Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Prima chirurgia della NO--cicatrice del mondo

Il 2 aprile 2007, all'ospedale universitario di Strasburgo in Francia, il professor Jacques Marescaux ed il suo gruppo hanno eseguito con successo il primo ambulatorio della NO--cicatrice del mondo.

Questa prima operazione umana senza incisioni addominali è stata effettuata facendo uso di un endoscopio flessibile per rimozione transvaginal della cistifellea (colecistectomia) in una donna di 30 anni che soffre dagli episodi multipli di dolore dovuto le colelitiasi.

Questa procedura chirurgica dell'innovazione, chiamata l'Operation Anubis, esemplifica l'evoluzione di chirurgia. L'operazione consiste della rimozione della cistifellea realizzata senza cicatrici sulla parete addominale. Facendo uso di un endoscopio flessibile infilato nell'intercapedine addominale in un'incisione sulla parete vaginale, la cistifellea è eliminata facendo uso di un sacco endoscopico di recupero. La sola “invasione„ alla parete addominale ha consistito di un ago di stampa di 2mm fornito di un sistema della videocamera. Questo ago di stampa egualmente è servito per l'insufflazione del gas, che è necessaria da creare uno spazio di lavoro all'interno dell'addome e da riflettere la pressione di intrabdominal in tutto la procedura.

I vantaggi di questa tecnica includono: la riduzione o l'assenza di dolore operativo post-, facilità di accesso ad alcuni organi; assenza di trauma alla parete addominale; risultati cosmetici ideali ed i vantaggi psicologici di eliminazione del trauma corporeo derivando dalla chirurgia.

“Questa tecnica fornisce la prova che non ci sono limiti a come l'ingegnosità e la tecnologia umane possono diminuire il trauma fisico ed emozionale relativo a tutto l'atto chirurgico,„ dicono il professor Jacques Marescaux, chirurgo del cavo. “La sfida seguente sarà di convalidare altri approcci, con l'itinerario transgastric come la procedura di promessa.„

La riuscita prestazione dell'operazione Anubis all'ospedale universitario a Strasburgo è il risultato di tre anni di ricerca di supporto dal centro terapeutico di Biocluster dell'innovazione all'istituto per ricerca su Cancro dell'apparato digerente (IRCAD) ed in collaborazione con KARL STORZ, una guida internazionale in endoscopi.

Il 20 marzo 2007, un gruppo degli specialisti alla Columbia University in New York ha eseguito una colecistectomia transvaginal ibrida con l'assistenza di tre trocars laparoscopic (New York Times, il 20 aprile 2007). Mentre questa procedura ha richiesto all'aiuto delle incisioni chirurgiche di eliminare la cistifellea, l'operazione Anubis è stata realizzata interamente tramite la vagina con un'piccola invasione all'addome, che traccia un passo avanti importante rispetto ad ambulatorio convenzionale