Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Allarme sopra la morte nel test clinico per la terapia di artrite

La morte di una donna che partecipa ad un test clinico per una terapia di artrite ha fissato lo squillo di campanelli d'allarme negli Stati Uniti.

La donna dell'Illinois di 36enne è morto il 24 luglio da emorragia interna e dall'errore dell'organo dopo la ricezione della seconda iniezione di un trattamento sperimentale di terapia genica per trattare la sua artrite reumatoide.

Jolee Mohr, che ha una figlia di 5 anni, ha partecipato allo studio perché ha creduto aiuterebbe l'artrite reumatoide che ha pregiudicato il suo corpo intero.

La Sua morte ha avviato una ricerca di governo degli Stati Uniti ed ha provocato la sospensione dello studio di terapia genica che è condotto dalla Genetica Mirata A società di Seattle.

Lo studio ha fatto partecipare cento pazienti ed altri tali studi intorno al paese sono ora egualmente allo studio.

La terapia usa AAV per consegnare un gene che a loro volta blocca il fattore di necrosi tumorale, una sostanza che rifornisce l'infiammazione di combustibile unita dietro i moduli paralizzanti dell'artrite.

Mohr ha ricevuto le iniezioni sperimentali ad una clinica dell'Illinois ed è morto i 22 giorni dopo la ricezione della sua seconda iniezione.

Secondo un portavoce dell'ospedale prima che fosse ammessa, Mohr ha avuto fegato e l'insufficienza renale, era su un ventilatore e sembrato reagire ad un'infezione severa.

La società dice che è troppo in anticipo per speculare come Jolee Mohr è morto ma aggiunge che la sicurezza paziente è di capitale importanza e tutte le loro prove sono progettate e condotte con quella in mente.

La Genetica Mirata A dice che sono sicure nella sicurezza del prodotto e sono desiderose di completare i test clinici, che determineranno il profilo di sicurezza e di efficacia questa o di qualunque altro candidato della droga.

FDA dice che non è informato di alcuni effetti secondari degli studi facendo uso di AAV.

Un Certo esperto crede che fino a capire meglio tali terapie geniche iniziali, dovrebbero essere provate soltanto sulla gente che sta soffrendo dalle circostanze gravi e pericolose.

La Maggior Parte acconsentono quello riguardo alla ricerca di terapia genica, un aumento in finanziamento federale permetterebbero che la scienza si sviluppi in un ambiente regolamentato con i ricercatori rilasciati dalle pressioni commerciali.