Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La reazione del Cervello da sollecitare può danneggiare un cuore vulnerabile

Gli scienziati Britannici dicono che hanno trovato che una parte del cervello responsabile delle funzioni quali l'apprendimento e la memoria può anche destabilizzare il cuore durante i periodi dello sforzo.

Sembra che quando una persona diventa ha sollecitato la risposta normale comprende l'attività aumentante del cuore per pompare più sangue intorno all'organismo; tuttavia questa risposta può avere un'influenza avversa su quelle con la malattia di cuore ed aumentare il loro rischio di infarto.

Gli scienziati dall'University College Di Londra e la Facoltà di Medicina di Sussex e di Brighton hanno studiato 10 pazienti con le condizioni del cuore specifiche.

I ricercatori hanno misurato i cambiamenti elettrici alla superficie del cranio per esaminare come il cervello ha gestito mentre i pazienti hanno eseguito un compito leggermente stressante, cioè il conteggio indietro nei sevens.

I Loro risultati hanno indicato che la corteccia del cervello resa alla risposta dello sforzo dell'organismo peggiore creando un ciclo di feedback che potrebbe finalmente destabilizzare il muscolo di cuore.

Il Gray di Marcus autore di Studio della Facoltà di Medicina di Sussex & di Brighton, dice che hanno trovato un'associazione vicina fra la prestazione reale del cuore e l'attività nella corteccia, che suggerisce che queste regioni del cervello ascoltino molto attentamente all'attività di battimento--battimento.

Il Gray dice che questo suggerisce che la corteccia cerebrale possa svolgere un ruolo significativo in questi eventi essendo addetta ad un circolo vizioso.

Dice che già è conosciuto che lo sforzo può aumentare il rischio di morte improvvisa con arresto cardiaco e che le aree del cervello responsabili della regolamentazione della funzione del cuore possono essere squilibrate dallo sforzo.

Per lo studio i cambiamenti elettrici alla superficie del cranio sono stati misurati mentre i pazienti hanno eseguito il compito.

I risultati hanno mostrato quell'attività nelle regioni “di più alto livello„ del cervello, quale la corteccia molto attentamente riflessa la risposta misurata nel cuore.

Ciò ha il potenziale ha destabilizzato il muscolo di cuore, sollevando la possibilità dei ritmi anormali e potenzialmente pericolosi, che possono causare la morte improvvisa in pazienti vulnerabili.

Lo studio è pubblicato negli Atti dell'Accademia Nazionale delle Scienze.