Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Succo di arancia sano per i diabetici

Il succo di arancia, malgrado il suo alto caricamento calorico degli zuccheri, sembra essere un alimento sano per i diabetici dovuto il suo filone principale dei flavonoidi, uno studio dagli endocrinologi all'università alla Buffalo ha indicato.

Lo studio è comparso nell'emissione del giugno 2007 di cura del diabete.

I flavonoidi sopprimono i radicali senza ossigeno distruttivi -- anche conosciuto come le specie reattive dell'ossigeno, o ROS. Una sovrabbondanza dei radicali liberi può danneggiare tutte le componenti della cella, compreso le proteine, grassi e DNA, contribuenti allo sviluppo di molte malattie croniche, compresi la malattia di cuore e colpo come pure il diabete.

“Molte malattie importanti sono associate con lo sforzo e l'infiammazione ossidativi nella parete arteriosa, in modo dalla ricerca degli alimenti che sono il più minimo probabili causare queste circostanze devono essere perseguiti,„ ha detto Paresh Dandona, M.D., Ph.D., testa del centro dell'Diabete-Endocrinologia di New York occidentale ed autore senior sullo studio.

“Il nostro lavoro precedente ha indicato che 300 calorie di glucosio induce il ROS ed altre risposte proinflammatory,„ ha detto Dandona, che è professore di medicina distinto nella scuola di medicina di UB e nelle scienze biomediche.

“Abbiamo supposto che il caloria-valore 300 del succo di arancia o di fruttosio inducesse lo sforzo e l'infiammazione meno ossidativi di quanto causata dalla stessa quantità di calorie da glucosio.„

Lo studio risultante ha fatto partecipare 32 partecipanti in buona salute fra le età di 20 e di 40, che erano di peso normale, con un indice di massa corporea di 20-25 kg/m2. I partecipanti sono stati definiti a caso e perfino in quattro gruppi, che berrebbero l'equivalente di caloria-valore 300 di glucosio, di fruttosio, del succo di arancia o dell'acqua saccarina-zuccherata.

I campioni di sangue di digiuno sono stati prelevati prima della prova ed a 1, 2 e 3 ore dopo un periodo minuto 10 per consumare le bevande.

I risultati hanno mostrato un importante crescita nel ROS in 2 ore in campioni dal gruppo del glucosio ma non in quelli dal fruttosio, dal succo di arancia o dal gruppo dell'acqua.

“Siamo stati intrigati dal fatto che non c'era aumento nel ROS o nell'infiammazione che segue il consumo del succo di arancia, anche se la sua concentrazione nel glucosio era la stessa di in partecipanti al gruppo del glucosio,„ ha detto Dandona. “Questo ha sollevato il problema di che cosa nel succo era responsabile della soppressione della generazione di ROS: flavonoidi e vitamina C o fruttosio?„

Un giro supplementare della prova sui campioni ha indicato che nè il fruttosio nè la vitamina C ha soppresso i radicali senza ossigeno. Tuttavia i due tipi di flavonoidi in succo di arancia -- hesperetin e naringenin -- generazione inibita di ROS da 52 per cento e da 77 per cento, rispettivamente.

“I nostri dati sono pertinenti ai pazienti con il diabete,„ ha detto Dandona, “perché lo sforzo dal ROS e l'infiammazione sono aumentati significativamente di questa popolazione e possono contribuire allo sviluppo di aterosclerosi. La scelta degli alimenti che o non aumenti o realmente fa diminuire chiaramente ossidativo e lo sforzo infiammatorio è importante.

“La ricerca degli alimenti non infiammatori sicuri e delle diete deve continuare,„ Dandona ha sollecitato, “particolarmente dall'obesità, essendo di peso eccessivo e diabete di tipo 2 sono associati con lo sforzo e l'infiammazione ossidativi e più di 60 per cento della popolazione degli Stati Uniti sono influenzati da queste circostanze.„

L'università alla Buffalo è un'università pubblica ricerca-intensiva prima, la più grande e città universitaria più completa in State University di New York. Studenti di UB più di 27.000 perseguono i loro interessi accademici attraverso più di 300 studente non laureato, laureato e programmi di laurea professionali. Fondata nel 1846, l'università alla Buffalo è un membro dell'associazione delle università americane. La scuola di medicina e le scienze biomediche è uno di cinque banchi che costituiscono il centro sanitario accademico di UB.