Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio del vaccino terapeutico mostra la promessa per cancro colorettale metastatico

Un vaccino terapeutico del cancro ha indicato l'efficacia una volta dato accanto alla chemioterapia ai pazienti con cancro colorettale metastatico in una sperimentazione di fase II, secondo i ricercatori alla srl di Oxford BioMedica (Regno Unito).

Lo studio ha trovato che sei dei 17 malati di cancro colorettali metastatici nello studio ha mostrato il restringimento del tumore, classificato come risposte complete o parziali dopo l'esame esperto indipendente.

Lo studio, riferito nell'emissione del 1° agosto di ricerca sul cancro clinica, un giornale dell'Associazione per la ricerca sul cancro americana, è stato destinato per dimostrare la sicurezza e l'immunizzazione del vaccino, chiamate la Ankara-codifica modificata 5T4 (TroVax) del vaiolo bovino, una volta usato accanto alla chemioterapia standard. La ricerca è stata costituita un fondo per da Oxford BioMedica che sta sviluppando il vaccino in società con Sanofi Aventis.

A differenza dei vaccini preventivi, quale il vaccino umano del papillomavirus per impedire il cancro cervicale, TroVax è un vaccino terapeutico, destinato per stimolare i sistemi immunitari dei pazienti che già hanno cancro. Il vaccino consiste (non malattia che causa) di una versione attenuata del vaccinia-virus modificato per consegnare il gene per 5T4, una proteina trovata in molti tumori.

“L'idea è che il virus modificato entra nelle celle, producono la proteina del tumore e stimolano il sistema immunitario,„ ha detto lo studio l'autore Richard Harrop, il Ph.D., vice presidente del cavo dell'immunologia clinica a Oxford BioMedica. “Somministrare un vaccino accanto alla chemioterapia potrebbe sembrare controintuitivo, poiché la chemioterapia può indebolire il sistema immunitario, ma il nostro studio indica che TroVax potrebbe essere complementare alla chemioterapia standard, migliorante la risposta immunitaria ai tumori.„

L'obiettivo di questo approccio di immunoterapia è un antigene tumorale chiamato 5T4, una proteina incassata all'interno della membrana delle cellule tumorali. La proteina è trovata raramente in tessuti normali, ma è prodotta agli alti livelli da una vasta gamma di cancri umani, compreso colorettale, renale, gastrico ed ovarico. La produzione di 5T4 è stata associata con la metastasi del cancro e la prognosi del povero per i pazienti.

“Tipicamente, il sistema immunitario non presta attenzione a questa molecola, in modo da producendo 5T4 artificialmente congiuntamente ai segnali di pericolo del `' connessi con un'infezione virale, stiamo richiedendo che l'avviso della presa del sistema immunitario,„ Harrop ha detto. “TroVax causa le celle al

sito iniezione per produrre 5T4 in un modo che agita il sistema immunitario nella produzione gli anticorpi e delle celle di T dell'uccisore. È sperato che queste due componenti del sistema immunitario quindi migrino ai tumori e li uccidano senza nuocere ad alcuni tessuti normali.„

“In pratica, è come risultare la vostra stereotipia nelle speranze che attirerà la polizia verso il partito turbolento del vostro vicino,„ Harrop ha detto.

Harrop ed i suoi colleghi hanno amministrato il vaccino a 17 pazienti con cancro colorettale metastatico appena prima che, durante e dopo i pazienti sono stati trattati con il regime standard FOLFOX della chemioterapia che consiste degli agenti: 5 fluorouracil, acido folinico e oxaliplatino.

Con il corso dello studio, i ricercatori hanno riflesso i pazienti per una risposta immunitaria a 5T4. Undici dei 17 pazienti che hanno ricevuto il corso completo delle vaccinazioni (sei iniezioni) hanno montato le forti risposte immunitarie alla proteina del tumore 5T4. Di questi 11 paziente, sei ha esibito il restringimento significativo dei loro tumori ed un paziente più non ha avuto alcuni tumori rilevabili. I ricercatori non hanno notato complicazioni che provengono dalla vaccinazione di TroVax o da qualunque altra prova che avrebbero messo in dubbio la sicurezza del vaccino.

Mentre lo studio non è stato destinato per provare che pazienti superstiti a più lungamente di sia preveduto normalmente, i ricercatori hanno notato che, in media, la sopravvivenza mediana globale erano di 68 settimane in tutti e 17 i pazienti vaccinati e di 118 settimane nel 11 paziente che hanno ricevuto tutte e sei le vaccinazioni.

Secondo Harrop, i ricercatori corrente stanno analizzando il vaccino in una prova di fase III in malati di cancro renali negli Stati Uniti ed Europa e Sanofi Aventis pianificazione uno studio di fase III nel cancro colorettale.