Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La combinazione le scansioni di cervello e delle prove comportamentistiche aiuta l'identificazione in anticipo dei lettori a rischio

Catturate insieme, le scansioni di cervello e le prove funzionali delle abilità di lettura predicono forte quali bambini avranno problemi in corso della lettura.

Che cosa è più, il lavoro di due metodi migliore insieme che l'uno o l'altro uno solo, secondo nuova ricerca nell'emissione di giugno di neuroscienza comportamentistica, che è pubblicata dall'associazione psicologica americana (APA).

I neuroscenziati alle università del Carnegie Mellon e di Stanford ritengono che questo sistema diagnostico a doppia canna possa contribuire ad identificare prima possibile i lettori a rischio. Che il modo, banchi può fare un passo dentro prima che quei bambini non riescano ad imparare leggere o sviluppare le abitudini di lettura difficili che potrebbero interferire con rimedio, come basarsi sulla memoria per le parole piuttosto che sondando fuori i nuovi. L'identificazione in anticipo e l'intervento sistematico possono trasformare molto spesso i non lettori probabili nei lettori, secondo gli autori di studio.

Questo studio dei bambini di 73 Pittsburgh-aree delle età 8 - 12, interamente identificati come lettori che lottano, ha funzionato per un anno scolastico. All'inizio dell'anno, i ricercatori hanno amministrato le prove standard delle abilità di saper leggere e scrivere iniziali, compreso l'identificazione di parola, fluidità, la comprensione, il vocabolario, risparmio di temi e trattamento fonologico, questo ultimo una misura critica di come i bambini elaborano i suoni delle lettere e delle combinazioni di lettera. I ricercatori egualmente hanno usato le risonanze magnetiche funzionali (fMRIs) per descrivere come i cervelli dei bambini, lavorati quando hanno dovuto leggere due parole e dire se hanno rimato, una prova di consapevolezza fonologica. Per rendere i risultati del fMRI più sensibili alle differenze fra i bambini, gli autori ulteriori hanno analizzato le immagini facendo uso di un metodo chiamato, a morfometria basata voxel, che usa la densità della materia bianca e grigia del cervello per azzerare dentro sui reticoli di attivazione nelle parti specifiche delle regioni chiave del cervello.

Alla fine dell'anno scolastico, il gruppo, piombo da Fumiko Hoeft, MD, PhD, della scuola di medicina di Stanford University, ha verificato la capacità dei bambini di decodificare il testo facendo uso dell'attacco di parola più subtest di Woodcock leggente la prova della padronanza, una misura standardizzata di decodifica. Il gruppo di Hoeft poi ha determinato quale metodo di prova (l'uno o l'altro o entrambi) ha predetto l'abilità di lettura forte. Il modello che combina le misure comportamentistiche e neuroimaging ha predetto il futuro che decodifica significativamente migliore dell'uno o l'altro di quei metodi da solo.

I preannunciatori comportamentistici da solo hanno rappresentato 65 per cento della varianza nella prestazione di fine d'anno, che i mezzi essi potrebbero dire buon futuro dai poveri lettori quasi due su tre volte. La rappresentazione di cervello (un composito dei punteggi di analisi del voxel e del fMRI) ha rappresentato 57 per cento della varianza successiva, così esattamente predicendo più della metà del tempo se ancora avrebbero avute problemi che leggono dopo un anno di istruzione regolare. Entrambe le figure sono rispettabili. Tuttavia, hanno spiegato insieme un 81 per cento impressionante della varianza. Cioè le prove combinate potevano predire l'abilità di decodifica del futuro dei bambini più di quattro su cinque volte.

Sebbene MRIs non potrebbe essere adatto come strumenti diffusi della selezione, potrebbero essere considerate per uso in bambini che mostrano i problemi iniziali della lettura, per differenziare particolarmente i bambini che hanno un vero disordine di linguaggio da coloro che ha bisogno semplicemente del tempo di maturare. Hoeft precisa che il costo di una scansione di cervello potrebbe confrontare favorevole alla spesa di impiegare il personale formato alle batterie piene di esecuzione della prova neuropsicologica, il modo più comune di identificazione di problema.

In teoria, aggiunge, se i ricercatori possono eseguire un simile ma molto grande studio che definisce i bambini ai programmi di lettura correttiva differenti, prima o poi in futuro essi può potere determinare quali programmi funzioneranno il più bene per quali bambini through capendo sia il loro comportamento della lettura che i loro reticoli specifici dell'attivazione del cervello.