Le medicine africane tradizionali possono tenere il potenziale per il trattamento dell'ipertensione

Le piante medicinali sono una parte integrante di cultura africana, una dei più vecchie e più diverse nel mondo.

Nel Sudafrica, la terapia farmacologica del XXI secolo è usata parallelamente con le medicine africane tradizionali per guarire il malato. Mentre gli impianti sono stati utilizzati nella medicina africana per trattare la febbre, l'asma, la costipazione, il cancro esofageo e l'ipertensione, le analisi scientifiche dei vantaggi pretesi di molti impianti è ancora limitate. Un gruppo dei ricercatori ora ha esaminato l'efficacia di 16 impianti che crescono nella regione natale del KwaZulu del paese ed ha concluso che gli otto estratti dell'impianto possono tenere il valore per trattare l'ipertensione (ipertensione).

Gli studi, intitolati attività dell'ACE-inibitore degli impianti nutritivi nel KwaZulu natale, sono stati intrapresi da Irene Mackraj e S. Ramesar, sia del dipartimento della fisiologia che della chimica fisiologica; e H. Baijnath, dipartimento delle scienze di conservazione e biologiche; Università di KwaZulu natale, Durban, Sudafrica. Il Dott. Mackraj sta presentando i risultati del gruppo alla 120th riunione annuale della società fisiologica americana (APS; www.The-APS.org), essendo tenendo come componente della conferenza sperimentale di biologia (eb '07). Più di 12.000 ricercatori scientifici assisteranno alla riunione che è tenuta il 28 aprile - 2 maggio 2007 al Washington, centro di convenzione di DC.

Sfondo e metodologia

L'ipertensione è trattata con il farmaco, compreso le droghe quali gli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACEI) e gli stampi del ricevitore dell'angiotensina II (ARB). Queste droghe non solo abbassano la pressione sanguigna ma offrono la protezione supplementare al cervello ed al cuore. ACEI, in particolare, forniscono ai beni utili ai pazienti il diabete di tipo 1.

In uno sforzo per identificare gli impianti indigeni consumati dalla popolazione locale nel KwaZulu natale che tengono i beni antipertensivi potenziali, i ricercatori hanno esaminato 16 impianti per identificare l'attività dell'ACE-inibitore. Gli impianti erano:

  • Dubius dell'amarantus, un impianto di fioritura anche conosciuto come l'amaranto della milza
  • Hybridus dell'amarantus, conosciuto comunemente come il pigweed liscio o l'amaranto esile
  • Spinosus dell'amarantus, anche conosciuto come l'amaranto coperto di spine
  • Gangetica di Asystasia, un coperchio ornamentale e al suolo conosciuto come la viola cinese. Inoltre utilizzato nella medicina piega nigeriana per la gestione di asma.
  • Centella asiatica, un piccolo impianto annuale erbaceo citato comunemente come pennywort asiatico
  • Triloba di Ceratotheca, un impianto annuale alto che fiorisce di estate a volte citata mentre il papavero cita
  • L'album del chenopodio, anche chiamato i quarti dell'agnello, questo è un impianto annuale pieno di erbacce
  • Emex australe, conosciuto comunemente come presa d'angolo tre del sud
  • Parviflora di Galinsoga, citato comunemente come soldato prode
  • Flava di Justicia, anche conosciuto come il justicia giallo e catturato per le tosse ed il trattamento delle febbri
  • Balsamina del Momordica, una medicina tradizionale di erbe africana anche conosciuta come la mela di balsamo
  • Sinuatum di Oxygonum, un'erbaccia dilagante senza il nome comune
  • Viscosa del Physalis, conosciuto come la ciliegia a terra dello starhair
  • Occidentalis della senna, un arbusto tropicale molto frondoso di cui i semi sono stati utilizzati in caffè; erbaccia settica chiamata
  • Nodiflorum del solano, anche conosciuto come belladonna bianca
  • Violacea di Tulbaghia, una pianta bulbosa con le foglie glabre citate spesso come società o aglio selvaggio

