Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Sesso e genere in fisiologia e patofisiologia cardiovascolare-renali

Il genere influenza la tariffa di progressione e di prevalenza di molte malattie renali, quale la malattia renale policistica (PKD).

La fisiologia dietro le differenze di genere e la malattia renale è ancora incerta, ma le caratteristiche distinte della dimensione maschio e femminile del rene, con la dieta e la presenza di ipertensione, tutti sono state pensate per giocare le ormoni sessuali di un divisorio (estrogeno, testoterone) egualmente hanno pensato per contribuire alle differenze, poichè gli ormoni possono influenzare le risposte dell'organismo alla lesione renale. L'estrogeno può esercitare particolarmente determinati effetti cellulari sul rene perché può sopprimere la crescita del tessuto della cicatrice come pure pregiudicare i vari fattori di crescita che urtano il rene.

Aggiornamento di ricerca: Estrogeno nella malattia renale
Gli studi precedenti facendo uso dei modelli animali hanno usato la manipolazione ormonale per esplorare gli effetti delle ormoni sessuali sulla malattia renale. In questi studi, i ricercatori hanno aggiunto i livelli supplementari di estrogeno/testoterone ai ratti o hanno castrato/ovariectomies eseguiti in maschi e nei ratti delle femmine, rispettivamente. Gli studi hanno trovato che estrogeno contribuito per proteggere dalla malattia renale mentre il testoterone è risultato essere nocivo a salubrità del rene.

Più recentemente, il Dott. Sharon Silbiger del dipartimento di medicina/di divisione della nefrologia, dell'istituto universitario di Albert Einstein di medicina/centro medico di Montefiore, di Bronx, di NY e dei suoi colleghi ha esaminato gli effetti diretti di estrogeno sulla produzione dei collagens (proteine che contribuiscono al rene che sfregia) nelle celle situate intorno ai piccoli vasi sanguigni dei reni (celle mesangial coltivate). Lei ed i suoi colleghi hanno trovato quella:

  • l'estradiolo femminile dell'ormone ha inibito l'attività del fattore di crescita di trasformazione (TGF-ß); TGF-ß promuove lo sfregio del rene in molte malattie renali.
  • l'estradiolo fa questo impedendo TGF-ß l'attivazione dell'enzima (chinasi della caseina 2) che pregiudica la produzione del collageno.
  • in questo modo l'estrogeno diminuisce la produzione del collageno in queste celle coltivate e può diminuire sfregiare nella malattia renale.

Sguardo in avanti: Raloxifene e malattia renale
Il gruppo di Silbiger corrente sta analizzando i dati da uno studio clinico della droga di prevenzione di osteoporosi, raloxifene. Poichè il raloxifene ha beni del tipo di estrogeno, i ricercatori hanno supposto che il raloxifene potesse pregiudicare la progressione della malattia renale in queste donne. I dati preliminari ad ampia base da questo studio saranno presentati ai APS che si incontrano, ma i dati più specifici saranno tenuti fino a pubblicare i risultati di studio.

Presentazione in Austin, TX
Il Dott. Silbiger sta discutendo il suo lavoro alla conferenza, al sesso ed al genere in fisiologia e patofisiologia Cardiovascolare-Renali, essendo tenendo 9-12 agosto 2007 a Hyatt Regency Austin sul lago town, Austin, TX. La riunione è il secondo evento scientifico da patrocinare dalla società fisiologica americana (APS; http://www.The-APS.org) questo anno.

La società fisiologica americana (APS; www.The-APS.org) è stato una parte integrante del trattamento di scoperta scientifico da quando è stato stabilito nel 1887. La fisiologia è lo studio di come le molecole, le celle, i tessuti e gli organi funzionano per creare la salubrità o la malattia.