Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli acidi grassi poli-insaturi Omega-3 proteggono da retinopatia

Gli acidi grassi poli-insaturi Omega-3 proteggono dallo sviluppo e dalla progressione di retinopatia, un deterioramento della retina, in mouse.

Ciò è l'individuazione principale di uno studio che compare nell'emissione del luglio 2007 della medicina della natura del giornale. Lo studio era uno sforzo di collaborazione dai ricercatori all'ospedale pediatrico Boston, la filiale d'istruzione pediatrica primaria della facoltà di medicina di Harvard, dell'ospedale delle donne e di Brigham, del policlinico di Massachusetts, dell'università di Goteborg in Svezia e dell'istituto nazionale nazionale (NEI) dell'istituto dell'occhio e su abuso di alcool e su alcolismo (NIAAA) degli istituti della sanità nazionali (NIH).

Paul A. Sieving, M.D., Ph.D., Direttore dei NEI, ha detto, questo studio esplora il vantaggio potenziale degli acidi grassi dietetici omega-3 nella protezione contro lo sviluppo e la progressione della malattia retinica. Lo studio ci fa migliore capire dei trattamenti biologici che piombo a retinopatia e di come intervenire per impedire o alla malattia lenta.

I ricercatori hanno studiato l'effetto omega-3 degli acidi grassi EPA e DHA, derivato dal pesce e l'acido arachidonico dell'acido grasso omega-6 sulla perdita di vasi sanguigni, sulla ricrescita delle imbarcazioni sane e sulla crescita delle imbarcazioni anormali distruttive in un modello del mouse da di retinopatia indotta da ossigeno. La retinopatia nel mouse divide molte caratteristiche con retinopatia della prematurità (ROP) in esseri umani. Il dispositivo di protezione in caso di capovolgimento è una malattia degli occhi degli infanti prematuramente nati in cui i vasi sanguigni retinici aumentano di numero e si ramificano eccessivamente, a volte piombo all'emorraggia o allo sfregio. Gli infanti che diventano un modulo severo del dispositivo di protezione in caso di capovolgimento sono in pericolo di diventare permanentemente ciechi. Ci sono egualmente aspetti del trattamento di malattia che può applicarsi a retinopatia diabetica, una malattia in cui i vasi sanguigni gonfiano e perdita fluida o si sviluppano anormalmente sulla superficie della retina e degenerazione maculare senile relativa all'età (AMD), una malattia della macula, la parte della retina responsabile della visione centrale e una causa principale di perdita della visione in Americani 60 anni e più vecchi.

I ricercatori hanno trovato che quello acidi grassi aumentare omega-3 ed acidi grassi diminuenti omega-6 nella dieta ha diminuito l'area di perdita dell'imbarcazione che infine causa la crescita delle imbarcazioni e della cecità anormali. L'acido grasso Omega-6 contribuisce alla crescita dei vasi sanguigni anormali nella retina.

Per più ulteriormente verificare l'effetto benefico evidente degli acidi grassi omega-3, i mouse studiati ricercatori hanno alimentato una dieta modellistica dopo una dieta tradizionale del giapponese (più omega-3 che gli acidi grassi omega-6) ed i mouse hanno alimentato una dieta modellistica dopo una dieta occidentale tradizionale (importi più bassi degli acidi grassi omega-3). Inoltre, hanno studiato i mouse geneticamente alterati con un gene di che i mammiferi mancano normalmente che convertiti omega-6 negli acidi grassi omega-3. Hanno trovato che i mouse con le quantità elevate di omega-3 hanno avuti i quasi 50 per cento di diminuzione nella retinopatia.

Gli acidi grassi Omega-3 creano i composti chimici conosciuti come i mediatori bioactive, che proteggono dalla crescita dei vasi sanguigni anormali, una circostanza che caratterizza certi moduli di retinopatia. In parte, questo accade perché questi mediatori sopprimono un tipo di proteina infiammatoria chiamato alfa di fattore di necrosi tumorale (TNF-alfa). l'TNF-alfa è trovata in un tipo di cella, chiamato microglia, che può essere associato molto attentamente con i vasi sanguigni retinici.

La retina ha una di più alte concentrazioni di acidi grassi omega-3 nell'organismo, ha detto il destinatario Kip M. Connor, il Ph.D., un ricercatore postdottorale di amicizia dei NEI e dell'autore principale all'ospedale pediatrico Boston.Given questo, è notevole che con soltanto un cambiamento di due per cento nell'assunzione dietetica omega-3, abbiamo osservato una diminuzione approssimativa di per cento 40-50 nella severità di retinopatia.

I nostri risultati rappresentano la nuova prova che suggerisce la possibilità che gli acidi grassi omega-3 fungano da fattori protettivi nelle malattie che pregiudicano i vasi sanguigni retinici, abbiano detto John Paul SanGiovanni, Sc.D., scienziato del personale dei NEI e l'altro autore principale dello studio. Ciò è un avanzamento concettuale importante nello sforzo per identificare i fattori modificabili che possono influenzare i trattamenti infiammatori implicati nello sviluppo del terreno comunale cheminaccia le malattie retiniche.

Questi studiano i risultati, SanGiovanni hanno sottolineato, sono importanti perché forniscono una spiegazione biologica ragionevole per i risultati da una serie di studi dell'essere umano sulla dieta e sulla malattia retinica ed identificano a basso costo ed ampiamente - ad approcci basati a sostanza disponibili del trattamento che possono mostrare il merito nella ricerca futura sulle malattie che vasi sanguigni e cellule nervose retinici di danno.

“Lo scopo del nostro studio era di scoprire e descrivere la base scientifica per tutto il ruolo protettivo possibile degli acidi grassi omega-3 contro retinopatia, ha detto Lois E.H. Smith, M.D., il Ph.D., ricercatore senior dello studio e professore associato dell'oftalmologia all'ospedale pediatrico Boston, una filiale di Harvard School.By medico che identifica gli acidi grassi, i lipidi ed i fattori di crescita coinvolgere sia nella malattia che nei trattamenti protettivi, speriamo di tradurre questo lavoro per influenzare il risultato in pazienti. I nostri risultati di studio indicano che quello assunzione aumentare dell'acido grasso omega-3 in bambini prematuri può significativamente fare diminuire l'avvenimento del dispositivo di protezione in caso di capovolgimento. Questo cambiamento dei lipidi attraverso i mezzi dietetici può anche tradurre ad AMD ed a retinopatia diabetica. Se i test clinici trovano che completare con gli acidi grassi omega-3 è efficace in esseri umani proteggenti contro la malattia retinica come dimostrato dai risultati di questo studio, questo intervento redditizio potrebbe avvantaggiare milioni di persone.„

I NEI corrente stanno conducendo la malattia dell'occhio relativa all'età studiano 2 (AREDS2) che, in parte, valuteranno l'effetto omega-3 degli acidi grassi DHA e EPA sulla progressione di AMD. Inoltre, un test clinico imminente all'ospedale pediatrico Boston verificherà gli effetti dei supplementi omega-3 in bambini prematuri.