Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il gong cinese Teng di Lei dell'erba ferma la formazione di cisti nella malattia renale policistica in laboratorio

Facendo uso di un composto da una medicina tradizionale cinese secolare, il Dott. Craig Crews del ricercatore di Yale University ha potuto impedire la formazione di cisti rene-distruggere in un modello del mouse della malattia renale policistica.

Questa abilità dà la speranza per che cosa sarebbe il primo trattamento, all'infuori del trapianto del rene o di frequente dialisi, per uno dei più letali di tutte le malattie renali universalmente.

Il Dott. Crews ha descritto il funzionamento del composto a biologia sperimentale 2007 in Washington, DC. La sua presentazione fa parte del programma scientifico della società americana per la biochimica e la biologia molecolare.

Triptolide è derivato da un'erba medicinale cinese, nominata gong Teng di Lei, che è stato utilizzato nella medicina tradizionale per trattare il cancro, l'infiammazione e le malattie autoimmuni e, più recentemente, egualmente è stato collaudato nei test clinici di fase I come agente antitumorale.

Questo studio, con i mouse è cresciuto per avere una malattia come la malattia renale policistica umana, triptolide usato con una concentrazione meno tossica che quello utilizzato nelle prove della chemioterapia del cancro. A quel livello, la profonda formazione diminuita composta della ciste nei mouse ha confrontato ai mouse geneticamente simili che non catturano il composto.

Durante lo sviluppo normale del rene, le celle che allineano i tubuli del rene continuano a crescere e dividersi finché non ricevano un segnale che il tubulo completamente è formato. L'opzione che accende quel segnale consiste delle proteine regolarici PKD1 e PKD2 della crescita, situati sulle ciglia del tipo di capelli nel rivestimento dei tubuli di sviluppo. Quando l'urina comincia ad attraversare i tubuli, il flusso piega le ciglia che provoca il segnale che non c'è la non più crescita necessaria.

Nella gente che ha una mutazione in una di queste proteine regolarici della crescita, tuttavia, il messaggio da smettere di crescere non ottiene mai consegnato, anche quando l'urina sta scorrendo e nelle ciglia stanno piegando. È come se il telefono stia suonando ma la cella non può sentirla. Così, mai non percependo un segnale fermarsi, le celle che allineano i tubuli pieno-formati del rene tengono la destra sulla suddivisione e sulla crescita. Il risultato di questa crescita hyperproliferative e non regolata: crescita incontrollata delle celle che allineano i tubuli e la formazione di grandi cisti nei reni.

La vasta maggioranza - 85 per cento - dei pazienti con la malattia renale policistica ha un gene indurre PKD1 a mancare o a funzionare male. Poiché la maggior parte dei pazienti ereditano soltanto un gene anormale ed un gene funzionale, l'organismo può solitamente compensare il gene difettoso e la persona conserva la funzione del rene durante gli anni 20 e il 30s. Ma con mutagenesi casuale, la buona copia restante di PKD1 è persa in alcune celle, che poi passano allo stato hyperproliferative. Mentre il rene della persona comincia a sviluppare queste cisti, il rene comincia a gonfiare ed i movimenti della persona a dialisi o a trapianto per sopravvivere a.

Quello significa che un trattamento che rallenta lo sviluppo delle cisti non deve fermare la loro produzione completamente per essere efficace, dice il Dott. Crews.

“Se potessimo rallentare la tariffa di formazione della ciste anche da 10 per cento l'annualmente, composta annualmente, i pazienti non morirebbero da questa malattia. Un effetto relativamente leggero avrebbe un vantaggio clinico enorme,„ dice il Dott. Crews.