Le cellule staminali embrionali forniscono il nuovo strumento per lo studio della malattia e l'identificazione delle droghe di ALS

I risultati di due studi costituiti un fondo per dal progetto A.L.S e sembrare nella pubblicazione online di avanzamento della neuroscienza della natura dimostrano che le cellule staminali embrionali possano fornire un nuovo strumento per lo studio dei meccanismi di malattia e per l'identificazione delle droghe per rallentare il ALS, anche conosciuto come Lou Gehrig's Disease.

Entrambi gli studi sono stati terminati dai ricercatori che partecipano ad una collaborazione in corso con il laboratorio di progetto A.L.S ./Jenifer Estess per la ricerca della cellula staminale, il mondo primo e soltanto il laboratorio privatamente costituito un fondo per messo a fuoco esclusivamente sulle cellule staminali e sul ALS.

Gli studi complementari, piombo da Kevin Eggan, dell'istituto della cellula staminale di Harvard e Serge Przedborski, del centro medico di Columbia University coercitivamente dimostrano che le cellule staminali embrionali possono essere usate per creare un modello in vitro di ALS, una malattia neurodegenerative interna che distrugge selettivamente i motoneuroni, celle del messaggero responsabili di virtualmente tutto il movimento volontario.

Finora, gli scienziati non hanno saputo se i motoneuroni nel ALS muoiono a causa di un problema all'interno della cella, o dall'esterno della cella. Lo studio dal gruppo di Eggan descrive il riuscito uso ad un di un modello basato a cella del gambo embrionale novello per ALS che aiuterà gli scienziati a rispondere a questo ed altre domande. Utilizzando questo modello sia i gruppi di Przedborski che di Eggan hanno osservato che le celle non di un neurone chiamate astrocytes possono avere un effetto tossico sui motoneuroni nel ALS.

Lo studio di Colombia fornisce ulteriore prova che i astrocytes sono tossici ai motoneuroni nel ALS. La scoperta del gruppo di Colombia dei mediatori astrocyte-tossici fornisce non solo una comprensione in come il danno connesso con ALS accade e un biomarcatore potenziale per la diagnosi precoce della malattia, ma egualmente fornisce un obiettivo per le nuove terapie potenziali puntate su rallentando la degenerazione del motoneurone nel ALS.

“Che è che cosa accade quando gli scienziati dalle istituzioni importanti lavorano insieme verso gli scopi comuni. Il progetto A.L.S si vanta sulla costruzione dei gruppi di ricerca produttivi dalle parti eleganti,„ ha detto Valerie Estess, direttore di ricerca per il progetto A.L.S.

“L'interesse, la curiosità e l'apertura mentale notevoli per le nuove e righe di promesse di ricerca è emblematici del progetto A.L.S.,„ Serge aggiunto Przedborski, pagina e professore di William Black di neurologia, a Colombia.