Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Approccio concentrato di proide delle onde radio nuovo a trattare stato precanceroso dell'esofago

L'uso delle onde radio concentrate sembra essere una cassaforte e un modo efficace “bruciare„ la crescita anormale assente delle cellule nell'esofago che può essere un precursore di cancro.

La nuova procedura sta provanda in pazienti con l'esofago di Barrett, una circostanza connessa con il riflusso continuato degli acidi di stomaco nell'esofago più basso che può danneggiare suo allineare col passare del tempo. Mentre questa circostanza è relativamente comune, una piccola percentuale dei pazienti continuerà a sviluppare la crescita anormale delle cellule conosciuta come displasia, una circostanza che può piombo a cancro esofageo.

I gastroenterologi al centro medico di Duke University hanno trovato che consegnare le onde radio concentrate tramite un catetere ha inserito giù l'esofago può efficacemente trattare la displasia con meno effetti secondari che i metodi di trattamento correnti. Dopo il trattamento, conosciuto come l'ablazione di radiofrequenza, le celle curate muore, muti fuori e sono sostituiti in quattro - sei settimane dalle nuove, celle più sane.

In un esame dei primi 12 pazienti ha trattato con ablazione di radiofrequenza a duca, il gastroenterologo Darren Pavey, M.B.B.S., trovato che tre mesi dopo il trattamento, 89 per cento dei pazienti hanno avuti tessuto esofageo normale più di aspetto una volta osservati con un endoscopio hanno inserito giù l'esofago. Quando i campioni di nuove celle sono stati analizzati in laboratorio, la metà dei pazienti è stata indicata per avere tessuti più sani.

Pavey ha presentato i risultati dell'analisi martedì 22 maggio, alla conferenza annuale di settimana di malattia digestiva in Washington, DC. La sua analisi è stata supportata dalla Division di duca della gastroenterologia.

“Nella procedura, che richiede circa 20 - 30 minuti, inseriamo un catetere giù l'esofago e superficiale bruciamo il livello di celle che sono anormali,„ Pavey abbiamo detto. “La procedura è eseguita sui pazienti come procedura del paziente esterno nell'ambito della sedazione cosciente, molta come durante la colonoscopia. I pazienti trovano che hanno poco o nessun disagio dopo la procedura.„

Pavey ha detto che se l'ablazione di radiofrequenza ora è efficace provato nelle più grandi prove in corso, i medici potranno offrire una tecnica che ha meno effetti secondari e meglio è tollerato dai pazienti.

Ci sono corrente i due trattamenti principali per l'esofago di Barrett con displasia dell'alto grado. L'approccio chirurgico comprende eliminare la parte commovente di esofago. È un'operazione importante che ha fino ad un tasso di mortalità di 6 per cento ed anche può lasciare i pazienti con riflusso e problemi inghiottire, Pavey ha detto.

Un secondo approccio, in uso per i 10 anni scorsi, è conosciuto come terapia fotodinamica. Comprende un agente fotosintetizzante che è preso preferenziale dalle celle anormali. I medici poi splendono una luce laser nell'esofago e l'indicatore luminoso uccide le cellule bersaglio. Tuttavia, i pazienti devono evitare la luce solare diretta per parecchie settimane e fino a 30 per cento dei pazienti avvertono lo sfregio dell'esofago abbastanza severo per pregiudicare inghiottire.

“Finora, l'ablazione di radiofrequenza sembra essere meno dilagante che la chirurgia e migliore tollerati che terapia fotodinamica,„ Pavey ha detto. “Questo approccio ha il potenziale di alterare drammaticamente il modo che curiamo i pazienti con l'esofago di Barrett.„

Mentre l'incidenza dell'esofago di Barrett è difficile da determinare, gli studi all'autopsia indicano che la circostanza si presenta in una in ogni 60 ad 80 persone negli Stati Uniti, principalmente in Caucasians. Egualmente accade più frequentemente quattro volte negli uomini che le donne. Circa 10 per cento dei pazienti con riflusso gastrointestinale a lungo termine, o il bruciore di stomaco, continueranno a sviluppare l'esofago di Barrett.

“Nel nostro studio, egualmente abbiamo trovato che l'ablazione di radiofrequenza sembra essere efficace per quei pazienti che hanno avuti una risposta incompleta dopo il trattamento con la terapia fotodinamica,„ Pavey ha detto