L'aggiunta di torcetrapib alla terapia dello statin non ha vantaggio per la progressione di aterosclerosi

Per alcuni pazienti con ricco in colesterolo, anche il trattamento più aggressivo con le droghe dello statin non riesce ad impedire la coronaropatia.

I pazienti con iperlipidemia, alto LDL o “cattivi„ colesterolo e trigylcerides e HDL basso o “buon„ colesterolo e quelli con una storia della famiglia di ricco in colesterolo sono ad un'accumulazione della placca o e aterosclerosi per ad alto rischio nelle arterie coronarie, che possono piombo ad un attacco di cuore o ad un colpo. Mentre abbassare i livelli di LDL con le droghe dello statin è efficace nella diminuzione del rischio, aggiungente un agente che solleva i livelli di HDL può offrire l'assegno complementare.

Due studi presentati all'istituto universitario americano della sessione scientifica annuale della cardiologia cinquantaseiesima hanno valutato gli effetti di aggiunta del torcetrapib alle atorvastatine fra i pazienti per migliorare i loro livelli di colesterolo. Sebbene lo studio di ILLUMINARE ed altre prove che comprendono il torcetrapib recentemente siano interrotti a causa delle preoccupazioni della sicurezza, l'effetto della droga su spessore carotico di intima-media (CIMT) può fornire le informazioni utili sopra se rallenta la progressione di aterosclerosi. Gli studi saranno pubblicati simultaneamente in New England Journal di medicina. ACC.07 è la riunione medica cardiovascolare prima, riunendo i cardiologi e gli specialisti cardiovascolari ad ulteriori innovazioni nella medicina cardiovascolare.

“Cambiamento aterosclerotico di malattia di classificazione da rappresentazione con le prove di un nuovo inibitore di CEtp„, anche conosciute come gli studi della RADIANZA, provati una terapia di combinazione con torcetrapib e atorvastatine in due gruppi di pazienti. La RADIANZA 1 ha fatto partecipare 907 pazienti con ipercolesterolemia familiare eterozigotica (HeFH), il tipo di ricco in colesterolo che funziona in famiglie, mentre la RADIANZA 2 ha iscritto 758 pazienti con iperlipidemia mista.

Entrambi i gruppi di pazienti hanno cominciato un periodo solo atorvastatine durante sul cui le dosi dei pazienti sono state titolate finché i livelli di LDL non raggiungessero le linee guida nazionali. Gli oggetti poi sono stati ripartiti con scelta casuale ad una combinazione di torcetrapib e atorvastatine o atorvastatine da solo. La progressione aterosclerotica è stata valutata due volte dall'ultrasuono nella prima settimana e ad intervalli di sei mesi. Gli effetti della terapia di combinazione sono stati determinati mediante l'esame del cambiamento in CIMT di 12 hanno predefinito i segmenti carotici. L'ultrasuono è usato per misurare lo spessore delle pareti arteriose dell'arteria carotica comune, della biforcazione carotica e dell'arteria carotica interna per arrivare a CIMT, che è corrente essere un preannunciatore di aterosclerosi coronaria.

Studi i risultati ha indicato che il torcetrapib dell'inibitore di CETP piombo agli aumenti ineguagliabili di HDL-C ed alle diminuzioni robuste di LDL-C ma malgrado questo non ha avuto vantaggio sulla progressione di aterosclerosi mentre un punto finale secondario dello studio anche ha suggerito la progressione della malattia in pazienti torcetrapib-trattati. Inoltre, il torcetrapib ha sollevato significativamente la pressione sanguigna, ma i risultati negativi delle prove della RADIANZA non potrebbero essere spiegati da questo effetto secondario indesiderabile.

“L'aggiunta di torcetrapib alla terapia dello statin non ha vantaggio affatto sulla progressione di aterosclerosi, ma resta studiare se questa è una conseguenza della molecola Torcetrapib o se il concetto di inibizione di CETP è un'ipotesi difettosa,„ ha detto John J.P. Kastelein, M.D., Ph.D., del centro medico accademico a Amsterdam e dell'autore principale degli studi. “I dati supplementari dallo studio di ILLUMINARE alla fine di quest'anno eventualmente faranno più indicatore luminoso su questa emissione.„