Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati scoprono le proteine nel sangue che identificano esattamente il tumore del colon ed i polipi precancerosi

Cercando le prove di selezione meno dilaganti per cancro, gli scienziati di Johns Hopkins hanno scoperto le proteine presenti nel sangue che identificano esattamente il tumore del colon ed i polipi precancerosi.

Gli studi delle proteine, CCSA-3 e CCSA-4 di iniziale, suggeriscono che potrebbero essere usati per sviluppare un'analisi del sangue per identificare le persone a rischio.

“La realtà è che molta gente non sta ottenendo le colonoscopie regolari della selezione,„ dice il ricercatore Robert Getzenberg, Ph.D. del cancro “così, vorremmo idealmente identificare quelli con alcuno molecolare per la malattia e realmente averli bisogno di.„

Le linee guida correnti della selezione per la gente in buona salute richiedono una colonoscopia del riferimento - pulizia colica, digiunare e la sedazione pesante seguiti dall'inserzione di un flessibile, portata di ottico-scansione tramite il retto nel colon -- all'età 50, seguita ri-selezione almeno da ogni cinque - 10 anni. La colonoscopia non è infallibile; i cancri possono svilupparsi fra le selezioni.

In primo luogo scoperto da Getzenberg e dai colleghi all'università di Pittsburgh attraverso una proteina scandisca, le due proteine dell'sangue-abitazione sono probabilmente i resti del castoff cellulare dei detriti dalle cellule tumorali morte. Sebbene i ruoli delle proteine non siano interamente chiari, gli scienziati di Johns Hopkins dicono che fa parte dell'armatura che supporta le strutture all'interno del centro di controllo delle cellule, il nucleo.

L'alterazione di tale armatura nucleare è un marchio di garanzia delle cellule tumorali che è facilmente rilevabile sotto il microscopio come nucleo deforme e scolorito. Quello piombo Getzenberg alla nozione che “ci deve essere qualcosa al livello molecolare che avrebbe formato un flag molecolare per cancro via un'analisi del sangue.„

Per trovare il flag, il gruppo di Getzenberg ha ricavato i campioni di sangue da 107 persone apparentemente in buona salute il giorno prima delle loro colonoscopie prevedute e da 28 malati di cancro colorettali.

Facendo uso di una concentrazione particolare di impalcatura-proteine come indicatore per la malattia, il gruppo di Johns Hopkins - che non ha saputo che la colonoscopia risulta in anticipo -- erano 100 per cento accurati nell'identificazione dei 28 cancri attuali. Facendo uso degli stessi indicatori della proteina, i ricercatori egualmente hanno identificato correttamente 51 di 53 persone (96,2 per cento) con i colon normali e 14 di 18 (genti di 77,8 per cento) con i polipi precancerosi avanzati, che Getzenberg dice sono il più importante da individuare attraverso selezione sistematica.

Quando i ricercatori hanno combinato i campioni, hanno identificato correttamente 42 di 46 (91,3 per cento) che contengono entrambi i cancri ed hanno avanzato i polipi precancerosi. I livelli della proteina erano accurati correttamente nella valutazione dei campioni di sangue supplementari da 125 persone con le circostanze benigne ed altri cancri.

“Queste proteine sembrano molto buone per la separazione dei campioni normali da quei cancerogeni ed identificando altri gruppi con i pre-Cancri ad ad alto rischio per la malattia pure,„ dice Getzenberg, che è un professore dell'urologia e direttore di ricerca all'istituto urologico del Brady di Johns Hopkins. I risultati sono pubblicati nell'emissione del 15 giugno di ricerca sul cancro.

I ricercatori pianificazione gli studi più grandi a parecchi ospedali durante i parecchi mesi prossimi. Può richiedere parecchi anni per completare l'intervallo completo della prova.

Getzenberg dice che memorizzare ed elaborare i campioni sono fra le transenne principali nello sviluppo di biomarcatore, un campo che misura la ricerca in corso su molti cancri e vari liquidi organici. “È difficile da convincere molti impianti per aderire a stoccaggio preciso e condizioni di lavorazione importanti per la conservazione della stalla delle proteine,„ dice. “Le circostanze differenti hanno potuto creare i risultati sbagliati.„ I ricercatori egualmente differiscono nel tipo di biomarcatori che cercano, con alcune proteine di ricerca, come Getzenberg ed in altri che cercano le componenti del DNA.