Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I geni circadiani possono partecipare al disordine bipolare

Interrompa il gene che regolamenta gli orologi biologici in mouse e diventano maniaci, esibente i comportamenti simili agli esseri umani con disordine bipolare, UT che i ricercatori sudoccidentali del centro medico hanno trovato.

In uno studio accessibile in linea negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze, scienziati dalla manifestazione sudoccidentale di UT che il gene dell'orologio, che gestisce i ritmi circadiani dell'organismo, può partecipare integralmente allo sviluppo di disordine bipolare. I ritmi circadiani comprendono gli alti e bassi quotidiani di trattamenti di risveglio, mangianti ed altri quale la temperatura corporea, dei livelli di ormone, della pressione sanguigna e dell'attività del cuore.

 “C'è prova che suggerisce che i geni circadiani possano partecipare al disordine bipolare,„ ha detto il Dott. Colleen McClung, assistente universitario della psichiatria e l'autore senior dello studio. “Che cosa abbiamo fatto è intrapreso a risultati più iniziali un'azione più ulteriormente costruendo un modello mutante del mouse che video un profilo globale che è in maniera sconvolgente simile a mania umana, che ci darà l'opportunità di studiare perché la gente sviluppa la mania o il disordine bipolare e come possono essere curate.„

Il disordine bipolare, anche conosciuto come la malattia maniaco-depressiva, è un disordine del cervello che causa gli spostamenti drammatici nell'umore, nell'energia e nella capacità di una persona funzionare - molto più severo degli alti e bassi normali quell'maggior parte di esperienza della gente. Circa 5,7 milione adulti americani, o circa 2,6 per cento della popolazione adulta, soffrono dal disordine psichiatrico.

Lo studio ha compreso fare passare i mouse mutanti con una serie di prove, durante cui video l'iperattività, il sonno in diminuzione, i livelli in diminuzione di ansia, una maggior volontà impegnarsi nelle attività “rischiose„, i livelli più bassi di comportamento del tipo di depressione e la sensibilità aumentata agli effetti rewarding delle sostanze quali cocaina e lo zucchero.

“Questi comportamenti correlano con il senso di euforia e di mania che esperienza bipolare dei pazienti,„ ha detto il Dott. McClung. “Inoltre, c'è una co-morbosità molto alta fra uso della droga e disordine bipolare, particolarmente quando i pazienti sono nello stato maniaco.„

Durante lo studio, il litio è stato dato ai mouse mutanti. Il litio, un farmaco distabilizzazione, è più comunemente usato in esseri umani curare i pazienti bipolari. Trattato una volta con la droga in maniera regolare, la maggior parte dei mouse dello studio è ritornato di nuovo ai reticoli comportamentistici normali, come fanno esseri umani.

I ricercatori egualmente hanno iniettato una proteina funzionale del gene dell'orologio - basicamente dando ai mouse il loro gene dell'orologio nuovamente dentro una regione specifica del cervello che i comandi ricompensano le funzioni e dove le celle della dopamina sono individuate. La dopamina è un neurotrasmettitore connesso con “il sistema di piacere„ del cervello ed è rilasciata dalle esperienze naturalmente ricompensanti quali alimento, il sesso e l'uso di determinate droghe. Ciò egualmente ha provocato i mouse che ritornano a comportamenti normali.

“Mentre il gene dell'orologio è espresso in tutto il cervello, è studiato realmente soltanto in una regione particolare del cervello, che è quella che è compresa nei ritmi circadiani,„ ha detto il Dott. McClung. “Questo è uno dei primi studi per indicare che l'orologio ha un effetto principale su comportamento in una regione differente del cervello - specificamente quella che i comandi ricompensano le risposte e l'umore.„

Il Dott. Eric Nestler, presidente dell'instituto di psichiatria sudoccidentale di UT ed anche un autore di studio, ha detto che la ricerca è importante perché stabilisce il primo modello completo del mouse per lo studio del disordine bipolare.

“La mancanza di modello animale per disordine bipolare è stata una limitazione cruciale nei nostri sforzi per capire meglio la base biologica del disordine,„ ha detto il Dott. Nestler, che tiene la presidenza distinta McGinley di Ellen e di Lou nella ricerca psichiatrica. “I risultati del Dott. McClung sono quindi molto importanti per il campo e forniscono le direzioni fondamentalmente nuove per l'un giorno che sviluppa i trattamenti migliori.„

Altri ricercatori dall'instituto di psichiatria sudoccidentale di UT che contribuisce allo studio erano: Dott. Shari Birnbaum, assistente universitario; Dott. Sumana Chakravarty, istruttore di aiuto; Dott. Scott Russo, ricercatore postdottorale; ami Graham, Joseph Peevey e Kole Roybal dei tecnici di ricerca; e Vaishnav Krishnan, studente di MSTP. Ricercatori dalla Harvard University, dal sistema sanitario del nord, dalla Northwestern University e dal Howard Hughes Medical Institute del Texas di affari dei veterani anche contribuiti.

Lo studio è stato supportato dalle concessioni dall'istituto nazionale su abuso di droga e dall'istituto della salute mentale nazionale.