Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio su sviluppo normale del cervello

I bambini sembrano avvicinarsi ai livelli adulti di prestazione su molte abilità motorie di base e conoscitive dalle età 11 o 12, secondo un nuovo studio coordinato dagli istituti della sanità nazionali (NIH).

Lo studio di imaging a risonanza magnetica (MRI) di NIH sullo sviluppo normale del cervello sta tenendo la carreggiata il cervello e lo sviluppo comportamentistico in circa 500 bambini americani in buona salute, dalla nascita per invecchiare 18. Un oggi online pubblicato rapporto dal giornale della società neuropsicologica internazionale contiene la prima occhiata dei dati comportamentistici, riguardante il quoziente d'intelligenza, la destrezza del motore, il linguaggio, il calcolo e le abilità sociali, raccolte dalle età 6 - 18 dei bambini.

Lo studio “fornirà ai ricercatori un punto di riferimento per come il cervello normale si sviluppa, di modo che possono capire meglio che cosa va male in bambini che fanno le anomalie del cervello causare dalla malattia genetica, dall'esposizione prenatale all'alcool o dalle droghe, o altri fattori,„ ha detto l'autore principale Deborah Waber, il Ph.D., un professore associato della psichiatria all'ospedale pediatrico Boston e la facoltà di medicina di Harvard.

Alcuni dei dati comportamentistici convalidano le tendenze vedute in altri studi; per esempio, indicano che il reddito della famiglia ha un impatto sul quoziente d'intelligenza e sui comportamenti sociali di un bambino. Ma la mancanza di prova per la crescita conoscitiva drammatica durante l'adolescenza era una sorpresa.

Lo scopo a lungo termine del gruppo di studio è di collegare questi dati comportamentistici alle scansioni di MRI dei cervelli dei bambini. Insieme, i due insiemi di dati permetteranno che i ricercatori osservino come il cervello coltiva e si riorganizza in tutto l'infanzia ed esplorino il significato dei mutamenti strutturali vedono.

“Questo studio fornirà egualmente un database completo per i clinici e gli scienziati,„ ha detto Direttore Elias A. Zerhouni, M.D. di NIH “un neurologo che nota che qualche cosa di insolito nel MRI di un bambino potrebbe usare il database per contribuire a determinare se l'anomalia è all'interno dell'intervallo della variazione normale, o se è fonte di preoccupazioni. Un ricercatore che studia una tossina ambientale o una malattia genetica che pregiudica lo sviluppo del cervello potrebbe usare il database per contribuire a determinare dove e quando lo sviluppo si è smarrito dal suo corso che normale.„

Lo studio è stato lanciato nel 1999 in uno sforzo comune dall'istituto nazionale dei disordini neurologici e colpo (NINDS), l'istituto nazionale della salute dei bambini e dello sviluppo umano (NICHD), l'istituto nazionale su abuso di droga (NIDA) e l'istituto della salute mentale nazionale (NIMH). La cianografia per ricerca in neuroscienza, un'iniziativa che combina le risorse da quegli istituti e da altre componenti di NIH, finanziamento supplementare recentemente fornito in modo che il gruppo di studio possa raccogliere le scansioni di cervello dalla rappresentazione del tensore della diffusione, (DTI) un genere di NIH di MRI. Mentre MRI convenzionale permette che i clinici ed i ricercatori prevedano le parti differenti del cervello, DTI li permette di vedere le reti delle fibre che connettono queste parti.

Per scrutare nel cervello di sviluppo normale, i ricercatori hanno cercato i bambini diversi geografico, socioeconomico e dalle origini etniche. Hanno reclutato i bambini da sei siti attraverso gli Stati Uniti: Ospedale pediatrico a Boston; Centro medico dell'ospedale pediatrico a Cincinnati; Ospedale pediatrico in Filadelfia; Università di California a Los Angeles; Università del Texas, Houston; ed università di Washington, St. Louis. Egualmente hanno modellato i dati demografici del gruppo di studio, in termini di reddito della famiglia ed origine etnica, per somigliare ai dati demografici della popolazione degli Stati Uniti, in base ai dati censuali dal 2000. Per concludere, hanno usato i questionari per escludere i bambini che hanno avuti tutti i segni o rischio conosciuto di disordini neurologici o psichiatrici seri.

