato.

I risultati compaiono in un'edizione recente del Giornale della Chimica Agricola ed Alimentare.

Il Lycopene è un carotenoide che contiene vari composti relativi chiamati isomeri. Gli Isomeri dividono la stessa formula chimica, eppure differiscono in struttura chimica. Nel caso dei pomodori, gli isomeri differenti del lycopene fanno una parte nella determinazione del colore della frutta.

Parecchi anni fa, Schwartz ed i suoi colleghi hanno scoperto l'abbondanza di alcuni di questi isomeri, chiamato lycopene cis, nel sangue umano. Ma la maggior parte dei pomodori ed ai dei prodotti che basati a pomodoro corrente consumiamo sono ricchi in tutto trasporto lycopene.

“Non sappiamo perché i nostri organismi sembrano trasformare il lycopene negli cis-isomeri, o se alcuni isomeri sono più utili di altri,„ Schwartz ha detto.

I ricercatori non sanno se i pomodori ricchi in cis-lycopene fornissero le più notevoli indennità-malattia agli esseri umani, ma i risultati dello studio indicano che i pomodori possono essere usati per aumentare sia l'assunzione che l'assorbimento dei composti salubrità-utili.

I ricercatori hanno prodotto la salsa di spaghetti da due varietà del pomodoro - pomodori del mandarino, che ottengono il loro nome dalla loro interfaccia arancio e sono alti in cis-lycopene e una varietà del pomodoro scelta per il suo contenuto ricco del beta-carotene.

I pomodori sono stati coltivati ad una stazione Di stato Affiliata di ricerca agricola dell'Ohio nell'Ohio nordoccidentale. A Seguito del raccolto, entrambe le varietà del pomodoro immediatamente sono state trasformate nel succo di pomodoro inscatolato e sono state concentrate. Il condimento Italiano si è aggiunto per il gusto.

I 12 adulti che partecipano allo studio hanno mangiato due pasti della prova degli spaghetti - una salsa inclusa fatta dai pomodori del mandarino, mentre l'altra salsa descritta fatta dai pomodori alti in beta-carotene. I partecipanti sono stati chiesti di evitare il pomodoro ed i beta degli alimenti ricchi di carotene per i 13 giorni prima del cibo dell'ogni pasto della prova.

I Ricercatori hanno dissipato il sangue right before ogni partecipante ha mangiato ed ancora ogni ora o due fino a 10 ore dopo il pasto. Hanno analizzato i campioni di sangue per il contenuto del beta-carotene e del lycopene.

L'assorbimento del Lycopene dai pomodori del mandarino era 2,5 volte più superiore a quello assorbente dai beta dei pomodori ricchi di carotene e, Schwartz ha detto, dalle varietà rosse tipiche del pomodoro. i livelli del Cis-Lycopene chiodati intorno cinque ore dopo il cibo della salsa al pomodoro del mandarino ed a questo punto durante l'assorbimento i livelli erano circa 200 volte maggiori di quelli di trans-lycopene, che erano quasi inesistenti. Mentre il cis-lycopene è di gran lunga l'isomero più abbondante in questi pomodori, contengono le tracce di trans-lycopene.

Gli organismi dei partecipanti egualmente hanno assorbito prontamente il beta-carotene dai beta dei pomodori ricchi di carotene.

“Ora, soltanto le carote e le patate dolci sono un più disponibile facilmente, sorgente più ricca del beta-carotene,„ Schwartz ha detto. “E questo carotenoide è una sorgente importante di vitamina A per una grande percentuale di popolazione del mondo. La Sua carenza è un problema sanitario serio in molti paesi in via di sviluppo.

“Il Nostro studio ha mostrato che un pomodoro può anche aumentare i livelli del beta-carotene nel sangue,„ Schwartz ha detto. Mentre questi pomodori speciali sono stati coltivati appena per questo studio, i ricercatori hanno righe pre-commerciali di entrambe le varietà disponibili.

Ha intrapreso gli studi con i colleghi David Francis, un professore associato dello Stato dell'Ohio dell'orticoltura e della scienza del ventriglio; Steven Clinton, un professore associato di ematologia ed oncologia e l'alimentazione umana; Nuray Unlu, un ex ricercatore postdottorale nella scienza dell'alimentazione; e Torsten Bohn, un ex collega postdottorale nella scienza dell'alimentazione allo Stato dell'Ohio.