Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I livelli pre-op del globulo rosso di manifestazioni di Studio pregiudicano i risultati post-op

Gli Uomini oltre 65 con anche i conteggi di globulo rosso leggermente anormali o troppo in basso o troppo su sono al maggior rischio di morte postoperatoria o di eventi cardiaci che segue un ambulatorio non cardiaco importante, secondo un nuovo studio dai ricercatori al Centro Medico di Affari dei Veterani di Provvidenza ed Alla Facoltà di Medicina di Alpert del Labirinto della Brown University.

I pazienti Anziani sono a rischio dei valori anormali dell'ematocrito, o il numero delle celle rosse nel sangue. Questi conteggi delle cellule rosse sono spesso troppo bassi, causando l'anemia, o troppo alto, un segno di una circostanza chiamata policitemia. Gli Anziani sono sia a anemia che a policitemia più inclini perché sono più probabili avere problemi sanitari che pregiudicano i globuli rossi, quali la malattia renale, lo spurgo gastrointestinale, la malnutrizione o il cancro. Gli anziani sono egualmente più probabili avere malattia di cuore, che li rende più vulnerabili agli sforzi di chirurgia e li mette al maggior rischio di attacchi di cuore postoperatori e di altre complicazioni cardiache.

Ma deriva da questo nuovo studio, pubblicato nell'emissione del 13 giugno del JAMA, è il primo per indicare che anche i conteggi preoperatori leggermente anormali delle cellule rosse possono avere conseguenze postoperatorie gravi. I risultati egualmente portano il nuovo significato alle prove dell'ematocrito: Anche se virtualmente tutti i pazienti ottengono questa selezione prima di ambulatorio principale, medici hanno avuti poco orientamento su come interpretare i risultati dei test che cadono appena fuori dell'intervallo normale.

“Anche se le prove dell'ematocrito sono quasi universali prima di ambulatorio elettivo, medici non hanno un criterio affidabile per misurare un normale o un risultato leggermente anormale. Così la prova, in molte occasioni, non è molto utile,„ ha detto Wen-Chih Wu, M.D., autore principale dell'articolo di JAMA, assistente universitario di medicina Alla Facoltà di Medicina di Alpert del Labirinto della Brown University e cardiologo del personale al Centro Medico di Affari del Veterano di Provvidenza. “Una delle mie più grandi speranze per questa ricerca è che finalmente aiuta meglio medici ad interpretare i risultati dei test dell'ematocrito per migliorare i risultati pazienti.„

Wu ed i suoi colleghi hanno precisato per valutare la prevalenza dell'anemia preoperatoria e poli-cythemia e dei loro effetti su 30 risultati postoperatori del giorno per i veterani. Wu ed il suo gruppo hanno estratto i dati dal Programma Chirurgico Nazionale di Miglioramento di Qualità di Affari dei Veterani per condurre il loro lavoro, esaminante i dati medici di 310.311 veterano invecchiato 65 o più vecchio chi ha subito l'ambulatorio non cardiaco principale. Questi ambulatori, che hanno variato dalle sostituzioni totali del ginocchio agli ambulatori di prostata alle riparazioni di ernia, hanno avuto luogo fra 1997 e 2004 in 132 Centri Medici di Affari dei Veterani attraverso gli Stati Uniti.

I Ricercatori hanno usato i risultati di selezione preoperatori dell'ematocrito dei pazienti e un esame della letteratura scientifica sui valori dell'ematocrito, per mettere i pazienti in una di tre categorie: anemico (valori dell'ematocrito di meno di 39 per cento), normale (valori dell'ematocrito tra compreso 39 e 54 per cento) e polycythemic (i valori dell'ematocrito di 54 per cento o più alto). Poi, da ogni deviazione del punto dal normale, da aumenti stimati ricercatori nel rischio di morte o dagli eventi cardiaci pricipalmente attacco di cuore e arresto cardiaco 30 giorni dopo chirurgia.

I Risultati erano chiari: Per ogni punto percentuale di deviazione dell'ematocrito dall'intervallo normale, la morte e le tariffe cardiache di evento sono aumentato di 1,6 per cento. Questo aumento nel rischio era significativo e costante. Per esempio, un paziente con un valore preoperatorio del hematrocrit di 30 per cento ha un rischio aumentato 14 per cento di morte i 30 giorni dopo chirurgia mentre un paziente con un valore preoperatorio del hematrocrit di 24 per cento ha i 24 aumenti di per cento nel loro rischio di morte.

Abbiamo trovato che, in uomini più anziani che affrontano la chirurgia, anche un caso delicato dell'anemia o la policitemia può porre un problema,„ Wu abbiamo detto. “Il rischio di morte o di evento cardiaco serio ha cominciato quando i valori del hematrocrit erano 51 per cento e gli più alti valori che precedentemente sono stati considerati normali.„

Wu ha detto che era troppo in anticipo per dire se i cambiamenti nell'assistenza medica prima o durante gli ambulatori quali le trasfusioni di sangue o i supplementi del ferro potessero migliorare i risultati per gli anziani con l'anemia. Ora, Wu ed il suo gruppo corrente stanno studiando l'impatto delle opzioni differenti del trattamento per gli anziani con questi conteggi di globulo rosso bassi.

Finché quei risultati non siano dentro, i risultati correnti danno a medici un migliore criterio per la misurazione dei valori normali dell'ematocrito: 'alcuni medici possono avere definizioni differenti di ché risultato normale del hema-trocrit è per un ambulatorio paziente del rivestimento. Esaminando i risultati postoperatori, questo studio ha ridefinito il concetto dei valori normali del hematrocrit. Per i pazienti anziani circa subire l'ambulatorio principale, mantenendo un conteggio di globulo rosso normale può essere utile.„

http://www.brown.edu/