Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Colleghi fra capacità polmonare, infiammazione e l'affezione polmonare cronica

La Gente che ha una capacità polmonare diminuita può avere un maggior rischio di attacco di cuore e segnare perché mostrano la prova di infiammazione, rivela uno studio pubblicato online davanti alla stampa in Torace.

Questa associazione non è collegata con il fumo, le malattie respiratorie o l'obesità.

I ricercatori della Nuova Zelanda hanno catturato le misure di capacità polmonare e l'infiammazione in 1.000 adulti è invecchiato fra 26 e 32 anni. Per misurare l'infiammazione, hanno esaminato la quantità di proteina C-Reattiva (CRP), un indicatore infiammatorio, circolante nel sangue. I livelli elevati di CRP sono stati trovati nel sangue di quelli con le più piccole capacità polmonari.

Sebbene i livelli aumentati di indicatori per infiammazione precedentemente siano stati trovati nel sangue della gente più anziana con la funzione polmonare diminuita e la malattia polmonare ostruttiva cronica (COPD), gli autori dicono: “A nostra conoscenza, questo è il primo rapporto di un'associazione inversa fra la funzione polmonare e CRP in giovani adulti.„

I risultati hanno indicato che questa associazione non è stata collegata con il fumo o l'affezione polmonare, perché la relazione è esistito anche nella gente che non aveva fumato mai e non ha avuta malattia respiratoria. Egualmente non è stata spiegata dall'obesità, che è associata spesso con gli indicatori infiammatori sollevati.

È stato suggerito che un rischio aumentato di malattia cardiovascolare potesse esistere in adulti più anziani con COPD perché l'infiammazione è un fattore di rischio per l'indurimento delle arterie o dell'aterosclerosi.

Tuttavia, questo studio ha trovato un'associazione fra il più alto siero CRP e funzione polmonare più bassa in adulti giovani quanto 26 anni, che gli autori dicono sono molto improbabili da sviluppare clinicamente l'aterosclerosi significativa o COPD.

Dicono: Il ` Questi risultati indica che l'associazione fra la funzione polmonare più bassa e l'infiammazione aumentata retrodata lo sviluppo dell'affezione polmonare cronica o clinicamente dell'aterosclerosi significativa.

“Stabilire se l'infiammazione sistematica piombo alla funzione polmonare diminuita o se la funzione polmonare più bassa piombo ad infiammazione è difficile, ma questa ricerca suggerisce che l'associazione fra la funzione polmonare difficile e la malattia cardiovascolare possa essere mediata da un meccanismo infiammatorio.„

http://thorax.bmj.com/