Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Proteine vaccino della malattia di Lyme di combinazione brevettate

Gli scienziati al Dipartimento per l'energia di Stati Uniti il laboratorio nazionale del Brookhaven ed i collaboratori alla Stony Brook University hanno ricevuto il brevetto numero 7.179.448 degli Stati Uniti per lo sviluppo chimerico, o “la combinazione,„ proteine che possono avanzare lo sviluppo dei vaccini e dei test diagnostici per la malattia di Lyme.

Le proteine geneticamente costruite combinano i pezzi di due proteine che sono normalmente presenti sulla superficie del batterio che causa la malattia di Lyme, ma alle fasi differenti del ciclo della vita dell'organismo. “Combinare i pezzi di queste due proteine in una proteina chimerica dovrebbe avviare “un uno-due„ risposta immunitaria più capace di respingere il batterio che qualsiasi proteina da solo,„ dice il biologo John Dunn, un ricercatore di Brookhaven sul gruppo della malattia di Lyme di BNL. “Queste proteine chimeriche potrebbero anche essere usate come reagenti diagnostici che distinguono malattia-causare gli sforzi dei batteri da quei relativamente inoffensivi e contribuiscono a valutare la severità di un'infezione,„ Dunn ha detto.

La malattia di Lyme è la malattia vettore-sopportata più comune negli Stati Uniti, causanti a circa 25.000 nuovi casi ogni anno - una tariffa che si pensa che aumenti almeno da un terzo dal 2002 al 2012, secondo un nuovo studio. I sintomi iniziali della malattia, che è sparsa dal morso di una tacca di cervi infettata, includono un'eruzione del centro al sito del morso e dei sintomi del tipo di influenza. Se non trattato subito con gli antibiotici, può piombo ai sintomi più seri, compreso le complicazioni unite e neurologiche.

Gli scienziati stanno lavorando ai vaccini basati sulle strutture delle proteine trovate sulla superficie esterna del burgdoferi di borrelia, il batterio che causa la malattia di Lyme. Dunn ed i colleghi hanno decifrato le strutture livellate atomiche di queste proteine, conosciute come le proteine A e C della superficie esterna (OspA e OspC), alla sorgente luminosa del sincrotrone nazionale (NSLS) al laboratorio di Brookhaven. La proteina di OspA, che è stata usata per fare il vaccino originale contro la malattia di Lyme, è soltanto presente nei batteri mentre sono nello stomaco a sangue freddo della tacca di cervi e non nel host. Dopo i morsi della tacca un host mammifero a sangue caldo, i batteri iniettati produce OspC sulla loro superficie.

Allo scopo di sviluppare un vaccino che avrebbe avviato una risposta immunitaria contro sia queste fasi del ciclo di vita, il gruppo di Dunn ha usato i metodi di DNA ricombinante per creare le nuove proteine che combinano le parti più immunogene di OspA che di OspC - cioè, le regioni delle due proteine che sono più probabili da avviare una risposta immunitaria.

I ricercatori hanno dimostrato che le nuove proteine di combinazione conservano la capacità di avviare una risposta immunitaria almeno ad una o entrambe gli antigeni e possono avviare la produzione degli anticorpi che inibiscono la crescita di e/o uccidono i batteri di borrelia nelle culture del laboratorio. Egualmente hanno indicato che le proteine chimeriche possono essere prodotte in serie nei batteri di Escherichia coli, una tecnica di laboratorio comune per la fabbricazione delle proteine ed essere depurate facilmente per uso possibile in vaccini o nelle analisi diagnostiche.

“Questo potrebbe piombo ad un vaccino che è efficace nelle fasi differenti del ciclo di vita dell'organismo,„ ha detto Dunn. Inoltre, comprendendo i frammenti unici della proteina dalle varie famiglie patogene di borrelia, queste proteine chimeriche hanno potuto essere usate per distinguere clinicamente l'esposizione importante a borrelia malattia-causante dalle esposizioni ad altre famiglie non patogene di borrelia.

Il brevetto riguarda lo sviluppo delle proteine chimeriche stessi, gli acidi nucleici (materiale genetico) usati per generare le proteine, i metodi impiegati per fare le proteine, i metodi impiegati per consegnare le proteine o gli acidi nucleici, l'uso delle proteine nelle analisi diagnostiche o in kit ed il loro uso in animali ed in esseri umani come vaccini contro la malattia di Lyme.

Questa ricerca è stata costituita un fondo per dall'ufficio della ricerca biologica ed ambientale all'interno del Dipartimento per l'energia di Stati Uniti l'ufficio di scienza e dagli istituti della sanità nazionali.