Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

MRI come componente chiave del workup diagnostico per le donne con cancro al seno

Fino a 10 per cento delle donne recentemente diagnosticate con cancro in un petto sviluppano il cancro nel petto opposto.

I Risultati di un test clinico importante indicano che le scansioni (MRI) di imaging a risonanza magnetica sono strumenti altamente efficaci per rapidamente l'identificazione dei questi cancri al seno opposti, individuanti il tessuto malato che altri metodi di vagliatura hanno mancato.

Nella nuova prova, condotta dall'Istituto Universitario Americano della Rete della Rappresentazione della Radiologia (ACRIN) e costituita un fondo per dall'Istituto Nazionale contro il Cancro, i ricercatori hanno voluto determinare se MRI potrebbe migliorare medici, capacità di identificare questi cancri al seno opposti radrizzano alla diagnosi iniziale, amplificando le probabilità per il trattamento rapido e riuscito.

I risultati, pubblicati in New England Journal di Medicina, indicano che per le donne già diagnosticate con cancro in un petto, le scansioni di MRI hanno individuato più di 90 per cento dei cancri nell'opposto, o controlaterale, petto.

“Lo studio stabilisce MRI come componente chiave del workup diagnostico per le donne con cancro al seno,„ ha detto Costantina Gatsonis, lo statistico del cavo per la prova e Direttore del Centro per le Scienze Statistiche alla Brown University. “Se la mia moglie fosse diagnosticata con cancro al seno, sarei sicuro che ha ottenuto un MRI del petto opposto.„

Gatsonis, il professor Marrone della biostatistica, ha sorvegliato la progettazione della prova di MRI e piombo l'analisi dei sui risultati. Ha offerto un avvertimento: Lo studio ha indicato che MRI è un'efficace aggiunta a, ma non una sostituzione per, gli esami del petto e una mammografia clinici.

“Questo studio non è stato destinato per determinare se la mammografia o MRI è una migliore prova di selezione per cancro al seno in donne al rischio medio,„ Gatsonis ha detto. “È stato destinato per vedere soltanto se MRI migliorasse la rilevazione dei cancri negli altri petti delle donne già diagnosticate con cancro al seno unilaterale.„

Nella prova, 1.007 donne sono state reclutate da 25 siti clinici negli Stati Uniti, nel Canada ed in Germania. Complessivamente 969 donne hanno terminato lo studio. Tutti recentemente sono stati diagnosticati con cancro in un petto ed erano stati annullati di cancro nel petto opposto; il mammogramma ed i risultati clinici dell'esame del petto hanno ritornato quantità negativa.

Entro 90 giorni di quelle prove, i partecipanti di prova poi hanno avuti un MRI. In 30 donne, le scansioni hanno risultato i cancri mancanti con altri metodi.

“MRI è uno strumento potente,„ Gatsonis ha detto. “Ma non è perfetto. Le Scansioni hanno mostrato le aree del tessuto sospettoso del petto che sono risultato essere benigne. Ma questo studio ha mostrato meno falsi positivi che il più piccolo "" di studi di MRI che supporta forte MRI come complemento alla mammografia.„

http://www.brown.edu/