Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Malattia del Parkinson collegata ad esposizione dell'antiparassitario

I Ricercatori in Gran-Bretagna hanno scoperto che gli alti livelli dell'esposizione ad alcuni antiparassitari possono essere cattivi per la salubrità della gente.

Un gruppo all'Università di Aberdeen dice che l'esposizione agli antiparassitari potrebbe piombo ad un rischio aumentato di contratto della Malattia del Parkinson vicino fino a 39% e perfino i bassi livelli di antiparassitari la hanno sollevata di 9%.

In Gran-Bretagna una persona in ogni 500 è probabile sviluppare la malattia di cervello degenerante incurabile, o una simile malattia; i sintomi possono comprendere la variabilità ed il tremito nelle mani o in armi, con le difficoltà con discorso o movimento.

Negli Stati Uniti, è stimato che 60.000 nuovi casi siano diagnosticati ogni anno e 1,5 milione Americani corrente sono afflitti dalla malattia.

La circostanza si sviluppa solitamente intorno all'età 58-65, ma 15% di quelli diagnosticati è sotto 50; è principalmente una malattia degli anziani e si presenta in tutte le parti del mondo.

Sembra essere più comune nella gente dell'ascendenza Europea ed in rurale piuttosto che le aree urbane; gli uomini sono influenzati più spesso delle donne.

Altri studi anche hanno suggerito che l'esposizione agli antiparassitari fosse stata un sospetto in alcuni casi, con i lavoratori agricoli che mostrano le più alte tariffe della malattia.

Lo studio Scozzese ha compreso 959 casi di Parkinsonismo, di un termine usato per descrivere la gente con le diagnosi della Malattia del Parkinson e di altro, simili circostanze.

Tutti I partecipanti sono stati interrogati circa la loro esposizione professionale e ricreativa di vita a vari prodotti chimici, compreso i solventi, gli antiparassitari, il ferro, il rame ed il manganese.

Poichè ci egualmente sono stati sospetti che le lesioni alla testa in questione nel pugilato potrebbero essere collegate a Parkinson, ai pazienti egualmente sono stati chiesti se erano stati mai incosciente battuto.

Le domande generali anche incluse di studio circa cronologia di salubrità della famiglia ed uso del tabacco.

Le risposte poi sono state confrontate a quelle da un gruppo di persone di simile età ed il sesso che non era stato diagnosticato con Parkinson ed è stato trovato che sebbene avere una storia della famiglia di Parkinson fosse il più chiaro fattore di rischio per sviluppare la malattia, l'esposizione agli antiparassitari egualmente ha indicato un chiaro aumento.

La Gente che era stata esposta ai bassi livelli di antiparassitari è stata trovata per essere 1,13 volte probabile avere Malattia del Parkinson rispetto a coloro che non era stato esposto mai; coloro che era stato esposto agli alti livelli degli antiparassitari erano 1,41 volte probabili essere influenzato.

I ricercatori egualmente hanno trovato che quella gente che era stata tramortita una volta era 35% più al rischio, mentre era tramortita su più di un'occasione è sembrato aumentare il rischio entro 2 e 1/2 volte.

I ricercatori dicono tuttavia che era impossible da dire dai risultati se i pazienti erano stati tramortiti dopo la caduta come conseguenza del loro Parkinson.

Piombo il Dott. Finlay Dick del ricercatore, che detto che lo studio mostra quell'esposizione agli antiparassitari, solleva il rischio di Malattia del Parkinson e mentre non prova che gli antiparassitari causano la Malattia del Parkinson, aggiunge all'organismo aumentante di prova che ci può essere un collegamento.

Tuttavia i ricercatori aggiungono che il rischio globale di sviluppare la malattia è tuttavia relativamente piccolo.

Lo studio è stato costituito un fondo per dalla Commissione Europea Ed è pubblicato nella Medicina Del Lavoro ed Ambientale del giornale.