L'assunzione e la selezione sono state trattate da un centro di coordinazione clinico all'università di Washington. Un centro di coordinazione di dati all'istituto neurologico di Montreal alla McGill University in Quebec sta sorvegliando il braccio della rappresentazione dello studio e sta sviluppando il database di informazioni di cervello-comportamento.

Sebbene nessun bambino sia osservato per l'intera portata inerente allo sviluppo da 18 anni coperta dallo studio, ciascuno sarà valutato per parecchi mesi a parecchi anni, secondo la loro età. Il minorenne 6 dei bambini ai tempi di assunzione si pensa che passi attraverso i cambiamenti inerenti allo sviluppo drammatici e rapidi e sta valutando a brevi intervalli. Complessivamente 385 bambini sono stati reclutati all'interno dell'intervallo di età 6-18 e stanno valutandi a tre punti di volta, all'inizio, mezzo e conclusione di un periodo quadriennale.

L'odierna pubblicazione riassume i risultati dei test psicologici effettuati alla prima volta indica. Le prove misurano una vasta gamma di abilità, da controllo di motore fine, alle abilità sociali, agli aspetti di intelligenza, quale la capacità di spiegare i concetti verbali o di risolvere i puzzle visivi.

I bambini dalle famiglie di reddito basso hanno eseguito piuttosto più male su quoziente d'intelligenza e sui test di profitto e video i problemi più comportamentistici confrontati ai bambini dalle famiglie di reddito medio e più alto. Non hanno differito, tuttavia, su molte altre misure delle funzioni conoscitive di base, come la memoria e la fluidità verbale, o sulla maggior parte delle misure di adattamento sociale. Una percentuale relativamente più grande dei bambini di reddito basso si è esclusa dai criteri di selezione rigorosi dello studio, ma i bambini in buona salute di reddito basso che hanno partecipato hanno eseguito sopra le norme pubblicate per il loro demografico. Ciò suggerisce quella negli studi precedenti, le disparità di salubrità generale potrebbero gonfiare lo spazio conoscitivo fra il minimo ed i bambini di redditi alti, il Dott. Waber hanno detto.

C'erano suggerimenti delle differenze molto citate nell'abilità verbale e spaziale fra i ragazzi e le ragazze, ma queste differenze non erano marcate quanto quelle descritte nei rapporti precedenti. Infatti, non c'erano differenze del sesso in fluidità verbale. Non c'erano egualmente differenze nell'abilità di calcolo, suggerente che i ragazzi e le ragazze avessero un'attitudine uguale per la matematica.

Indipendentemente da reddito o dal sesso, i bambini sono sembrato migliorare rapido su molte mansioni fra le età 6 e 10, con molto la meno crescita conoscitiva drammatica nell'adolescenza. Misure di questo risultato con ricerca precedente che suggerisce che nell'adolescenza, c'è uno spostamento verso l'integrazione del che cosa uno conosce piuttosto che imparando le nuove abilità di base. Le avvertenze del Dott. Waber, tuttavia, che questi dati forniscono “le istantanee„ dello sviluppo in bambini differenti ai punti differenti di tempo, piuttosto che quanto segue ogni bambino sopra una serie di tempo indica.

“Non sappiamo se la prestazione di ogni bambino rallenta durante l'adolescenza, o se alcuni bambini continuano a migliorare, mentre altri non fanno,„ il Dott. Waber hanno detto. “È egualmente possibile che le nostre prove standard non misurino che cosa realmente cambia nell'adolescenza. Poichè seguiamo col passare del tempo questi bambini, avremo una migliore comprensione di che cosa sta accadendo.„