Le foglie secche dagli impianti sono state macinate ed utilizzato state per preparare gli estratti organici e acqueous. Dieci grammi di materia vegetale al suolo sono stati sospesi in un metanolo o nella soluzione dell'acqua distillata per 48 ore. Ogni soluzione successivamente è stata filtrata ed il filtrato è stato lasciato ad aria asciutta con conseguente composto specifico della prova. L'attività di ACE era risoluta facendo uso di un metodo flourimetric con il Cinorrodo-Suo-Leu come substrato. La fluorescenza del o-phthaldialdehyde è stata misurata per determinare l'effetto dell'impianto su attività di ACE.

L'attività di ACE del plasma era risoluta facendo uso del plasma del ratto. Il IC50 del ACEI convenzionale, captopril è stato determinato per verificare la sensibilità dell'analisi. Almeno le tre determinazioni separate sono state condotte per ogni composto della prova. Una prova del tannino è stata effettuata soltanto su quelle gli estratti dell'impianto che hanno esibito oltre 50 per cento di inibizione di ACE nell'analisi iniziale. I dati sono stati sottoposti a GraphPad Instat (software inc di GraphPad, a San Diego, CA, U.S.A.). Tutti i valori sono stati espressi come media, SEM. Una probabilità dove p<0.05 è stato considerato significativo.

Risultati: Otto di sedici impianti hanno mostrato ACEI

Otto dei 16 impianti hanno dimostrato l'attività di inibizione di ACE. Gli impianti poi sono stati sottoposti a prova del blocchetto del sale della gelatina affinchè i tannini eliminino tutti i risultati del falso positivo. Nessuno degli impianti hanno verificato il positivo a tannini, quindi eliminando tutti i risultati del falso positivo.

Infine, gli otto impianti che hanno mostrato l'attività significativa di ACEI in entrambi i moduli dell'estratto erano: Dubius dell'amarantus, hybridus dell'amarantus, gangetica di Asystasia, parviflora di Galinsoga, flava di Justicia, sinuatum di Oxygonum, viscosa del Physalis e violacea di Tulbaghia.

Del supporto “l'impianto dell'aglio selvaggio„ fuori (violacea di Tulbaghia)

Soltanto un impianto -- Violacea di Tulbaghia -- ha mostrato più di 50 per cento di inibizione in entrambi i preparati dell'estratto. Questi risultati sono in accordo con quelli di un altro gruppo (1999). Ulteriore prova ha rivelato che l'impianto ha influenze ipotese di promessa. L'impianto è associato comunemente con le cipolle e l'aglio ed altamente è concentrato nell'Africa meridionale. È il più noto come “aglio selvaggio.„

I ricercatori hanno registrato (1962) che l'impianto è stato martellato nelle formulazioni ed è stato usato dagli Africani del sud indigeni per alleviare i disturbi di stomaco, il reaumatismo e le alte febbri. Altri ricercatori hanno trovato (1966) che gli Africani del sud indigeni hanno sfregato le foglie dell'impianto sulle emicranie di seno di dirigere verso ed hanno utilizzato le infusioni dell'impianto per colica ed irrequietezza in bambini piccoli. Il la maggior parte scoperta diretta è il 1993 che trova che le grandi dosi dei preparati popolari dell'aglio hanno fatto diminuire significativamente la pressione sanguigna diastolica in pazienti umani 5-14 ore dopo la dose senza gli effetti secondari significativi. Inoltre, i preparati selvaggi e coltivati dell'aglio sono stati indicati per fare diminuire la pressione sanguigna sistolica in ratti.

Conclusioni

In questo violacea di Tulbaghia di studio ha indicato i beni relativi ad abbassare la pressione sanguigna. Poiché il numero delle persone ipertese intorno al mondo è sull'aumento, è interessante da perseguire ulteriori studi che comprendono questo estratto. I rimedi pieghi di ieri possono l'un giorno essere appena che cosa il medico del XXI secolo ordina.