Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Sovresposizione ai metalli ed al morbo di Alzheimer

Un gruppo multi-istituzionale dei ricercatori piombo dall'Emory University ha definito per la prima volta come gli ioni del metallo legano alle fibrille dell'amiloide nel cervello in un modo che sembra tossico ai neuroni.

Le fibrille dell'amiloide sono collegate allo sviluppo delle malattie neurodegenerative quali Alzheimer, Parkinson e Creutzfeldt-Jakob. Sebbene gli ioni del metallo, specialmente ramino, può legare ad amiloide in parecchi modi specifici, i ricercatori ha trovato che soltanto un modo sembra tossico.

I risultati compariranno negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze, prima edizione online durante la settimana dei 6-10 agosto e nell'edizione della stampa del 14 agosto.

Gli ioni di rame, atomi che hanno acquistato una carica elettrica guadagnando o perdendo uno o più elettroni, sono trovati naturalmente nel cervello, come sono altri ioni quali zinco e ferro. La prova aumentante ora collega questi ioni naturali all'installazione dell'amiloide ed al morbo di Alzheimer, dice professore di David Lynn, di PhD, di Emory e la presidenza di chimica ed il ricercatore principale dello studio.

Mentre piccolo è conosciuto circa i meccanismi esatti che governano la formazione di fibrille dell'amiloide, i risultati dello studio indicano che l'amiloide esatto di modo lega per ramare le influenze degli ioni l'architettura delle fibre, tariffa della propagazione ed il loro effetto, all'occorrenza, sui neuroni circondanti.

“Non tutte le fibrille dell'amiloide sono tossiche,„ dice il Dott. Lynn. “L'amiloide è fatto delle proteine e le proteine profilatura normalmente nelle belle strutture. Tuttavia, per qualsiasi ragione, alcune misfold e le strutture misfolded risultanti sono egualmente belle, ma appiccicoso. Attaccano a se stessi e poi si propagano per formare le fibrille, ma soltanto alcune delle fibrille risultano essere tossiche.„

Coloro che soffre dal morbo di Alzheimer, per esempio, hanno una quantità insolita di fibrille appiccicose dell'amiloide nei loro cervelli. Col passare del tempo, le fibrille si accumulano invece di decomposizione e sempre più interferiscono con la struttura e la funzione del cervello. Al contrario, le proteine normalmente profilatura sono rimosse dal cervello poco tempo dopo che sono prodotte.

Gli scienziati, collaborando in tutto gli Stati Uniti ed attraverso Emory, hanno messo a fuoco sulla più piccola unità determinata degli amminoacidi che compongono le fibrille dell'amiloide. Determinando soltanto i beni fisici e chimici di un'unità determinata quando lega con il metallo, i ricercatori potevano determinare l'attività che governa il montaggio e la tossicità di intere fibrille riguardo al loro effetto sulle cellule cerebrali.

“Abbiamo indicato che l'attività di questa unità minima realmente ripiega l'attività di intera fibrilla sulla cella di un neurone. E fa così legando il metallo in un modo specifico,„ dice il Dott. Lynn.

Quaranta anni fa, gli scienziati hanno cominciato ad esplorare un collegamento possibile fra sovresposizione ai metalli ed il morbo di Alzheimer. Poiché qualche gente con la malattia ha avuta depositi di alluminio nei loro cervelli, è stato pensato che c'fosse un collegamento diretto fra l'esposizione di alluminio ed Alzheimer. Tuttavia, dopo molti anni di studio, nessuna prova concludente collega l'alluminio alla malattia neurodegenerative, che lascia i ricercatori per mettere a fuoco su zinco, su ferro e su rame.

I ricercatori egualmente hanno trovato che parecchi tipi distinti di strutture potrebbero essere montati dalle diverse unità degli amminoacidi. “Abbiamo trovato che potremmo sviluppare i lotti dei tipi differenti di strutture con un'unità determinata: strutture fettuccine a forma di, tubi, vescicole, ecc, non appena fibre. E questo è notevole,„ dice il Dott. Lynn.

“I nostri risultati ora piombo chiederci che cosa altri tipi di strutture queste diverse unità possono fare, che cosa accade esattamente quando le unità legano ad una un altro e se queste diverse unità sono importanti alle malattie neurodegenerative o se l'intera fibrilla deve essere implicata,„ dice il Dott. Lynn.

“Come molti risultati scientifici, sappiamo circa amiloide a causa delle malattie che si è associato con piuttosto che a causa dei sui vantaggi,„ dice il Dott. Lynn. “Tuttavia, i ricercatori egualmente stanno trovando le situazioni in cui l'amiloide è utile, quale in manutenzione della sinapsi e di memoria a lungo termine nella lumaca marina.„